Potatura alberi da frutto

Perchè è importante potare gli alberi da frutto

Oltre a migliorare l’aspetto delle piante, la potatura degli alberi è importante perché assolve numerosi obiettivi, quali: rimuovere i rami morti e malati per irrobustire la crescita e risanare la pianta, arieggiare la chioma, determinante per permettere alla luce di filtrare attraverso le foglie. Nel caso di potatura alberi da frutto, il taglio di sfoltimento dei rami è indispensabile anche in funzione dell'aumento delle dimensione dei frutti. Queste potature che consentono di ottenere la giusta distanza tra le ramificazioni da fiore facilitando l'impollinazione, diventano cruciali durante la crescita del frutto, perché aumentano l'ossigenazione e l'esposizione alla luce. Il periodo di potatura dipende dalla varietà di pianta, tuttavia nella maggior parte dei casi, la potatura alberi da frutto deve essere effettuata durante la loro dormienza. Particolarmente importante è la potatura invernale post raccolto, ovvero il taglio dei rami secchi, inevitabili dopo lo sforzo di fruttificazione. La potatura post raccolto è necessaria per evitare malattie causate da marciume durante la stagione più fredda e piovosa.
Potatura invernale

La potatura. Piante da frutto, vite e olivo. Nel frutteto e in giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,2€
(Risparmi 4,8€)


Tecniche di potatura alberi da frutto

Potatura per dare forma al tronco Le potature degli alberi servono a dare forma alle chiome e a far crescere rigogliose le piante all'interno di orti, parchi e giardini. Nel caso di potatura alberi da frutto, le tecniche principali di potatura si differenziano in: potatura a secco e potatura verde. La potatura a secco può essere di due tipi, eseguita per due motivi principali: la prima quando la pianta è giovane, per dare la forma al tronco. Una potatura che serve a rinforzare l'astone principale a discapito dei getti laterali. La seconda è una potatura che si esegue quando la pianta è già adulta e necessita di essere alleggerita di quei rami che per vari motivi risultano inutili, in modo da canalizzare l'energia sulla produzione di frutta, anziché sulle parti verdi. La potatura verde contiene lo sviluppo vigoroso di alcune specie, da effettuare durante la fase vegetativa della pianta. In tutti i modi è bene sapere come eseguire il taglio di potatura. Innanzitutto deve essere netto e deciso, ma soprattutto obliquo, nel verso che protegge la ferita dalla pioggia, in modo da velocizzare la cicatrizzazione. Per lo stesso motivo è consigliabile che per la potatura alberi da frutto si scelgano giornate asciutte e miti.

  • Potatura melo Potatura melo periodo: possibilmente durante la stagione invernale, durante i mesi di riposo vegetativo della pianta. Per evitare eventuali danni alla pianta, la potatura è una tecnica che va effettua...
  • piante di ulivo Prima di addentrarci nelle manovre di potatura degli ulivi, è importante comprendere le finalità di questa operazione. Innanzitutto, la potatura è una tecnica volta a ottimizzare la quantità e la qual...
  • Gelsomino La pianta del gelsomino si presenta con fiori piccoli e bianchi e teme il freddo, quindi è consigliato farla crescere a cespuglio, magari nei giardini. E' una pianta rampicante che ha bisogno di tante...
  • Modello di forbici troncarami Le forbici troncarami vengono adoperate per eseguire potature. Hanno una forma particolare e sono solitamente dotate di manici lunghi che consentono di fare meno fatica a chi le adopera sfruttando il ...

Il maxi libro del frutteto. Coltivazione in piena terra e in vaso

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,25€
(Risparmi 7,25€)


Tagli di potatura alberi da frutto a seconda del risultato

Spollonatura di un melo I tagli per la potatura alberi da frutto si eseguono sulle diverse parti dei rami, per ottenere risultati differenti. Partendo dai due estremi: capitozzatura e cimatura. La capitozzatura è potatura più drastica, mentre la meno invasiva è la cimatura. La prima si esegue su alberi vecchi e serve per eliminare l'intera chioma dell'albero, per favorire la crescita di ramificazioni completamente nuove. La cimatura è invece il taglio della sola parte terminale dei rami, per infoltire getti e germogli. Anche la speronatura serve a infoltire la chioma dell'albero, ma a differenza della precedente, si effettua sui rami alla distanza di un metro dal tronco, quindi solo su esemplari di una certa età. Poi vi sono le potature di diradamento, cioè quei tagli che tendono a implementare lo sviluppo delle ramificazioni principali a discapito di quelle più giovani. Mentre al contrario, i cosiddetti tagli di ritorno, si eseguono per eliminare i rami principali molto vecchi, a favore dei nuovi. Infine fanno parte dei vari tipi di potatura, le azioni di spollonatura e scacchiatura, ovvero l'eliminazione dei polloni sbucati dal terreno circostante la pianta e dei germogli cresciuti in modo scorretto.


Potatura alberi da frutto: Forme principali

Potatura palmetta Le forme degli alberi da frutto si possono distinguere in due tipologie principali: quelle in volume e quelle appiattite. La forma cosiddetta in volume è la più utilizzata, ottenuta grazie a un tipo di potatura che mantiene le tre o quattro branche (ramificazioni) principali dell'albero a partire da una certa altezza dal tronco, ovvero da un unico astone. L’obiettivo principale della potatura alberi da frutto in volume è cercare di mantenere vuota la parte centrale della pianta, togliendo i succhioni, quei rami verticali non produttivi, cercando di portare le branche verso l’esterno, avendo cura di lasciare i rametti piccoli che hanno le gemme da fiore, riconoscibili rispetto alle altre perché più gonfie e arrotondate. Se i rami tagliati sono di grandi dimensioni, è buona regola proteggere le superfici dei tagli con una pasta cicatrizzante. Esempi di alberi da frutto di forma appiattita sono le palmette, ovvero quei tipo di piante in cui grazie alla potatura, si sono mantenute prevalentemente le branche principali orientate verso l'alto, in modo verticale, limitando lo sviluppo laterale delle ramificazioni.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO