Bonsai hibiscus

Il bonsai hibiscus

Il bonsai hibiscus è una pianta a foglie caduche, ossia un vegetale che resta completamente spoglio durante il periodo invernale, ma che fiorisce in maniera rigogliosa durante il periodo primaverile, donando fiori di una bellezza straordinaria. L'Ibisco è un pianta da esterno, sebbene sia un arbusto decisamente resistente al freddo e al gelo, essa va posizionata in un luogo abbastanza soleggiato, al riparo dagli agenti atmosferici e da climi estremi. Di notevole importanza è la potatura, questo lavoro deve essere compiuto frequentemente sia in inverno che in primavera. Quindi rimuovere rami e foglie secche garantirà un'ottima crescita del bonsai. Inoltre bisogna evitare che l'hibiscus venga attaccato dalle cocciniglie, queste rallentano lo sviluppo del bonsai ed in alcuni casi provocano anche la morte.
Bonsai hibiscus

Growth Technology - Bonsai Focus, Fertilizzante liquido concentrato per bonsai, 300 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 4,99€


Bonsai hibiscus: concimazione ed annaffiatura

Bonsai ibisco Il bonsai hibiscus deve essere innaffiato durante tutte le stagioni, che sia inverno o estate, con assidua frequenza ed intensità in base alla grandezza della pianta e del vaso. Naturalmente durante la stagione di fioritura la pianta ha bisogno di maggiore attenzione e quindi anche di una maggiore quantità d'acqua. L'acqua va versata molto lentamente e con cautela, si può anche utilizzare una doccetta. Questa operazione va ripetuta diverse volte a distanza di minuti, in modo che la pianta riesca a trattenere la maggior misura di acqua possibile. La concimazione è un processo che va effettuato durante la stagione primaverile o autunnale, momenti in cui il clima è particolarmente mite. L'operazione va messa in atto solo dopo aver bagnato il substrato, inoltre è consigliabile utilizzare il concime liquido in quanto risulta più pratico, nonostante quello solido granulare venga assorbito più velocemente.

  • Bonsai di camelia fiorito I bonsai di camelia sono particolarmente ambiti per le loro prospere fioriture. Sia il tronco che i rami sono facili da modellare e assumono senza soffrire qualsiasi forma gli si voglia imprimere. La...
  • Bonsai di magnolia La magnolia cresce spontaneamente nei paesi orientali. Il suo bonsai è fra i più caratteristici e belli che esistano. Ha una chioma assai folta costituita da piccole foglie color verde chiaro e fiori ...
  • Bonsai con tronco intrecciato Il bonsai di rosmarino si riproduce per margotta, seme e talea, tuttavia per realizzare un bonsai è meglio ricorrere alla raccolta (preferibilmente nella stagione invernale) di una pianta in natura, i...
  • Un esempio di bonsai di acero palmato L'acero palmato, a differenza di altri bonsai, può sostenere sia il caldo che il freddo. In estate è meglio esporre il bonsai alla luce diretta nella mattinata, spostandolo poi in una zona ombreggiata...

SAFLAX - Garden to Go - Larice comune - 75 semi - Larix decidua

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,45€


Rinvaso

ibisco bonsai Il rinvaso è un intervento importante non solo per il bonsai hibiscus, ma per tutte le piante. Questo lavoro va eseguito durante il periodo di riposo vegetativo, ossia durante l'autunno o durante la primavera, quando la pianta si sta preparando alla nuova vegetazione. Prima di tutto bisogna cambiare il vaso vecchio e sostituirlo con uno nuovo, poi rimuovere il terriccio e sostituirlo con quello fresco. Dopo di che bisogna rimuovere con delicatezza le radici più legnose e lasciare quelle più tenere e fresche. La frequenza del rinvaso dipende molto dall'età della pianta. Se il bonsai in questione è giovane e quindi ai suoi primi anni di vita, il rinvaso va ripetuto annualmente o ad anni alterni. Se invece la pianta è abbastanza vecchia il processo può essere messo in atto anche ogni 5-7 anni.




COMMENTI SULL' ARTICOLO