Forni a vapore

Che cosa sono i forni a vapore

I forni a vapore si chiamano così perché adottano la cottura a vapore: si tratta di un modo per cucinare gustoso, leggero e sano, perché povero di grassi e di oli e perché consente di non far perdere ai cibi sapore e sostanze nutritive. Di conseguenza, si ha una dieta di maggior qualità e più mirata al proprio benessere. In più l'utilizzo delle nuove tecnologie permette di risparmiare una notevole quantità di tempo e di energia. I forni a vapore sono le soluzioni alternative più recenti alle pentole a pressione o con cestelli. Sono apparecchi in cui il classico sistema a termoconvezione è integrato da uno a vapore: in questo modo l'aria viene rimessa in circolo come in un forno termoventilato e si possono cuocere i cibi impiegando il vapore acqueo. Passare da un sistema di cottura all'altro è estremamente semplice. La cottura a vapore prevede la vaporizzazione dell'acqua contenuta nei serbatoi incorporati ai lati del forno grazie a una piccola caldaia ausiliaria. In questo modo si risparmia il 15-20% di energia.
forno a vapore

Sale speciale Finish.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,19€


I cibi indicati per la cottura nei forni a vapore

forno tipologia a vapore I forni a vapore possono cucinare qualunque tipo di alimenti, tuttavia esistono alcuni che sono più adatti di altri. Infatti i forni a vapore sono l'ideale per cuocere tutti i tipi di carne e di pesce, alimenti che è bene rimangano umidi durante la fase di cottura. Quindi, si può passare alla modalità termoventilata per creare una crosta dorata sulla superficie. In più è l'ideale per cuocere cibi delicati come il creme caramel. Allo stesso modo questo tipo di apparecchi mantengono un certo livello di umidità durante la cottura di pane, focacce e pizza: si tratta di una soluzione fondamentale per avere alimenti ben lievitati. In particolare, la versione a doppio fondo ha un ridotto vano superiore dedicato alla pasticceria e alla panificazione dove si raggiunge velocemente la temperatura di 315°C. Infatti è dotato di una base forno in piastra refrattaria che cuoce in maniera ottimale pizze, croissant, pane e focacce.

    Nokia 105 2019 Black Dual Sim

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,99€


    Cucinare con il forno a vapore

    forno a vapore Quando si cuoce con i forni a vapore si deve fare attenzione alla quantità di calcare che si forma, soprattutto sulla caldaia ausiliaria. Sono accumuli che possono danneggiare gli apparecchi, quindi è necessario decalcificare la caldaia periodicamente usando specifici prodotti per la pulizia del forno a base di aceto o di limone. La rimozione può avvenire anche attraverso gli stessi prodotti naturali, l'aceto e il limone, applicati usando apposite spugnette. I forni a vapore possono raggiungere temperature diverse a seconda della funzione che si utilizza: nel caso di una semplice cottura a vapore si va da 30 a 100-120°C. Sono temperature ideali sia per le verdure che per le carni. In alternativa si possono integrare i due tipi di cottura: si tratta del sistema chiamato termoconvezione, in cui le temperature sono più alte, tra i 100 e i 250°C. In questo modo si possono cuocere arrosti, dolci e alimenti che devono risultare più secchi.


    Forni a vapore: Come scegliere il forno a vapore

    forno a vapore caratteristiche I forni a vapore sono molto pratici ed efficienti, tuttavia adottano sistemi diversi che influenzano le performance dell'apparecchio in quanto più o meno efficaci. modelli sono differenti sia per caratteristiche che per livello qualitativo. La scelta del forno a vapore deve considerare la modalità di prelievo dell'acqua dai serbatoi, cioè il modo con cui il forno preleva l'acqua da vaporizzare per la cottura dei cibi. Alcuni metodi sono decisamente svantaggiosi, come l'inserimento manuale della vaschetta dell'acqua dentro il forno: in questo modo la temperatura del forno deve superare i 100°C per la vaporizzazione e ciò rappresenta un controsenso perché sono proprio le basse temperature a tenere bassi i consumi e a mantenere un alto contenuto di elementi nutritivi. Inoltre non si riesce a regolare la quantità di vapore rilasciata. Anche il collegamento diretto al tubo dell'acqua è svantaggioso perché prevede un allaccio ad hoc. Molto più pratico è il sistema combi steam profi.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO