Orchidee Cambria

Come irrigare le Orchidee Cambria

Per quanto concerne la frequenza delle irrigazioni da effettuare sulle Orchidee Cambria, bisogna tener conto che queste piante non amano assolutamente gli ambienti asciutti. E' fondamentale, quindi, mantenere il substrato costantemente umido e non lasciare mai che si secchi completamente. Questo comporterà delle bagnature più frequenti in estate rispetto alle stagioni più fredde. Inoltre l'Orchidea Cambria ama anche vivere in un ambiente piuttosto umido e, al fine di ricreare questa condizione, è bene nebulizzare dell'acqua attorno alle foglie anche due volte al giorno durante i periodi più afosi. E' possibile aggiungere al vaso dell'argilla espansa che assorba l'acqua e la diffonda poi nel corso del tempo, favorendo un ambiente umido adatto alla crescita della pianta.
Fiori delle Orchidee Cambria

Vivai Le Georgiche ORCHIDEA BURRAGEARA NELLY ISLER (CAMBRIA)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 36€


Come curare le Orchidee Cambria

Orchidee Cambria Le Orchidee Cambria non sono piante che amano molto la luce. E' necessario fornire dell'illuminazione moderata e che non superi un valore di circa 15.000 lux. E' sufficiente osservare le foglie della pianta per comprendere se si sta fornendo la giusta quantità di luce: se saranno piuttosto rossastre vuol dire che la luce è eccessiva, se saranno di un verde troppo scuro allora, l'illuminazione è insufficiente. Per quanto concerne le temperature, queste piante riescono a sopportare una temperatura minima di circa 15°C e una massima di 25°C. L'Orchidea Cambria riesce ad adattarsi a temperature superiori per un periodo di tempo breve e se in presenza di una buona umidità ambientale nonchè una buona circolazione dell'aria. Questo tipo di pianta non è adatta alla vita da esterno.

  • Orchidee cattleya Le magnifiche piante provengono esclusivamente dal continente americano e vengono classificate nello specifico gruppo familiare delle Orchidaceae. Molte di queste orchidee tropicali sono Epifite, ovve...
  • Orchidee Vanda Le Orchidee Vanda sono piante da fiore originarie del continente asiatico e in particolare dell'India, della Cina, della Malesia e dell'Indonesia; alcune varietà sono coltivate anche in Australia. A q...
  • Orchidea da travasare Un tempo ritenute piante rare e molto pregiate, le orchidee si sono ben ambientate, grazie anche alle nuove varietà, alla vita alle nostre latitudini. Il prezzo, un tempo quasi proibitivo, è diventato...

Orchidee

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,12€


Come concimare le Orchidee Cambria

Esemplari di Orchidee Cambria Per quanto riguarda le concimazioni delle Orchidee Cambria, è consigliato procedere con una certa regolarità e di solito la frequenza consigliata è una volta ogni tre settimane circa in maniera tale da permettere alla pianta di assorbire i nutritivi nella maniera coretta. Il concime da utilizzare deve contenere gli elementi fondamentali ovvero azoto, fosforo e potassio, in parti esattamente eguali. La dose consigliata per la sommministrazione di questo fertilizzante è di circa 0,5 grammi per litro d'acqua e potrà essere diminuita solo qualora il substrato fornito all'Orchidea Cambria contenesse degli elementi nutritivi. E' bene concimare questa pianta dopo aver proceduto con le irrigazioni per evitare un'eccessiva concentrazione salina.


Malattie e rimedi

Orchidee cambria La maggior parte delle malattie delle Orchidee Cambria, dipendono da un cattivo metodo di coltivazione della pianta. L'Orchidea Cambria tenderà a soffrire qualora l'illuminazione non sarà fornita nella maniera corretta o la frequenza delle bagnature risulterà eccessiva e mostrerà da subito i primi segni di sofferenza tramite le sue foglie. Per quanto riguarda i parassiti, l'Orchidea Cambria può essere attaccata dalla cocciniglia, che è possibile rimuovere pulendo la pianta con un batuffolo di cotone imbevuto di alcol, oppure dagli afidi o dai ragnetti rossi che compariranno nei periodi troppo afosi. Diverse tipologie di funghi possono infestare l'Orchidea Cambria. Questa pianta essendo piuttosto delicata potrebbe facilmente venire attaccata da virus di varia natura.




COMMENTI SULL' ARTICOLO