Tipi di giardini

Il giardino è uno spazio verde impreziosito con fiori, arbusti perenni o stagionali, siepi, alberi. Tutti questi elementi possono essere compresi in un giardino, così come solo alcuni di essi o anche uno soltanto.

Il giardino può essere esposto a sud, in pieno sole, o può essere ombreggiato. La sua esposizione, naturalmente, determina il tipo di piante che sarà opportuno sistemare nello spazio disponibile.

Ci sono tanti tipi di giardini: la loro struttura, l'aspetto, la conformazione e lo stile dipendono certamente dal luogo in cui si trovano, ma anche e soprattutto dal gusto di chi si occupa del giardino stesso e di come lo preferisce.

Vediamo le diverse tipologie di giardini, così da conoscere le possibilità di coltivazione offerte per strutturare nel modo che preferiamo l'area verde di cui disponiamo.

La natura mette a disposizione un'infinità di piante, ... continua


Articoli su : Tipi di giardini


1          ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
1          ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
prosegui ... , fiori e alberi; è quindi possibile, e potremmo quasi dire facile, trovare e abbinare ciò che ci piace a quello che il nostro giardino può far crescere in modo rigoglioso.

Quali sono, quindi, i tipi di giardini? C'è il giardino all'inglese, quello all'italiana, il giardino roccioso, quello zen in stile giapponese, e c'è il giardino - orto, quello che combina estetica e profitto. Ci sono poi i giardini pensili e quelli verticali, oltre ai "pocket parks", ovvero piccoli spazi rubati al cemento delle città.

Cominciamo col conoscere il giardino all'italiana, detto anche giardino formale. Questo modo di organizzare il giardino ha influenzato in modo abbastanza incisivo quelli alla francese e all'inglese. Il giardino all'italiana è caratterizzato da spazi geometrici disegnati con siepi e filari di alberi; i cespugli sempreverdi vengono tagliati in forme fantasiose e spesso si accostano a fontane, archi o

altri elementi architettonici. Questi giardini nacquero intorno al XV secolo per abbellire i grandi spazi delle ville dei nobili e una loro particolarità è quella di essere belli non solo quando ci si passeggia, immersi in viali e sentieri, ma anche visti dall'alto.

I giardini all'inglese, al contrario, non hanno rigide regole geometriche o un ordine ben definito. Sono invece propensi a lasciare la natura libera di esprimersi, senza che questo significhi che debbano essere lasciati incolti e selvaggi: sono semplicemente molto naturali.

Troviamo poi quello alla francese, e in questo caso siamo di fronte a giardini ancora una volta ben delineati, geometrici, ma privi dei terrazzamenti che invece possono essere presenti in quelli all'italiana. I fiori contribuiscono all'armonia di questo tipo di giardino e ne sono un elemento fondamentale.

I giardini rocciosi sono formati soprattutto da piante grasse, ovvero succulente che hanno bisogno di poca acqua e poca terra e crescono bene anche tra i sassi e le rocce. Spesso organizzati su diversi livelli, con collinette e dislivelli, sono adatti per i luoghi soleggiati e non richiedono cure troppo assidue.

Nel giardino giapponese ogni elemento ha un significato particolare e lo scopo è quello di creare un ambiente rilassante e riflessivo. Acqua, quindi piccole cascate o rivoli che scorrono a simboleggiare la vita; rocce e sassi, anche grandi, per la solidità dei valori; piante verdi come muschio e felci, rilassanti. Pochi fiori, ed elementi come ponticelli e lanterne, arricchiscono la semplice armonia di questi tipi di giardini.

Infine, vanno citati i giardini in verticale. L'ispirazione, come sempre, viene dalla natura che ricopre di vegetazione muri, rocce e qualsiasi spazio anche verticale. Prendendo spunto da essa, nasce l'idea di ricoprire di piante e fiori le pareti di centri commerciali o semplici edifici. In città lo scopo non è solo ornamentale, ma il verde in verticale funge anche da rimedio contro lo smog e per attutire i rumori. Inoltre consente un isolamento termico dell'edificio. In piccolo, è possibile realizzare mini giardini verticali anche su terrazzi e muri di casa, utilizzando pallet o contenitori vari posti sui muri.

Infine, il giardino coltivato con ortaggi e piante aromatiche, senza però la struttura e le regole di un orto, consente di avere piacevolissimi spazi verdi, ma anche di raccogliere frutta e verdura di stagione.

I tipi di giardini sono tanti e tutti riescono a dare soddisfazione.

Guarda il Video