Tassa rifiuti

In che cosa consiste la tassa sui rifiuti

La nuova tassa sui rifiuti in vigore da qualche anno si chiama Tari e comprende non solo le tasse sulla spazzatura ma anche una serie di altre voci. Infatti, l'acronimo Tari sta a intendere la tassa sui rifiuti e sui servizi indivisibili.In particolare, la Tari si compone di due parti: una fissa che è relativa ai servizi aggiuntivi che si pagano come lo spazzamento delle strade, etc; la seconda parte è, invece, variabile ed è calcolata in base al presunto volume di spazzatura prodotta dagli abitanti dell'appartamento. E' quindi strettamente legata al numero di inquilini della casa. A queste due parti si aggiunge anche la tassa regionale.
La nuova tassa sui rifiuti

Successione ereditaria, divisione dei beni e donazioni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 47,6€
(Risparmi 8,4€)


Tassa rifiuti: Quando e come pagare la tassa sui rifiuti

Calcolare la tassa sui rifiuti La Tari, ossia la tassa sui rifiuti, non si paga nello stesso modo in tutte le regioni d'Italia. Sono queste ultime, infatti, a decidere le modalità di versamento e le date. Generalmente si può dire che viene lasciata ai cittadini la decisione di pagare l'intero importo in una sola soluzione oppure in più rate dello stesso importo. Si può pagare la tassa sui rifiuti alla Posta tramite bollettino postale oppure attraverso bonifico bancario. Non è previsto il pagamento in contanti. I bollettini arrivano direttamente a casa del contribuente: ogni singolo bollettino riporta non solo l'importo da versare ma anche la data di scadenza delle rate.

    La tassa rifiuti: aspetti economici, ambientali e tributari a carico delle imprese e dei cittadini

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,78€
    (Risparmi 5,22€)



    COMMENTI SULL' ARTICOLO