Battiscopa ceramica

Perché adottare il battiscopa ceramica in casa

Il battiscopa ceramica è un elemento molto apprezzato perché consente di mantenere in buono stato la propria abitazione. Si tratta di un piccolo dettaglio d'arredo che però può avere numerose funzioni e consentire di limitare gli effetti del passare del tempo sulla struttura dell'edificio. Innanzitutto il battiscopa in ceramica consente di dare agli ambienti una maggiore eleganza e al tempo stesso protegge la parte inferiore della parete da graffi e urti accidentali che possono danneggiare l'intonaco. Questa soluzione è particolarmente utile se si possiedono animali domestici. L'utilizzo degli elementi ceramici è consigliato in case in stile classico, shabby chic e provenzale: infatti in contesti moderni si creano effetti stridenti poco piacevoli. La posa può anche essere effettuata con il fai da te, tuttavia è importante avere buone doti manuali e sapere come procedere per evitare inconvenienti vari.
Battiscopa ceramica

'trecor sughero finito Parquet "Porto con ceramica verniciatura – Spessore 10,5 mm – 3 mm strato – dimensioni: 905 X 295 X 10 mm – Si acquista 1 m²

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,99€


Cosa fare prima della messa in posa

Battiscopa casa Quando si posa il battiscopa ceramica in casa è fondamentale seguire alcuni accorgimenti prima di iniziare il lavoro: innanzitutto è fondamentale controllare che il pavimento sia privo di avvallamenti, dossi oppure imperfezioni. Solo in questo caso la procedura può essere portata a termine a regola d'arte. A questo punto ci si procura gli elementi modulari, cioè piastrelle o mattonelle in ceramica. Si possono utilizzare le stesse piastrelle usate per il pavimento così da avere una soluzione di continuità dal punto di vista cromatico; in alternativa si punta su moduli dalla texture o dal colore differente così da ottenere un dettaglio particolare, una rifinitura di stacco ai bordi o un piacevole effetto contrasto. Per terminare la fila delle piastrelle può essere necessario tagliare gli elementi perché abbiano le dimensioni richieste: in questo caso si utilizza un taglia piastrelle dopo aver segnato la linea di taglio con un pennarello.

  • Impiego battiscopa gomma Con il passare del tempo le case e le loro forme si sono sviluppate adattandosi a necessità e gusti dell'uomo, tale processo ha portato alla realizzazione di strutture sempre più complesse, con forme ...
  • Posa battiscopa I battiscopa in marmo sono dei profili che possono essere ricavati da qualsiasi genere di marmo, e vengono posizionati nella parte inferiore di una parete. La loro funzione principale è quella sia di ...
  • Zoccolino legno Lo zoccolino in legno è la scelta più classica per il battiscopa dell'abitazione o dell'ufficio. Il legno è un materiale da costruzione noto, utilizzato anche come abbellimento, potendo offrire un'amp...
  • Montaggio battiscopa Per la posa battiscopa dovremo seguire le raccomandazioni di installazione fornite al momento dell'acquisto su internet o presso un rivenditore specializzato. La principale differenza per le tecniche ...

Fugenial "Fuginator®" Spazzola per fughe tra le piastrelle in bagno/cucina e per vari usi domestici. Per pulire le fughe ed eliminare la muffa superficiale. Setole blu (uso universale)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,95€


Battiscopa ceramica: Come lo si posa in casa

Tipologie marmo Una volta messi a punto tutti gli accorgimenti necessari si può passare alla posa vera e propria del battiscopa ceramica. Innanzitutto si effettua una prova appoggiando tutti gli elementi modulari identici alla parete: in questo modo si verificano gli angoli e la presenza di sporgenze. Per la posa si utilizza una colla per piastrelle: in commercio si trovano tanti prodotti diversi, già pronti oppure in polvere. Il collante va steso sul dorso delle piastrelle, magari aiutandosi con una spatola. Si consiglia di usarne una piccola quantità per evitare che il prodotto fuoriesca e macchi il muro quando si pressano le mattonelle con forza per farle aderire alla parete. Bisogna evitare il più possibile che si formino fughe di grandi dimensioni che causino un effetto antiestetico; si consiglia di impiegare crocette di plastica perché la distanza tra una piastrella e l'altra sia sempre la stessa. Una volta che la colla è asciutta si riempiono le fughe con fugante oppure con malta, per poi eliminare il materiale in eccesso non ancora secco con uno straccio. Al posto della colla si può usare la malta, però il lavoro risulta più lungo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO