Condensa vetri

Cos'è la condensa vetri e come si forma

Quello della condensa vetri è un problema che affligge frequentemente le nostre case, in particolar modo in presenza di clima molto freddo all'esterno o in presenza di alta percentuale di umidità nella stanza. Le zone della casa più colpite sono il bagno, la lavanderia, la cucina e la cantina. Molto importante è agire nell'immediato eliminando la condensa vetri formatasi prima che questa dia il via alla formazione di muffe, le quali oltre al fattore antiestetico, sono molto dannose per i nostri infissi, specie quelli in legno. La condensa vetri si forma quando gli ambienti domestici hanno altissima concentrazione di vapore ed umidità rispetto a quella dell'ambiente esterno; infatti, in questi casi l'eccesso di particelle d'acqua presenti nell'aria domestica va a depositarsi sui vetri e sulle pareti formando quelle antiestetiche goccioline. In abitazioni dove i termosifoni sono posti subito al di sotto delle finestre questo fenomeno si verifica molto più di rado. La temperatura ideale per evitare la formazione di condensa vetri in casa è di 20°C, la quale va mantenuta costante in tutti gli ambienti domestici.
Condensa vetri

Set 6 pezzi Bottiglia vintage Cerve Milly da 1 litro elegante con tappo meccanico ermetico per acqua olio bevande preparazione e conserva cocktail

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Come sbarazzarsi della condensa vetri

Cappa cucina Nell'immediato è utile asciugare la superficie con un panno in microfibra, oppure un panno monouso; successivamente, per completare perfettamente l'asciugatura dei vetri e degli infissi è importante aprire le finestre e lasciar areare la stanza. Ventilare le stanze di frequente può essere infatti un ottimo sistema per prevenire la formazione della condensa vetri, specie nella stagione invernale, quando teniamo spesso le finestre chiuse per giorni a causa del freddo. Anche subito dopo aver fatto la doccia o aver cucinato è utile aprire le finestre e lasciar passare aria per qualche minuto favorendone il ricambio. Una soluzione più dispendiosa, ma inevitabile se il problema persiste, è quella di installare un deumidificatore elettrico. Se poi il problema di condensa vetri si verifica solo in cucina, la soluzione è farvi installare una cappa aspirante sui fornelli, che una volta accesa provvederà ad aspirare ed espellere all'esterno i fumi e vapori di cottura. Nei bagni in cui è presente soltanto una finestra e di dimensioni piccole, è possibile risolvere il problema umidità installando una ventola di aspirazione che faciliti il ricambio di aria.

  • caldaia a condensazione Chi è fornito di un impianto termico deve prendere in considerazione l'acquisto della caldaia. L'attenzione è rivolta sempre sulle caldaie a risparmio energetico. La caldaia a condensazione viene cons...
  • Esempio di caldaia a condensazione Si sente sempre più parlare di caldaia a condensazione. Come dice il nome stesso si tratta di particolari caldaie in cui avviene la condensazione del vapore acqueo del fumo di scarico. Questo non avvi...
  • Esempio di vetri autopulenti I vetri autopulenti sono stati inventati per risolvere il grande problema della pulizia delle finestre di casa e degli uffici: infatti questo materiale non solo è trasparente, riciclabile ed ecologico...
  • Donna che pulisce i vetri La pulizia dei vetri richiede tempo e costanza. Prima di procedere è necessario constatare lo stato dei serramenti, in questa maniera è garantita la possibilità di togliere ogni traccia residua di spo...

Star-Line -Set di barattoli in vetro a chiusura ermetica, capacità: 500 ml, contenitore per caramelle, ingredienti, spezie, 6 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,77€


Condensa vetri: Come si forma all'esterno

Vetro appannato La condensa vetri sui serramenti esterni è un fenomeno naturale dovuto ad una differenza di temperatura tra l'ambiente esterno ad alto tasso di umidità e quello interno alla casa. Un primo metodo per evitare il verificarsi di tale fenomeno è quello di mantenere il riscaldamento degli ambienti domestici ad una temperatura moderata (intorno ai 20°C con tasso di umidità al 45%), in modo tale che essa non si scosti troppo dall'ambiente esterno. Proprio a causa di questa differenza infatti, l'acqua presente nell'aria esterna si condensa a contatto con i vetri. Non c'è però da preoccuparsi riguardo questo fenomeno, in quanto all'esterno i vetri e gli infissi si asciugheranno perfettamente anche senza il nostro intervento; inoltre sono rari i casi in cui questa condensa dia luogo alla formazione di muffa.



COMMENTI SULL' ARTICOLO