Risparmio energia elettrica

Il risparmio energia elettrica: lo stand by

Per il risparmio energia elettrica bisogna iniziare sicuramente dalla questione degli sprechi. Spesso nelle abitazioni e nelle attività commerciali una buona parte di energia finisce per alimentare dispositivi inutili, oppure oggetti che in quel preciso momento non stanno funzionando ma che consumano ugualmente. È il classico caso dello stand by attivo, ovvero la situazione in cui un apparecchio è apparentemente spento ma in realtà è pronto per ricevere o inviare segnali. Lo scambio di informazioni tra un telecomando, un antenna alimentata o una sorgente WiFi richiede energia anche durante le fasi di inutilizzo. Per cui è raccomandabile disattivare completamente tutti gli apparecchi di casa, compresa la televisione, il computer, il modem, la stampante, il lettore dvd. Almeno la notte, prima di andare a letto, è buona norma, se proprio non si vuole staccare la spina, premere il bottone dello spegnimento e non lasciare gli apparecchi in stand by.
Infissi risparmio

Efergy Technologies ELITE CLASSIC 4.0 Misuratore di risparmio di energia elettrica wireless

Prezzo: in offerta su Amazon a: 51,5€


Combattere gli sprechi per il risparmio energia elettrica

Fotovoltaico tetto Per combattere gli sprechi ed avere un notevole risparmio energia elettrica occorre fare molta attenzione ai materiali da costruzione agli infissi. Prima di pensare ad un nuovo sistema di riscaldamento sarebbe opportuno valutare lo stato della facciata, del tetto e dell'isolamento dell'edificio. Un lavoro strutturale può essere costoso ma con il trascorrere del tempo i soldi che vengono spesi si risparmiano progressivamente. Altro importante capitolo riguarda gli infissi come porte e finestre o terrazzi e balconi chiusi. In commercio si trovano serramenti cosiddetti a taglio termico che all'interno dei profili ospitano delle camere d'aria in grado di sigillare la casa ed impedire la dispersione del calore in inverno. In estate i vetri e i materiali consentono una maggiore protezione dai raggi solari.

  • L'acqua è un bene essenziale Ogni giorno ne usiamo centinaia e centinaia di litri senza rendercene conto. Ogni giorno ne sprechiamo altrettanti, senza pensare a chi è costretto a farne a meno. Una parte del mondo vive senza acqua...
  • Impianto eolico Siamo abituati a sentire l'utilizzo dell'energia del vento come un fatto recente, in verità l'uomo ha iniziato ad usare l'energia cinetica del vento già molti secoli fa. Da pochi decenni abbiamo scope...
  • Modello di casa ecosostenibile Per uno stile di vita bioetico, partire dalla casa è fondamentale. Forse non tutti sanno che esistono delle case a risparmio energetico, le cui tecniche di edificazione permettono risparmi energetici ...
  • Lampadina sull'erba Per comprendere bene quanto e cosa paghiamo per la fornitura elettrica è importante leggere attentamente i dati presenti nella bolletta. Benché siano presenti diverse aziende, ogni bolletta rispetta u...

Il risparmiatore di alimentazione domestico conserva la vostra corrente fino alla spina europea di 30%

Prezzo: in offerta su Amazon a: 4,86€


Come risparmiare energia con le rinnovabili

Pannelli fotovoltaici Seguendo poche ma importanti raccomandazioni su come risparmiare energia con le rinnovabili è possibile ridurre considerevolmente il costo relativo all'approvvigionamento energetico. La prima cosa da fare è rivolgersi a un professionista del settore o un consulente di un'azienda specializzata. Bisognerà farsi consegnare uno studio dettagliato delle alternative possibili agli impianti già esistenti o, eventualmente, per integrarli e perfezionarli. Inoltre servirà capire quali sono le caratteristiche naturali del luogo dove si intende progettare un impianto ad energia rinnovabile. Ovviamente se la zona è particolarmente ventosa si prenderà in considerazione un mini-eolico domestico per alimentare alcuni dispositivi senza spendere niente. In alternativa ci sono i pannelli fotovoltaici, da montare sul tetto o a terra, a seconda delle possibilità e delle esigenze. L'impianto solare potrà funzionare da solo o in aggiunta a un'altra fonte energetica


Risparmio energia elettrica: I vantaggi e gli incentivi

Risparmio energetico Tutti i lavori per l'efficientamento degli edifici ad uso civile o destinati alle attività commerciali e le aziende possono essere fatti con un'incentivazione molto interessante. Il governo, infatti, mette a disposizione delle persone che decidono di effettuare questo tipo di lavori un bonus fiscale che arriva a coprire oltre il 50% della somma totale investita. I soldi verranno restituiti con una rateizzazione in 10 anni da scalare sulle tasse che vengono pagate in base al reddito. Inoltre il vantaggio sarà progressivo anche dal punto di vista del risparmio. I soldi spesi per l'acquisto e l'installazione degli impianti rinnovabili verranno ammortizzati dal risparmio in bolletta. Nel caso del fotovoltaico, ad esempio, nei momenti più favorevoli come quello estivo addirittura si potranno addirittura immettere in rete le eccedenze prodotte, con un considerevole ritorno economico.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO