Pavimento cucina

Pavimento cucina

Il pavimento cucina va scelto tenendo in mente determinate caratteristiche. Innanzitutto occorre considerare che la cucina è un luogo dove si trascorre molto tempo e si usano sostanze che possono macchiare irreparabilmente un pavimento, come olio, sugo o bevande che hanno una pigmentazione più penetrante. Ecco perché è necessario scegliere un pavimento meno poroso. Il pavimento della cucina va scelto anche tenendo conto dello stile presente all'interno della casa. Anche per quanto riguarda i colori vi sono differenti opzioni potendo scegliere quelli di tonalità unica oppure quelli a fantasia. Accanto alle scelte tradizionali di materiali, come marmo, legno e ceramica, vi sono quelli più moderni come il gres, che sta avendo molto successo soprattutto nell'edilizia contemporanea. Si può optare anche per materiali differenti creando piacevoli ed originali contrasti.
Pavimento cucina in resina

60 x piastrelle pavimento in vinile – adesive – Cucina/bagno Sticky – brand new – Peach geometrico – 191

Prezzo: in offerta su Amazon a: 54,48€


Tipologie di pavimento cucina

Pavimento cucina moderno Le tipologie di pavimenti cucina sono varie proprio per rispondere a qualsiasi richiesta. Tra i pavimenti più noti vi sono quelli in ceramica che ancora oggi risultano tra le soluzioni più diffuse trovandosi in svariate colorazioni ed adattandosi perfettamente sia ad uno stile moderno che ad uno classico. Rientra in questa categoria il cotto, dal colore caratteristico a seconda della provenienza. Il più famoso è quello toscano, seguito dal fiorentino e dal veneto. Di gran moda, soprattutto per quanto riguarda l’aspetto economico, vi è il gres e la resina. Il primo può avere ance l’effetto ceramica o legno se si desidera un pavimento elegante, senza dover spendere troppo. Il secondo si caratterizza per essere monolitico, cioè senza fessure dove potrebbero annidarsi sporco e batteri. Ha differenti gradi di porosità.

  • Cucina moderna con pavimento in gres I pavimenti per cucine moderne sono realizzati principalmente in gres porcellanato, un materiale che possiede molta resistenza ed è adatto soprattutto per queste tipologie di ambienti dove si maneggia...
  • Pavimento in ceramica Le ceramiche per interni hanno delle caratteristiche tecniche che differiscono dalle altre della stessa tipologia. Tali piastrelle si ottengono attraverso l'unione e dalla cottura di materiali differe...
  • Pavimento in gres porcellanato Se decidete di ristrutturare i pavimenti di casa vostra e avete la voglia e la capacità di fare tutto questo da soli, la cosa più importante è la scelta dei materiali, scelta sulla quale influirà, olt...
  • Un esempio di pavimento in sughero I pavimenti di sughero sono diffusi nell'edilizia in quanto questo materiale è termoisolante e fono isolante, inoltre i pavimenti in sughero sono gradevoli dal punto di vista estetico, in quanto rendo...

60 piastrelle da pavimento in vinile, autoadesive, per cucina/bagno, motivo: effetto pietra stagionata - 194

Prezzo: in offerta su Amazon a: 54,48€


Scegliere il pavimento cucina

Pavimento cucina in legno Per poter scegliere il pavimento cucina occorre ponderare tra le diverse opzioni quelle che risultano maggiormente inidonee sia per quanto riguarda l’aspetto estetico, sia per le caratteristiche del materiale. È necessario innanzitutto misurare per bene la superficie da rivestire in maniera tale da non acquistare materiale in più o in meno da quello che effettivamente serve. Scegliere il tipo di pavimentazione facendo anche bene i calcoli e aggiungendo ai costi dei materiali anche la messa in opera. La scelta cromatica è fondamentale e si dovrebbe optare per colori chiari se si vuole un ambiente più luminoso o scuri per avere un contrasto nel caso in cui i mobili siano di tonalità più tenue. Optare poi per un pavimento cucina che sia isolante da un punto di vista acustico soprattutto se nei piani inferiori vi sono altre abitazioni.


Prezzi del pavimento cucina

Pavimento per la cucina effetto legno I prezzi del pavimento cucina variano a seconda di diversi fattori. Innanzitutto occorre tenere in mente che vi sono dei materiali molto più costosi, come il parquet, la ceramica o il marmo, e altri più economici come la resina o il gres. Nel primo caso si può avere anche un costo di circa 250 euro a metro quadro, mentre nel secondo si parte anche da circa 20 euro a metro quadro. A tali costi bisogna aggiungere la messa in posa che in alcuni casi è molto più complessa e avrà dei costi maggiori. E' possibile avere un ritorno economico attraverso i benefici fiscali sulle ristrutturazioni edilizie attraverso le quali si può ottenere dal 30 al 65% in base alle disposizioni di legge. Prima di effettuare l'acquisto occorre avere la certezza della propria scelta, magari facendosi consigliare da esperti del settore.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO