Viti testa esagonale

Le filettature delle viti testa esagonale

Le viti a testa esagonale prendono il nome dalla forma esagonale della loro parte superiore. Esse possono avere filettature parziali o totali del gambo. Le filettature più utilizzate in Europa sono quelle metriche ISO, che sono normate e sono quelle che si trovano più diffusamente in commercio. Sarà quindi semplice imbatterci in sigle che iniziano con una M maiuscola seguita da un numero. Questa è infatti la sigla della filettatura metrica dove il numero che segue la M è pari al diametro nominale esterno della filettatura del gambo della vite. Ad ogni dimensione della vite, corrisponderà anche una precisa dimensione della chiave adatta al suo serraggio. Queste informazioni si trovano spesso in tabelle, facilmente reperibili nei cataloghi dei produttori. Per una vite M8 ad esempio è necessario utilizzare una chiave 13 mentre per una M4 sarà necessaria una chiave 7.
Viti a testa esagonale

M5 x 12 mm, in acciaio INOX con viti a testa esagonale, 50 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,64€


Viti a testa esagonale con dadi: i bulloni

bulloni Le viti a testa esagonale, quando vengono accoppiate con dei dadi, prendono il nome di bulloni. Essi sono molto usati quando è possibile eseguire fori passanti accessibili da entrambe le parti o quando si presenta la necessità di frequenti smontaggi. Le dimensioni, sia delle viti che dei dadi, sono espresse spesso in base alla filettatura e quella più diffusa, come già accennato, è la metrica ISO. Per distrubuire più uniformemente le forze date dal serraggio, spesso si interpongono tra la testa delle viti e le parti degli elementi su cui appoggiano delle rondelle metalliche in grado di evitare danneggiamenti dovuti alle concentrazioni dei carichi. Lo stesso vale per i dadi. Le rondelle, dette anche rosette, possono essere anche "elastiche". In questo caso hanno la duplice funzione di essere anche un valido elemento antisvitamento, grazie ad un precarico che si instaura in esse, durante il serraggio.

  • esempi di vite senza testa Le viti senza testa sono le più adatte ad essere utilizzate in una serie di occasioni in quanto, per la loro specifica forma, risultano essere poco invasive e per questo molto adatte a mobili e comple...
  • esempio di Viti in alluminio Le viti in alluminio possono davvero essere utilizzate in svariati modi. Sono, infatti, un prodotto molto versatile, che ben si adatta a diversi scopi e superfici. Sono utilizzate praticamente per ogn...
  • Esempio vite autofilettante per acciaio Le viti autofilettanti per acciaio ricoprono una categoria di prodotto specifica nel settore metallurgico o edilizio in quanto le loro caratteristiche prestazionali si basano molto sulla resistenza a ...
  • esempio viti cartongesso Le viti per cartongesso sono strumenti fondamentali all’interno delle nostre case. Utili per appendere oggetti alle pareti, grazie all’ausilio dei tasselli, le viti per cartongesso sono strumenti non ...

Dresselhaus Z2-C - Viti combinate per lamiera, a testa esagonale (DIN 7976), con rondella, forma B (DIN 6903 / 6901), 6,5 x 16 mm, 100 pezzi, zincate tramite galvanizzazione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,89€
(Risparmi 1,71€)


Viti testa esagonale: Le chiavi per il serraggio

vite a testa esagonale Per il corretto serraggio delle viti a testa esagonale è molto importante la scelta della chiave più adatta.Le chiavi a forchetta doppia hanno le due estremità di dimensioni diverse (6-7mm, 8-9mm, 10-11mm, ecc.) consentendo così il serraggio di dadi e viti delle più dimensioni più comuni. La chiave a becco regolabile consente di regolare l'apertura mediante una rotellina e di adattarla alle differenti dimensioni delle viti e dei dadi, ma se non viene serrata ben aderente ad essi li può facilmente danneggiare. Le chiavi poligonali consentono di applicare delle forze di serraggio molto maggiori, poichè i rilievi interni all'anello chiuso si adattano perfettamente alla superficie esterna della testa della vite o del dado. Esistono anche chiavi a bussola che si trovano di varie dimensioni e sono molto versatili. Esse possono essere abbinate ad un cricchetto che ne consente un veloce utilizzo. Infine le chiavi "dinamometriche" permettono anche la regolazione della coppia di serraggio, quando essa è un parametro importante da tenere in considerazione.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO