Pannelli solari termici

Pannelli solari termici fai da te

I più esperti possono lanciarsi nella costruzione dei pannelli solari termici fai da te.Il pannello solare vetrato a circolazione naturale è il più facile da progettare. In una famiglia "tipo" serviranno circa 4 mq di pannelli per il fabbisogno in termini di riscaldamento e acqua calda.Il materiale occorrente è: 4 pannelli di compensato fenolico, 1 più piccolo per chiudere il fondo del telaio, lana di vetro, silicone, viti per assemblaggio, lastra di vetro 1 metro x 1 metro, lamiera d'acciaio, 4 staffe, 1 serpentina, 4 angolari per l'interno telaio, 1 serbatoio d'accumulo (la cui grandezza andrà rapportata alla grandezza del pannello).Il telaio si deve assemblare con i pannelli di compensato, aiutandosi con il silicone. Sul fondo si pone la lana di vetro, e poco più sù, gli angolari sempre all'interno delle pareti. La lamiera si fissa agli angolari e si predispone la serpentina sulla stessa. Vanno praticati dei fori laterali per predisporre i tubi conduttori. Il telaio si chiude con la lastra di vetro grazie alle viti autofilettanti. In ultimo, si fanno convergere i tubi conduttori al serbatoio d'accumulo, che a sua volta andrà collegato agli impianti domestici.
Pannello solare termico fai da te

PANNELLO SOLARE TERMICO ACQUA CALDA SERBATOIO INOX 100 Lt ACCESSORI INCLUSI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 309,99€


Impianto solare termico funzionamento

Impianto solare termico schema di funzionamento Il funzionamento dell'impianto solare termico parte da un principio base: i raggi del Sole colpiscono i pannelli, anche detti collettori solari, e vengono catturati. É così che inizia il processo di trasformazione energetico. A confluire sui pannelli vi sono, infatti, dei tubi di diversi materiali, ma pur sempre di tipo conduttore. Questi servono a trasportare il calore dei raggi solari nel serbatoio d'accumulo. L'acqua contenuta nel serbatoio viene così riscaldata e trasportata a sua volta da ulteriori tubi diretti nell'abitazione in questione. I tubi conduttori che partono dal serbatoio sono collegati agli impianti domestici: caldaia, termosifoni e rubinetti per l'acqua calda sanitaria. Vi sono due meccanismi di funzionamento. Uno a circolazione naturale, che è quello appena descritto, idoneo in zone climatiche favorevoli. E un altro a circolazione forzata, che prevede l'impiego di una pompa all'interno del serbatoio per far circolare l'acqua. La pompa deve azionarsi per mezzo di una centralina elettrica. Questo tipo di pannelli solari sono consigliati nelle zone dal clima rigido e poco assolato, ove occorre un aiuto per equilibrare lo scambio energetico.

    Intex 28685 Pannello Solare I.3, 7.570 l/h

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,9€
    (Risparmi 4€)


    Impianto solare termico prezzi e convenienza

    Impianto solare termico I prezzi relativi a un impianto solare termico vanno calcolati in proporzione a convenienza e risparmi futuri.Decidere d'installare i pannelli solari comporta un costo iniziale che non può essere sottovalutato. Si deve partire dal presupposto che questo è un investimento sul futuro, personale e ambientale. Sono più economici rispetto all'impianto fotovoltaico, e coprono perfettamente il fabbisogno quotidiano di una famiglia. Per fare un esempio pratico: se si pensa a un impianto solare che debba provvedere al riscaldamento termico e idrico di 4 persone, saranno sufficienti circa 3.400 euro. La spesa appare comunque ingente? Certamente, ma bisogna vedere la convenienza di questa spesa con una prospettiva a lungo termine. I pannelli solari non sono autonomi, come i fotovoltaici, sono dei coadiuvanti agli impianti preesistenti in casa. Installandoli però, saranno loro a provvedere al riscaldamento, sia trasformando l'energia in calore, sia in acqua calda. Pertanto la convenienza è più che garantita: il risparmio è evidente sia sul gas, sia sulla corrente elettrica altrimenti consumata. Per non parlare dell'aiuto ancor più grande dato al Pianeta e alle spese pubbliche.


    Pannelli solari termici sottovuoto

    Pannello solare termico con tubi sottovuoto I pannelli solari termici sottovuoto sono una delle tre tipologie esistenti sul mercato. Leggermente più costosi rispetto a quelli scoperti o piani, ma una scelta obbligata per coloro che devono installarli in una zona climatica avversa. Le temperature rigide, infatti, o un livello di nuvolosità costante comportano una difficoltà nel meccanismo di convezione. Per questo si prediligono i pannelli solari sottovuoto, essi sono composti da una struttura atta a trattenere meglio il calore. Hanno dei particolari tubi di vetro, sempre di tipo conduttore, che si occupano di evitare la dispersione del calore stesso. Questi tubi, grazie alla loro tecnologia riescono a garantire una migliore trasformazione della luce e di conseguenza della radiazione di calore.Anche il rivestimento dello specchio è diverso, risulta più riflettente, con lo scopo di aiutare e ottimizzare la resa energetica dei collettori. Con la tipologia d'impianto solare sottovuoto si ha la certezza di ottenere un'adeguata produzione di acqua calda sanitaria e integrazione al riscaldamento, in tutte le condizioni climatiche.


    Pannelli solari termici vetrati o piani

    I pannelli solari termici vetrati o piani sono composti da un pannello di tipologia, appunto piana, e da un serbatoio d'accumulo acqua. Vi sono ditte specializzate che presentano modelli con serbatoi d'accumulo ad aria: in pratica si utilizza l'aria invece dell'acqua per veicolare il calore e attivare il processo di trasformazione energetica.

    Vi è un radiatore interno, protetto dalla lastra di vetro, e l'assemblaggio consente di far penetrare i raggi nel collettore in modo ottimale. La radiazione solare è aiutata anche dalla lamiera, con particolari tubi di rame, posta all'interno del pannello stesso.

    I lati del collettore solare e il fondo sono composti da materiali termo-isolanti per evitare dispersioni di calore. Inoltre, il telaio sul quale poggia tutto, è costituito da una lega molto leggera che agevola a sua volta l'irradiazione del Sole.

    Esistono i pannelli solari vetrati selettivi e quelli non selettivi. I primi, hanno materiali d'impiego d'alta qualità, costano di più e lavorano bene anche nei mesi freddi. I secondi, hanno l'assorbitore solo verniciato di nero, e sono più indicati nelle zone climatiche ben assolate.


    Impianto solare termico posizionamento

    impianto solare Un fattore molto importante per l'installazione di un impianto solare termico è il suo posizionamento.

    Il Sole irradia la Terra, questo è un dato di fatto, e il compito dei collettori solari è certamente quello di catturare i raggi e trasformarli in energia pulita. Questo non significa però che si possano collocare a caso.

    Studiare la giusta posizione strategica è fondamentale per far sì che la loro resa sia efficiente in tutti i mesi dell'anno.

    Per coloro che vivono in posti dal clima costantemente avverso, e con una nuvolosità predominante, vi è un optional costoso ma possibile. Si tratta di un sofisticato e innovativo sistema d'inseguimento della traiettoria del Sole. Il prezzo è ingente e secondo gli esperti, in Italia, non vi sono zone particolari che ne giustifichino l'installazione.

    Basterà posizionare i pannelli solari con un orientamento idoneo, puntare il Sud è la scelta migliore per coprire il fabbisogno energetico sia d'inverno, sia d'estate. L'inclinazione, a sua volta, dovrà essere ben marcata sul piano per far sì che tutto funzioni nel migliore dei modi, un tecnico sarà in grado di calcolare la giusta inclinazione secondo la latitudine del luogo specifico.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO