Controsoffittatura in cartongesso

Controsoffitti in cartongesso quanto costa

Quando si parla di controsoffitti in cartongesso il costo è una questione che dipende essenzialmente dai materiali scelti, ma anche dal tipo di struttura che si vuole porre in opera. Una controsoffittatura in cartongesso può infatti avere uno scopo essenzialmente pratico, cosa che porta il costo a livelli minimi. Se invece la struttura viene posata anche per motivi estetici, allora il lavoro da svolgere per la sua predisposizione sarà maggiore, cosa che aumenta notevolmente il costo generale della posa in opera. Si tratta di un materiale molto versatile e poco costoso, utilizzato anche in situazioni in cui è necessario predisporre un soffitto con proprietà ignifughe o di fono assorbimento. Una controsoffittatura, la più semplice possibile di forma lineare, ha un costo che dipende dal tipo di materiale che si decide di installare: dai 20 ai 25 euro al metro quadrato per il tipo comune; più di 35 euro al metro quadrato per il tipo ignifugo o fonoassorbente, il tutto considerando sia il materiale sia le spese per la manodopera. Se si intende preparare un rivestimento dalle forme particolari e decorative si spendono anche più di 50 euro al metro quadrato.
Controsoffitto in cartongesso

Brandson - Faretto da soffitto al LED illuminazione calda | Faretti da incasso al | / Spotlight / Emettitore da soffitto al LED | Telaio in pressofusione Slim (mirino in acciaio inox) | meccanismo di fissaggio con clip | Angolo del fascio di luce: 120° | 230V | 3,5W | 350 Lumen | Classe efficienza energetica A+ | Durata elevata | luce calda | girevole | molto debole

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€


Montaggio controsoffitti in cartongesso

Controsoffittatura in cartongesso Il montaggio controsoffitti in cartongesso è un'attività non eccessivamente difficile, che volendo può anche essere effettuata da una persona esperta in bricolage, basta avere una certe dimestichezza con questo tipo di lavori. La controsoffittatura in cartongesso è costituita da una struttura di fissaggio, che va ancorata saldamente al soffitto, su cui si avvitano i pannelli. In pratica si tratta semplicemente di creare una sorta di intercapedine, utilizzando appositi profili in leggero alluminio su cui si fissa il rivestimento con delle viti. Le problematiche correlate a tali operazioni riguardano essenzialmente la necessità di sollevare fino al livello del soffitto i pannelli che, seppur non eccessivamente pesanti, tendono a piegarsi mentre li si solleva. Per questo motivo l'operazione viene svolta almeno da due persone: una sorregge il materiale mentre l'altra lo fissa ai profili metallici. Più complesso è il montaggio nel caso in cui si debba predisporre una controsoffittatura di forme particolari, per la quale si dovrà creare dapprima la struttura portante, seguendo in modo preciso il progetto preparato anticipatamente.

    Brandson – 6 x Faretti LED da incasso dimmerabili e orientabili | Luce LED | Struttura in alluminio pressofuso sottile (aspetto acciaio inox) | Angolo del fascio: 120 ° | 230V | 4,0 W | 320 lumen | Classe di efficienza energetica A +

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 43,99€


    Controsoffittatura in cartongesso fai da te

    Controsoffittatura Preparare da soli una controsoffittatura in cartongesso non è cosa così complessa. Si tratta di applicare alcune tecniche base del bricolage, come ad esempio posizionare dei tasselli nella muratura e avvitare il cartongesso. Tra le fasi di predisposizione di una controsoffittatura ci sono sicuramente quelle preliminari, ossia la preparazione del progetto e l'acquisto dei materiali. Per ricoprire interamente il soffitto di una stanza sarà necessario tagliare buona parte dei profili esterni e dei pannelli. Nello svolgimento di queste operazioni è di primaria importanza essere in possesso di una sega per metalli e di un seghetto alternativo, da montare su un tavolo da lavoro, in modo da poterlo utilizzare per il taglio dei diversi materiali. Tali operazioni, così come il fissaggio dei profili, devono essere svolte con estrema precisione, o si rischia di ottenere un controsoffitto con avvallamenti o dossi, particolarmente sgradevoli a vedersi. Dopo le operazioni di montaggio si procede alla stuccatura delle giunture tra i pannelli, per poi dipingere la superficie con una comune pittura murale.


    Perché posizionare una controsoffittatura in cartongesso

    Controsoffittatura decorativa Le motivazioni che portano al montaggio di una controsoffittatura in cartongesso sono varie. Nella maggior parte dei casi si tratta di un'opera che ha uno scopo puramente estetico. Predisporre un controsoffitto infatti permette di dare movimento all'ambiente, creando dislivelli o aree circoscritte, o anche di coprire un soffitto eccessivamente alto, o rovinato dal corso del tempo. Altre motivazioni sono invece più pragmatiche. In molti casi il controsoffitto serve per migliorare l'isolamento termico dell'ambiente, o anche di isolare la stanza dai rumori esterni. In commercio infatti sono disponibili pannelli che permettono una perfetta coibentazione degli ambienti o che consentono di assorbire quasi totalmente i rumori esterni alla stanza. Il rivestimento può anche servire per nascondere o ospitare impianti di vario genere, ad esempio vecchie tubature o un nuovo impianto elettrico, comprensivo di faretti da incasso, di particolare effetto scenico.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO