Viti autofilettanti

Le principali caratteristiche tecniche delle viti autofilettanti

Il mercato offre una vasta gamma di viti autofilettanti. L'ampia scelta dipende dall'utilizzo e dalle loro peculiarità specifiche. Si distinguono infatti viti a testa bombata, per cartongesso, in ottone, inox, per la plastica, per l'alluminio, per il legno, per cemento, per mobili, a pressione, per calcestruzzo, a testa piatta, metriche, imperdibili, senza testa. In genere, hanno un corpo centrale dalla forma cilindrica oppure conica, con una parte finale molto appuntita in modo tale da entrare perfettamente nel foro opportunamente realizzato. Vengono impiegate per fissare in modo rapido, semplice e stabile due o più lamiere in metallo, plastiche oppure delle leghe leggere, con il minimo sforzo e risultati ottimali. Vantano un'adeguata resistenza e dopo l'ancoraggio sono abbastanza difficili da rimuovere.
Tipologie di viti autofilettanti

KS Tools, Set di viti a testa svasata / autofilettanti con calotta - 970.042

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,28€


Varie tipologie di viti autofilettanti disponibili

Vite autofilettante nera L'ampia varietà di viti autofilettanti disponibili in commercio, dipende essenzialmente da tre fattori: la lunghezza, il diametro e la distanza tra le creste della filettatura o passo. La scelta viene influenzata fondamentalmente dai materiali plastici di lavorazione, dai tipi di lamiere e leghe. La testa delle viti autofilettanti si distingue per la forma e gli innesti a croce che migliorano la presa del cacciavite. Se ne trovano con testa tonda, a bottone, svasata con calotta, cilindrica, semi tonda e piana. Per non danneggiare la vite in fase di lavorazione, bisogna prestare attenzione anche al materiale. Se troppo morbido rispetto al cacciavite si rischia la spanatura; al contrario, se troppo duro, si danneggia l'attrezzo. Le migliori rimangono in assoluto le viti autofilettanti inox e per alluminio.

  • Banco minuteria di un supermercato Le viti fanno parte della minuteria di ferramenta che è presente in ogni cassetta degli attrezzi. Per lavorazioni di tipo ordinario, dove non è richiesta una rilevante prestanza del materiale, le viti...

Am-Tech - Viti autoperforanti, 120 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,32€
(Risparmi 1,94€)


Le caratteristiche delle viti autofilettanti in acciaio inox

Viti autofilettanti per il legno Le viti autofilettanti inox sono le più diffuse ed utilizzate per la loro straordinaria resistenza. Le migliori sono a filettatura metrica ISO e si distinguono per l'innesto a croce semplice oppure Philips. Vanno scelte in base al materiale da trattare ed in genere, sono provviste di un codice composto da una lettera e due numeri che ne descrivono le caratteristiche. Questa sorta di carta d'indentità stabilisce il passo delle viti autofilettanti, il diametro e la lunghezza. Per evitare pericolose spaccature nelle lamiere metalliche dallo spessore massimo di 5 millimetri è opportuno forare il materiale. Il diametro deve essere uguale a quello della vite, comprendendo anche la filettatura. Solitamente, le viti vengono sottoposte ad un trattamento di zincatura bianca per resistere alla corrosione. Non producono trucioli ed anzi inglobano i residui nella filettatura rendendo il fissaggio molto più stabile e resistente alle vibrazioni di grande entità.


Viti autofilettanti: per alluminio

Viti autofilettanti con vari innesti Le viti autofilettanti per alluminio consentono di legare più lastre, anche di diverso spessore, mediante una pre-foratura. In caso contrario, è possibile abbinarle alle viti autoperforanti riconoscibili dalla punta, simile a quella di un trapano. Per lavorare le lamine in alluminio è opportuno che il loro spessore non superi il passo della vite. Altrimenti, anche in questa occasione, è necessario ricorrere a delle viti autoperforanti. Per trattare lamiere e laminati metallici senza procedere con la maschiatura bisogna optare per viti coniche. Quelle cilindriche, invece, sono ideali per l'avvitamento in fori ciechi e per le applicazioni soggette a manutenzioni e maneggio. Per chi fosse alle prime armi con la carpenteria, può sempre rivolgersi al proprio ferramenta di fiducia e lasciarsi consigliare in base al lavoro da eseguire. Gli esperti possono invece reperire le viti direttamente su internet.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO