Viti Torx

Viti torx

Le viti torx nascono da un brevetto americano depositato intorno al 1970. L'idea è nata in ambito aeronautico al fine di ottenere una vite con testa a figura incassata, che consenta di applicare una coppia di serraggio elevata. Le normali viti a testa con esagono incassato non riuscivano a soddisfare a pieno questa necessità, poiché applicando forze elevate, l'esagono della vite tende a deformarsi, rendendo quindi impreciso il fissaggio e difficoltoso lo svitamento della stessa. Nel brevetto delle viti torx, si è cercato di risolvere il problema aumentando la superficie di contatto tra l'impronta della figura incassata e l'utensile di fissaggio. Il risultato che si è ottenuto è quindi una vite che fornisce fissaggi precisi, resistente ad elevate coppie di serraggio, idonea per l'utilizzo di chiavi dinamometriche poiché impedisce lo slittamento tra la vite e l'utensile che porterebbero al danneggiamento della vite, dell'attrezzo di fissaggio e dell'alloggiamento della vite.
Varie tipologie di viti torx

Connex B30192 - Viti Torx a testa piatta universali / per truciolato, 4 x 40 mm, a zincatura gialla, 455 pz

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Varie impronte esistenti

Diverse impronte di viti torx Dalla prima tipologia di viti torx risalenti agli anni settanta, si sono sviluppate nuove tipologie di viti simili all'originale, ma con caratteristiche diverse. Le viti torx, dette anche viti con impronta (o cava) esalobata, sono realizzate con un incavo a forma di stella a 6 punte. Tutti gli spigoli delle 6 punte sono ben arrotondati al fine di aumentare il più possibile la superficie di contratto tra la cava e l'utensile di fissaggio. La seconda tipologia di viti torx più diffusa sono quelle chiamate security torx (viti torx di sicurezza). La conformazione dell'impronta è la medesima delle torx normali, la differenza risiede nel centro dell'impronta da dove risale una colonnina. Questa colonnina impedisce lo smontaggio della vite con i normali utensili in commercio. Una terza tipologia di viti torx, ma meno diffusa delle precedenti, sono le torx plus: la forma della testa è un mix tra un'impronta torx e una esagonale. Anche queste necessitano ovviamente di un utensile apposito per il corretto utilizzo.

  • esempi di vite senza testa Le viti senza testa sono le più adatte ad essere utilizzate in una serie di occasioni in quanto, per la loro specifica forma, risultano essere poco invasive e per questo molto adatte a mobili e comple...
  • esempio di Viti in alluminio Le viti in alluminio possono davvero essere utilizzate in svariati modi. Sono, infatti, un prodotto molto versatile, che ben si adatta a diversi scopi e superfici. Sono utilizzate praticamente per ogn...
  • Esempio vite autofilettante per acciaio Le viti autofilettanti per acciaio ricoprono una categoria di prodotto specifica nel settore metallurgico o edilizio in quanto le loro caratteristiche prestazionali si basano molto sulla resistenza a ...
  • esempio viti cartongesso Le viti per cartongesso sono strumenti fondamentali all’interno delle nostre case. Utili per appendere oggetti alle pareti, grazie all’ausilio dei tasselli, le viti per cartongesso sono strumenti non ...

CON:P B30082 - Viti per truciolato, 5 x 60 mm, Torx, con zincatura gialla, 240 pz, con 1 punta

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,62€


Tipologie di viti ed utensili

Utensili di fissaggio per viti torx A causa della loro particolare conformazione, per le viti torx è stato creato uno specifico standard di riferimento: ISO 10664. Nelle tabelle uniformate le viti con impronta torx e i relativi strumenti di fissaggio, vengono identificati dalla lettera "T" seguiti da un numero: partendo dal valore T1, pari a 0.81mm a cui si può applicare una forza di serraggio di massimo 0.03Nm, fino al valore T100, pari a 22.13mm con forza di serraggio massima 2048Nm. La variante di viti che invece ha la forma torx esternamente sulla testa, viene identificata dalla lettera "E" seguita da un numero che va da E4 a E44. Una curiosità è che gli utensili con la lettera T sono di dimensioni diverse da quelli con la lettera E dello stesso valore: per esempio un cacciavite E4 corrisponde ad una vite T20. Le viti torx security sono anche dette torx TR. Sono principalmente usate nella versione T e per la loro particolare conformazione gli utensili di fissaggio di queste viti hanno un incavo nella zona centrale dell'impronta torx, al fine di accoppiarsi perfettamente con la cava presente nella vite.


Viti Torx: Le applicazioni delle viti torx

applicazione di viti torx Le viti torx, fin dal loro esordio, sono state utilizzate in ambito industriale. Le prime applicazioni furono nel settore aeronautico e con il passare degli anni il loro utilizzo sta prendendo sempre più piede in molti altri campi. In ambito edilizio sono molto utilizzate per il fissaggio di articoli in legno: per esempio sulle travi dei tetti o per i gazebo da esterni. In ambito automotive è facile trovare viti torx che bloccano i dischi freno delle moto o parti meccaniche delicate nelle automobili che richiedono coppie di fissaggio precise. L'ultimo ambito in forte sviluppo è quello degli articoli elettronici: le viti torx sono sempre più utilizzate per fissare schede elettroniche o schermi LCD. La Apple sta usando una nuova tipologia di viti torx chiamate pentalobate: sono identiche come principio alle altre viti, ma queste hanno un'impronta a forma di stella a cinque punte e non sei, che richiedono inevitabilmente uno strumento apposito.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO