Orchidee in vaso

Coltivare le orchidee in vaso

Le orchidee sono fiori splendidi, particolarmente famosi per la bellezza peculiare della loro struttura alata e per il loro aspetto, che risulta carnoso e delicato allo stesso tempo. Posseggono, inoltre, il fascino che deriva dalla loro origine tropicale e, sebbene esistano specie europee e mediterranee, le piante che è possibile coltivare in vaso sono quelle tropicali. Per coltivare le orchidee in vaso, bisogna conoscere bene le esigenze di questa pianta. Già l'origine (aree tropicali e sub-tropicali dell'Asia, dell'America Latina e del Sud America) ci dà un'indicazione importante sulle temperature sopportate: l'orchidea non è adatta ai climi rigidi e freddi. Eccezion fatta per qualche specie più resistente, non sopravvive sotto i 10°C. In generale predilige temperature intorno a 20°C per tutto l'anno e ambienti luminosi, ma non può essere esposta a fonti di calore o alla luce diretta del sole.
Orchidee

VASO TRASPARENTE IN PLASTICA IDEALE PER LE ORCHIDEE IN CONFEZIONE DA 6 PEZZI (13 Centimetri, 12 Centimetri)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,9€


Umidità, annaffiatura e terreno per le orchidee in vaso

Vasi orchidee Un'altra caratteristica fondamentale delle piante che crescono in climi tropicali è la presenza di elevata umidità. Per questo è necessario ricreare una condizione simile per far crescere bene le orchidee in vaso. Annaffiare regolarmente la pianta non è sufficiente: occorre vaporizzare le foglie con acqua che non contenga cloro. Durante l'inverno, se ci sono i riscaldamenti accesi nell'appartamento, si può aggiungere un umidificatore vicino alla pianta. Un'altra idea per mantenere l'umidità della pianta è quella di posizionare i vasi per orchidee dentro dei sottovasi di cui avremo rivestito il fondo con dei ciottoli. Riempiendo i sottovasi di acqua, senza arrivare a sfiorare il terriccio del vaso, manterremo l'ambiente della pianta in costante umidità. Le orchidee hanno radici aeree, quindi non traggono nutrimento dal substrato, e necessitano di uno strato di materiali inerti da miscelare con un terriccio soffice: corteccia, carbone, argilla espansa, eventualmente della torba di sfagno per aumentarne l'umidità.

  • Sezioni botaniche di orchidea Le orchidee sono delle piante d'appartamento molto diffuse in Italia, la cui origine però si colloca molto lontano dal nostro Paese, ovvero nelle zone tropicali e sub tropicali di Asia e America. Le o...
  • Orchidee Vanda Le Orchidee Vanda sono piante da fiore originarie del continente asiatico e in particolare dell'India, della Cina, della Malesia e dell'Indonesia; alcune varietà sono coltivate anche in Australia. A q...
  • Ramo di orchidee bianche Per la riproduzione delle orchidee è poco usata la tecnica dei semi, in quanto alcune varietà di questo magnifico fiore rientrano tra le specie protette. Le tecniche più usate dunque sono quelle agami...
  • Orchidea da travasare Un tempo ritenute piante rare e molto pregiate, le orchidee si sono ben ambientate, grazie anche alle nuove varietà, alla vita alle nostre latitudini. Il prezzo, un tempo quasi proibitivo, è diventato...

Country Baskets - Orchidea fucsia/rosa in vaso, piccola

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,06€


Orchidee in vaso: Come scegliere i vasi

Vasi originali Esistono molte teorie su quali possano essere i migliori vasi per orchidee. In generale, questa pianta ha una tale presenza scenica che non occorre focalizzarsi sull'estetica del vaso: è molto meglio un vaso semplice, che garantisca però il benessere della pianta. Di solito si pensa che il vaso più adatto sia quello trasparente o semitrasparente. In realtà questa caratteristica del vaso è poco importante. L'unica utilità di un vaso trasparente è quella di poter monitorare lo stato di umidità del terriccio, per individuare eventuali ristagni d'acqua che possono fare marcire la pianta. Per il resto, dal momento che le radici delle orchidee sono aeree, più che la luce, è per loro importante ricevere aria. Per questo il vaso ideale per le orchidee deve possedere fessure o buchi laterali, che facciano passare l'aria. Il materiale del vaso, in genere, non è importante. Le terracotte possono creare qualche problema con alcuni tipi di orchidea, le cui radici tendono ad attaccarsi alla superficie del vaso. Ottimo, invece, il grès.



COMMENTI SULL' ARTICOLO