Ficus bonsai

Irrigazione del Ficus bonsai

Il Ficus bonsai è una pianta che ha bisogno di irrigazioni piuttosto costanti. Sia in estate che in inverno si procederà con le bagnature ogni volta che il terreno ci sembrerà troppo asciutto. È fondamentale mantenere il terriccio umido per evitare l'insorgenza di malattie. In ogni caso il Ficus bonsai è in grado di sopportare piccoli periodi di siccità oppure delle bagnature leggermente eccessive. Qualora si continuasse ad abbondare con l'acqua, tuttavia si rischia di generare il marciume radicale, una delle cause principali di morte rapida della pianta. Per quanto concerne l'acqua di irrigazione si consiglia l'uso di quella dolce a una temperatura ambiente. È bene anche nebulizzare dei liquidi attorno alla chioma con cadenza giornaliera per mantenere elevato il livello di umidità. Anche in questo caso non bisognerà esagerare al fine di evitare che la pianta venga attaccata dai funghi.
Pianta di Ficus bonsai

exotenherz.de - Bonsai Ficus retusa, 6 anni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


Posizionare il Ficus bonsai

Ficus bonsai con chioma potata Per crescere in maniera sana il Ficus bonsai ha bisogno di molta luce. Per questa ragione se la pianta viene coltivata in casa è bene che venga posizionata direttamente davanti ad una finestra. Inoltre il Ficus bonsai ha anche bisogno di temperature calde, che non scendano mai al di sotto dei 15°C. Per questa ragione si sconsiglia di esporre la pianta in giardino in inverno e di ricollocarla all'esterno solamente quando le temperature saranno più elevate e stabili. Quando si sposta il Ficus dall'interno all'esterno è bene che questo passaggio sia graduale in modo tale da permettere che si riabitui ai raggi ultravioletti. L'ombra è totalmente sconsigliata per il Ficus che in quel caso non produrrà delle nuove foglie. Prima che venga riposizionata all'esterno, un consiglio utile è quello di defogliare la pianta.

  • Foglie di Ficus retusa Per quanto concerne le irrigazioni del Ficus retusa, è bene procedere ogni volta che il terreno risulti completamente asciutto. Quando si procede con le bagnature, è necessario evitare di eccedere per...
  • Ficus retusa bonsai Il genere Ficus comprende più di 2.000 specie, la maggior parte delle quali originaria delle regioni più calde del pianeta. Molte di loro sono ottime piante da coltivare in casa; ciò non si può dire p...
  • Bonsai ficus microcarpa La pianta arborea proviene peculiarmente dai continenti asiatico e oceanico e, nella varietà bonsai, risulta apprezzata per la sua bellezza e adattabilità, tanto da essere utilizzata per l'abbelliment...
  • Fronda ficus benjamin Il Ficus benjamin è una delle piante ornamentali più diffuse nelle nostre case che rappresentano, per questa specie, l'habitat ideale per una crescita rigogliosa. Si tratta di una pianta erbacea sempr...

Tropica - Bonsai - Bobaum / Bodhibaum (Ficus religiosa) - 200 semi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 3,5€


Potatura del Ficus bonsai

Tipologia di Ficus bonsai Il Ficus bonsai necessita di una potatura costante per mantenere la forma della chioma regolare e curata. Si consiglia di procedere recidendo 2 foglie ogni 6 o 8 foglie di nuova formazione. Questa pianta tende a sviluppare delle foglie piuttosto grandi ed è bene effettuare di volta in volta la defogliazione. Questa operazione è consigliata anche quando si intende spostare il Ficus all'esterno in estate. Al contrario la potatura non si effettua quando si vuole lasciare ispessire il tronco e la pianta verrà lasciata libera di crescere per circa due anni. Alla fine di questo periodo potranno essere recisi dei piccoli rami senza che il Ficus subisca danni. I tagli effettuati andranno comunque coperti con della pasta cicatrizzante per evitare l'insorgere di malattie infettive. Dai rami recisi potranno comunque formarsi dei nuovi germogli.


Innesto per il Ficus bonsai

Ficus bonsai Il Ficus bonsai è una pianta in grado di formare delle strutture particolarissime grazie alla sua capacità di unire autonomamente delle parti che si vengono a toccare. I rami si uniscono con una certa pressione e generano dei giochi particolari che rendono il fusto piuttosto frastagliato. Grazie a questa capacità si possono legare assieme delle piante giovani creando una chioma più fitta e ottenendo un Ficus molto ricco. La pianta si presta bene a diverse tecniche di innesto. Ad esempio è possibile unire dei nuovi rami oppure anche delle radici. Il Ficus tende a sviluppare delle radici aeree e, nel caso in cui la coltivazione della pianta sia ottimale, anche queste parti potranno essere sfruttate per degli innesti. Quando si effettuano delle potature, specialmente su piante giovani, anche le ferite vengono sfruttate per l'inserimento di parti addizionali.


Concimazione del Ficus bonsai

La concimazione del Ficus bonsai è un procedimento necessario per la crescita sana della pianta che si sviluppa con una scarsità di terriccio e avrà bisogno di un'integrazione di nutrienti. In estate la frequenza delle fertilizzazioni è di circa una volta ogni settimana o 2 settimane al massimo mentre in inverno si può concimare una volta ogni 3 o 4 settimane. La fertilizzazione invernale è utile solo nel caso in cui il Ficus non arresti la sua crescita. Il concime da utilizzare è in forma liquida da diluire con l'acqua di irrigazione e deve contenere i macroelementi chimici fondamentali: azoto, fosforo e potassio. Prima di effettuare la fertilizzazione è bene bagnare il terreno per lasciare penetrare meglio il concime. Generalmente il fertilizzante viene fornito in dosi leggermente inferiori rispetto a quanto riportato sulla confezione.


Malattie e cure

Foglie bonsai Il Ficus bonsai è una pianta che resiste piuttosto bene agli attacchi dei parassiti. I problemi principali possono provenire piuttosto da cattivi metodi di coltivazione. Ad esempio la pianta tenderà a produrre poche foglie qualora venisse esposta all'ombra oppure non si venga a trovare in una zona con un'umidità elevata. A volte si potrà notare che il Ficus comincerà a perdere le foglie a causa di un'aria troppo secca. Per quanto concerne i parassiti, quelli che maggiormente infestano la pianta sono gli acari o la brattea. Per contrastare queste infestazioni si possono usare delle stecche di insetticidi che vanno piantate nel terreno. Il Ficus si presenterà comunque indebolito da questo attacco e la ripresa del suo vigore sarà data mediante l'utilizzo di sistemi di illuminazione specifici e una frequente nebulizzazione.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO