Bonsai melograno

Bonsai melograno, cosa sono?

I bonsai sono alberi mantenuti nani grazie a particolari tecniche di potatura e di riduzione delle radici. Grazie a queste tecniche si riesce ad ottenere la dimensione e la forma che si vuole. Tutto ciò ovviamente rispettando le funzioni della pianta. Originari del Mediterraneo e dell'Asia, i bonsai melograno, si possono considerare una delle specie più facili da coltivare, per questo è la scelta ideale per gli amanti meno esperti di questo genere di piante nane. Inizia il periodo di fioritura in primavera e termina in autunno. Il bonsai melograno, come l'albero melograno di dimensione naturale, presenta foglie allungate e strette, produce anche frutti ma naturalmente di dimensione più ridotta. I frutti sono rotondi e contengono al loro interno semini che una volta maturati sono rosso intenso.
come curare bonsai melograno

GETSO 30 PCS Gardenia Bonsai Capo Jasmine Giardino Domestico in Vaso Bonsai Dono sorprendente Flores Belle Piante in Camera Fiore Albero: f

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€


Le quattro stagioni del bonsai melograno

Curare bonsai melograno In primavera inizia il periodo di fioritura. Per renderla efficace al meglio, è consigliato quindi esporre il bonsai melograno alla luce diretta del sole. Anche se è una pianta che resiste al clima caldo, si consiglia in estate di proteggerla coprendo le radici dall'eccessivo calore. Basta quindi ricoprire i vasi evitando surriscaldamento. Un'alternativa è quella di non lasciare il bonsai esposto al sole per l'intera giornata estiva. L'autunno, come per la primavera, le temperature non sono più troppo elevate, quindi per portare a termine la maturazione dei frutti bisogna lasciare la pianta esposta al sole. Sempre in autunno, le foglie assumeranno un colore molto più intenso. Diverso è il periodo invernale, siccome la temperatura si abbassa notevolmente bisogna proteggere le radici dalle gelate.

  • Bonsai di camelia fiorito I bonsai di camelia sono particolarmente ambiti per le loro prospere fioriture. Sia il tronco che i rami sono facili da modellare e assumono senza soffrire qualsiasi forma gli si voglia imprimere. La...
  • Bonsai di magnolia La magnolia cresce spontaneamente nei paesi orientali. Il suo bonsai è fra i più caratteristici e belli che esistano. Ha una chioma assai folta costituita da piccole foglie color verde chiaro e fiori ...
  • Bonsai con tronco intrecciato Il bonsai di rosmarino si riproduce per margotta, seme e talea, tuttavia per realizzare un bonsai è meglio ricorrere alla raccolta (preferibilmente nella stagione invernale) di una pianta in natura, i...
  • Un esempio di bonsai di acero palmato L'acero palmato, a differenza di altri bonsai, può sostenere sia il caldo che il freddo. In estate è meglio esporre il bonsai alla luce diretta nella mattinata, spostandolo poi in una zona ombreggiata...

Fito X100901 Goccia Bonsai, Rosso, 8.1x5.6x14 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,2€


Curare bonsai melograno

pianta bonsai melograno Una delle tecniche più importanti per curare il bonsai melograno è l'annaffiatura. L'ideale è versare acqua più volte con intervalli di alcuni minuti, lasciando così il tempo al terriccio di assorbirla. Molto importante però è non esagerare con l'annaffiatura nel periodo della fioritura, danneggerebbe la pianta e i fiori cadrebbero prima del tempo.

L'altra tecnica molto importante è la potatura. Va effettuata durante l'inverno, ovvero durante il periodo in cui la pianta riposa. Una volta tagliati i rametti, per evitare danni, bisogna utilizzare una sostanza cicatrizzante. Concimare, se fatto nel modo corretto, aiuta la pianta a raggiungere uno stato ottimale. Si consiglia di evitare di concimare nel periodo di piena fioritura del bonsai. Cimentatevi in questa arte e non rimarrete delusi del risultato.




COMMENTI SULL' ARTICOLO