Riscaldamento a radiatori

Funzionamento impianto di riscaldamento a radiatori

L'impianto di riscaldamento a radiatori è costituito da una caldaia che produce acqua calda che viene immessa nella tubazione dell'impianto di riscaldamento. A sua volta la caldaia viene alimentata dal metano o dal gpl.Per ottimizzare il rendimento di un impianto di riscaldamento a radiatori è necessario regolare il termostato della caldaia sui 20° C.Inoltre è fondamentale aprire le valvole di sfiato per far fuoriuscire l'aria che si può essere formata prima dell'accensione stagionale dell'impianto, bisogna fare molta attenzione perchè oltre all'aria uscirà anche dell'acqua bollente. Non bisogna tenere il calorifero coperto; isolare adeguatamente gli infissi e utilizzare dei paraspifferi. Posizionare tra il muro e il radiatore un pannello termoriflettente permette di evitare le dispersioni di calore e un maggior consumo di combustibile.
Radiatori in casa

De'Longhi TRRS0715 Radiatore ad Olio Elettrico, Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 67,99€
(Risparmi 12,01€)


Riscaldamento con radiatori in ghisa

Modello di radiatore in ghisa I radiatori in ghisa sono stati i primi radiatori a diffondersi, sono composti da una lega di ferro e carbonio. I radiatori in ghisa impiegano molto tempo per scaldarsi ma al tempo stesso si raffreddano molto lentamente inoltre essendo molto pesanti per la loro installazione servono appositi rinforzi. Un vantaggio dei caloriferi in ghisa sta nella loro silenziosità, infatti il loro spessore riduce il rumore dell'acqua che attraversa ogni singolo elemento.Questi caloriferi sono tinteggiati con una vernice resistente alle alte temperature, ma è soprattutto protettiva in quanto riduce il rischio di far ossidare il termosifone stesso con l'umidità, e quindi il prodursi della ruggine.Il numero degli elementi di un radiatore dipende sempre dal fabbisogno energetico e quindi dal dimensionamento tecnico che viene eseguito.

    Pannello Termoconvettore Riscaldamento elettrico Triniti Radiatore in vetro a convezione 1000-2000 W Display touch Telecomando 2 regolazioni Timer 24 h antischizzi IP24 montaggio a parete Vetro Bianco

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 79,96€


    Riscaldamento con radiatori in alluminio

    Modello di radiatore in alluminio I radiatori in alluminio sono arrivati sul mercato attorno agli anni 70, sono molto più efficienti, leggeri e meno ingombranti rispetti ai radiatori in ghisa.Scaldano subito ma purtroppo si raffreddano anche subito,a differenza dei radiatori in ghisa, trasmettono i rumori e le vibrazioni prodotte dall'acqua quando attraversano i singoli elementi, inoltre possono essere installati su qualsiasi parete vista la loro leggerezza.Un problema dei radiatori in alluminio è quello del pH dell'acqua infatti se è particolarmente alcalino ne potrebbero derivare dei problemi di corrosione interna del termosifone.L'uso dei termosifoni in alluminio vista la loro celerità nel riscaldare è consigliato per le abitazioni in luoghi particolarmente freddi, studi commerciali e professionali oppure per le case di villeggiatura.


    Riscaldamento a radiatori: Riscaldamento con radiatori in acciaio

    Modello radiatore in acciaio I radiatori in acciaio rispetto a quelli in ghisa e in alluminio rappresentano dei veri elementi di arredo. Sotto il punto di vista dello scambio termico, e quindi del calore rilasciato in ambiente, grazie alla loro forma tubolare questo tipo di radiatore offre una maggiore superficie di scambio per trasmettere calore. Questo genere di radiatori possono essere d'acciaio verniciato o acciaio inox lucido. L'unica pecca di questi termosifoni è che non si può nè aggiungere o eliminare dei singoli elementi come per i radiatori in alluminio o in ghisa. Solitamente vengono prodotti con delle strutture tubolari che si sviluppoano in altezza e vengono consigliati per ambiente sofisticati, moderni, di design ed eleganti. Il loro costo, rispetto ai radiatori in ghisa ed alluminio, è di almeno il doppio.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO