Pulizia vetri

Come fare una corretta pulizia dei vetri

La pulizia dei vetri richiede tempo e costanza. Prima di procedere è necessario constatare lo stato dei serramenti, in questa maniera è garantita la possibilità di togliere ogni traccia residua di sporcizia. La polvere presente sulle superfici trasparenti invece va eliminata con uno strofinaccio. Per sgrassare accuratamente è fondamentale prendere una spugna bagnata con acqua tiepida, passarla sui vetri partendo dai lati e procedendo verso il centro. E' utile risciacquare di frequente la spugna per garantire un miglior risultato. Alla fine dell'operazione asciugare con un panno pulito. I vetri sono definitivamente brillanti spruzzando il detergente e strofinando per togliere qualsiasi alone. I detergenti più efficaci sono quelli disponibili sugli scaffali dei supermercati che contengono ammoniaca e alcool.
Donna che pulisce i vetri

Marbec - PULI FORNO 1KG | Pulitore gel forte per forni da cucina, barbecue

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,03€


Come risolvere il problema della pioggia sui vetri

Pioggia sui vetri di una finestra La pioggia è il nemico numero uno dei vetri. Se dopo il temporale non si mette in pratica immediatamente la pulizia dei vetri, c'è il rischio che la superficie rimanga macchiata dalle gocce d'acqua. Se così fosse, occorre passare un panno e in seguito strofinare con carta di giornale appallottolata oppure con carta assorbente. Difatti, con queste basilari attività, si ottengono dei soddisfacenti risultati, altrimenti si può concludere l'operazione di pulizia distribuendo un detergente delicato su un panno. Per lucidare occorre ripassare con un altro telo liscio e morbido, prima che il prodotto si asciughi. Il panno usato per lucidare i vetri non deve rilasciare pelucchi. Dopo l'impiego va lavato in lavatrice, ma senza aggiungere l'ammorbidente, perché il prodotto potrebbe favorire gli aloni.

  • Condensa vetri Quello della condensa vetri è un problema che affligge frequentemente le nostre case, in particolar modo in presenza di clima molto freddo all'esterno o in presenza di alta percentuale di umidità nell...

Marbec - REFIX Matt 5LT | Cera Opaca di Manutenzione per Pavimenti in Cotto e Pietra

Prezzo: in offerta su Amazon a: 42,27€


Quando è meglio pulire i vetri?

Tergivetro per pulire i vetri La pulizia dei vetri va programmata in una giornata serena, per evitare che la pioggia renda inutile il risultato. Si consiglia di evitare gli orari, quando la presenza di sole possa favorire la veloce asciugatura della superficie vetrata, con conseguente formazione di aloni. Dopo la pulizia dei vetri può capitare di scorgere delle macchie e non capire se sono presenti all'interno o all'esterno della finestra. Per non passare il panno alla rinfusa, basta pulire l'interno con movimenti orizzontali e l'esterno con movimenti verticali (o viceversa). Così si capirà da quale parte della finestra intervenire seguendo la direzione degli aloni. Se si vuole evitare che la pioggia macchi i vetri appena puliti, si può creare una "pellicola antigoccia" aggiungendo alla miscela di acqua e ammoniaca un po' di cera per pavimenti.


Pulizia vetri: Più facile con il lavavetri

Panni in microfibra Se si ha poco tempo a disposizione o poca esperienza ma i vetri necessitano di un'immediata pulizia, allora occorre munirsi di un lavavetri. Si tratta di un pratico arnese in vendita un po' ovunque, dove nella parte terminale ha una spugna e una lamina in gomma. La spugna viene immersa in una soluzione liquida, strizzata e passata sul vetro, prima in senso orizzontale e poi in senso verticale. In questa maniera lo sporco viene già in parte eliminato. Successivamente con la lamina in gomma si raccoglie l'acqua depositata sul vetro, con movimenti dall'alto in basso. Ad ogni movimento la lamina va pulita con uno strofinaccio per eliminare l'acqua residua e scongiurare la presenza di antiestetiche righe. La pulizia dei vetri termina con il passaggio di un panno umido dove è stato versato del detergente.



COMMENTI SULL' ARTICOLO