Orchidee Vanda

Orchidee Vanda: caratteristiche

Le Orchidee Vanda sono piante da fiore originarie del continente asiatico e in particolare dell'India, della Cina, della Malesia e dell'Indonesia; alcune varietà sono coltivate anche in Australia. A questo genere appartengono circa 80 specie che differiscono fra loro per la conformazione delle foglie e il colore delle infiorescenze. Esiste, a tal proposito, una classificazione specifica che suddivide queste orchidee in tre grandi gruppi: "Vanda con foglie nastriformi", "Vanda con foglie cilindriche" e "Vanda con foglie intermedie". Le Orchidee Vanda del primo gruppo vivono bene negli ambienti domestici e richiedono un'esposizione in piena luce solo nelle ore mattutine. Alla seconda categoria appartengono le specie che necessitano di essere allevate all'aria aperta: queste orchidee, infatti, hanno bisogno di una grande quantità di luce e non tollerano gli ambienti chiusi. Le Orchidee Vanda con foglie intermedie, invece, possiedono caratteristiche intermedie tra gli altri due gruppi.
Orchidee Vanda

Feeling at home, Poster, Kunstdruck fŸr Rahmen - Bild, Vanda-Orchideen II cm 53x80

Prezzo: in offerta su Amazon a: 34€


Orchidee Vanda: coltivazione

Coltivazione in cestini appesi Le Orchidee Vanda amano l'umidità e le alte temperature: per questo, il luogo ideale per la loro coltivazione è un recipiente appeso ad una certa distanza dal terreno. Questa altezza consente alle radici della pianta di assorbire il calore e l'umidità direttamente dall'atmosfera. L'apparato radicale di queste orchidee, infatti, è composto da lunghe escrescenze carnose che si dipartono dal fusto e crescono liberamente a contatto con l'aria. Per assecondare al meglio la crescita della pianta, quindi, è necessario utilizzare una modica quantità di terriccio e disporlo in modo da non soffocare le radici; è importante scegliere un contenitore leggero e ben aerato, come un cestino o un cassettina in legno. Poichè la fioritura è abbondante in tutte le stagioni, la concimazione deve essere effettuata con molta frequenza durante l'anno.

  • Orchidea da travasare Un tempo ritenute piante rare e molto pregiate, le orchidee si sono ben ambientate, grazie anche alle nuove varietà, alla vita alle nostre latitudini. Il prezzo, un tempo quasi proibitivo, è diventato...
  • Orchidee cattleya Le magnifiche piante provengono esclusivamente dal continente americano e vengono classificate nello specifico gruppo familiare delle Orchidaceae. Molte di queste orchidee tropicali sono Epifite, ovve...
  • Orchidea gialla Secondo alcuni botanici sono oltre 700 le specie di orchidea Oncilium esistenti. Diverse per tonalità di colore, sfumature, dimensioni e forma dei fiori, si prestano bene per la coltivazione in divers...
  • Fertilizzante piante Per avere delle orchidee con fiori belli e profumati è necessario prestare particolare attenzione al tipo di concime e fertilizzante da utilizzare. Nei garden specializzati sono numerose le tipologie ...

Concime Liquido 'Orchidee' A Formula Potenziata. Prodotto Appositamente Studiato Per Un Nutrimento Equilibrato E Completo A Tutte Le Specie Di Orchidee. Utilizzabile Su Cattleya, Cymbidium, Cyprypendium, Oncidium, Phalaenopsis E Vanda. In Flacone.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,4€


Orchidee Vanda: esposizione e cura

Orchidea Vanda al sole Tutte le varietà di Orchidee Vanda amano l'esposizione in piena luce: in un ambiente poco luminoso, infatti, queste piante non fioriscono. Questa pianta predilige un clima caldo ma ben ventilato: la temperatura ideale, quindi, oscilla fra i 20 e i 30 gradi in estate e fra i 12 e i 18 gradi in inverno. Una buona ventilazione nel periodo estivo impedisce alle foglie di inaridirsi. L'Orchidea Vanda, inoltre, necessita di irrigazioni abbondanti e frequenti che le garantiscano un livello di umidità ottimale; in estate, in particolare, è utile nebulizzare le piante una o due volte al giorno utilizzando acqua tiepida priva di calcare. La concimazione va effettuata una volta alla settimana con un prodotto a base di azoto, fosforo e potassio; durante l'operazione il terreno deve essere bagnato in modo da evitare un'eccessiva concentrazione dei sali minerali. Questa tipologia di orchidea soffre i rinvasi in modo particolare: al momento della piantumazione, quindi, è consigliabile optare per un contenitore molto grande.


Orchidee Vanda: parassiti e malattie

Orchidea affetta da funghi In condizioni non ottimali, le Orchidee Vanda sono esposte a malattie di vario tipo. Fra i parassiti più comuni ci sono la cocciniglia, gli afidi, gli acari e il ragno rosso. La presenza di questi insetti è solitamente rilevabile attraverso l'aspetto delle foglie: in caso di infestazione, infatti, la superficie fogliare appare macchiata o ingiallita. Successivamente, le foglie si accartocciano e cadono. Nei casi meno gravi è possibile intervenire trattando le foglie con alcol; qualora l'infestazione sia ad uno stato molto avanzato si può procedere rinvasando la pianta e sostituendo completamente il substrato. I ristagni di umidità dovuti ad un eccesso di irrigazione o ad una scarsa ventilazione possono causare i marciumi: si tratta di malattie fungine che colpiscono le radici e le foglie causando la rapida morte della pianta. Il marciume nero, in particolare, insorge spesso negli ambienti caratterizzati da una bassa temperatura e da una elevata umidità. L'eliminazione delle sezioni infette e l'uso di un prodotto antiparassitario possono risolvere questo problema.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO