Separe

Perché adottare un separé per arredare casa

Chiamato anche paravento, il separé è un accessorio d’arredo di grande fascino, che non passa mai di moda e che consente di dare un tocco di stile ed eleganza orientale alla stanza in cui si decide di inserirlo. Oltre a decorare in maniera unica l’ambiente, risulta di grande utilità per separare le aree con destinazioni d’uso differenti. Questo vale soprattutto nel caso di un open space, di un monolocale oppure se si condivide la stanza e si vuole salvaguardare la propria privacy. Il separé si caratterizza quindi per avere un flair orientale regale e per adattarsi con ottimi risultati a tutti gli stili d’arredo: si tratta di un elemento di lusso e funzionale, che può essere proposto in vari stili e in tanti materiali. Ad esempio negli ambienti in stile shabby chic si consigliano i modelli decapati color avorio, crema o rosa antico, mentre per spazi vintage o industrial si possono adottare soluzioni che riproducono sulla superficie paesaggi urbani, motivi dei propri fumetti preferiti o stampe di altri personaggi iconici, come Marilyn Monroe. Infine si studiano bene gli accessori da abbinare per creare un ambiente personalizzato e armonico nel suo insieme.
Originale e leggero separé

Kernorv DIY divisorio in PVC ecologico, 12 pezzi semplice e moderno da appendere pannello schermo per decorare Beding, sala da pranzo, studio e sitting-room, hotel, bar e scuola, nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,99€


Come scegliere il separé per la propria casa

Pareti divisorie traforate Il separé può avere tanti usi diversi: nei monolocali e nei piccoli appartamenti è una soluzione alternativa molto utile, elegante e originale alle classiche pareti divisorie mobili. In questo modo si suddivide lo spazio interno con la massima discrezione e senza ingombrare. Inoltre, dato che in commercio si trovano tanti modelli diversi, si possono adattare questi accessori a ogni stile, contesto e tipologia d’arredo. Ad esempio è possibile inserire un separé nella camera matrimoniale per avere un camerino personale impiegando un complemento d’arredo veramente elegante. La scelta deve essere fatta in base ai propri gusti personali e all’arredamento della stanza. Se nella camera da letto predominano i colori caldi, come l’arancione, il rosso e il giallo, si consiglia di optare per un modello in legno che renda l’ambiente ancora più accogliente. Invece è bene inserire un vero e proprio paravento giapponese in una camera arredata nelle nuance del blu, del bianco e del lilla. Infatti uno shoji risulta una soluzione molto sobria e rilassante perché è composto da un telaio in legno con pannelli rettangolari rivestiti con un’apposita carta.

  • Divisorio da giardino classico I separé da giardino vengono adoperati per tutelare la privacy negli spazi esterni attigui all'abitazione. Le loro forme eleganti o inusuali contribuiscono ad arredare in maniera fantasiosa il giardin...
  • Separè fai da te in legno I separè sono elementi di arredo molto utili per dividere in maniera facile e semplice gli ambienti di casa: sono l'ideale negli open space o se si vuole avere un'organizzazione mobile e flessibile de...
  • Pannello divisorio decorativo I divisori mobili sono declinati in numerose tipologie e possono essere realizzati con tanti materiali diversi: qualunque sia la loro struttura, questi elementi hanno il compito di suddividere tempora...
  • Esempio parete divisoria Possedere un open space era il vostro sogno, l'idea di avere spazi ampi in cui girovagare senza restrizioni era davvero allettante ma, con il tempo, vi siete resi conto che necessitate di un po' di pr...

Todeco - Parete Dello Schermo, Divisorio - Materiale del pannello: 100% poliestere - Numero di pannelli: 4 - 180 x 160 cm, Marrone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 33,99€
(Risparmi 26€)


Perché adottare il separé in cucina e nel soggiorno

Separé libreria nel soggiorno Quando si ha un’abitazione in stile moderno oppure dall’animo antico è possibile inserire il separé anche nella zona living, nel soggiorno e nella cucina: si tratta di contesti che riescono a esprimere perfettamente le potenzialità espressive di questo accessorio. In questi casi si punta spesso a realizzare un’atmosfera piena di fascino e suggestiva adottando modelli dall’effetto scenografico. Ad esempio sono molto apprezzate le soluzioni a vetrinetta che ospitano vasi di piante oppure realizzate in canne di bambù. Esistono poi separé che svolgono al tempo stesso la funzione di libreria. Sono molto apprezzati perché consentono di ottimizzare perfettamente gli spazi e di tenere in ordine l’ambiente. Quando si decide di inserire un paravento in cucina è bene puntare su elementi decorativi e scenografici, da posizionare a seconda della disposizione dei mobili e degli elettrodomestici e della presenza o meno di un’isola. Nel caso di un ambiente collegato con il soggiorno si consiglia di non ingombrare il passaggio, posizionando l’accessorio a qualche metro di distanza dal tavolo e dalla zona pranzo.


Separe: I vari stili

Separé moderno I separé in legno si configurano come dei veri e propri must have in tante diverse situazioni: ad esempio, in una cucina in stile country si consiglia di optare per un modello scorrevole in castagno, così da valorizzare l’ambiente con tocco al tempo stesso rustico e di grande effetto. Inoltre i paraventi consentono di separare gli spazi di casa a proprio piacere, anche per esigenze soltanto temporanee. Si tratta di eleganti accessori di design, che combinano perfettamente versatilità, funzionalità ed estetica. Si possono collocare in qualunque stanza e ricordano le antiche dimore signorili, soprattutto se la superficie è decorata con immagini di paesaggi naturali e motivi floreali. I modelli più moderni, invece, si caratterizzano per forme lineari e minimal, privi di intarsi e decorazioni secondo il motto less is more. I separé in legno si differenziano tra loro anche in base al colore: il grigio antracite, il nero e gli altri colori scuri sono particolarmente indicati per un’abitazione in stile industrial, così da armonizzarsi con il resto degli arredi.



COMMENTI SULL' ARTICOLO