Interruttore crepuscolare

Che cosa è un interruttore crepuscolare e come funziona

In sintesi, un interruttore crepuscolare determinerà l'attivazione della luce nelle zone dove la luminosità è insufficiente. Il dispositivo di controllo elettrico si basa principalmente sulla luminosità dell'ambiente. Molto utilizzato nell'illuminazione stradale, consente che le lampade esterne si illuminino al crepuscolo e si spengano all'alba. È molto facile accoppiare questo dispositivo con un temporizzatore, per determinare i giorni di funzionamento e le fasce orarie. Un interruttore crepuscolare è composto da una fotoresistenza, vale a dire un sensore di rilevazione della luce ambientale, un potenziometro, per impostare l'intensità luminosa che determina l'attivazione, e un contatto, che collegato ad apparecchi elettrici, permette la loro alimentazione. Gli interruttori crepuscolari sono essenziali per configurare l'illuminazione automatica della casa. A seconda dei modelli, le caratteristiche comprendono un orologio incorporato, la possibilità di variare il livello di luminosità che fa scattare l'interruttore, un timer.
Un interruttore crepuscolare

Electraline 58062 Interruttore Crepuscolare per Uso Esterno IP44

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Qualche approfondimento di elettrotecnica

Rappresentazione della fotoresistenza Vi sono tre tipi di interruttore crepuscolare: l'interruttore a scatola singola, integrato in apparecchi di illuminazione o appositamente progettato per gli alloggiamenti da incasso; l'interruttore modulare, installato in un quadro elettrico; l'interruttore sotto forma di apparecchio elettrico, quello più convenzionale. Molti rilevatori di presenza o sensori di movimento sono dotati di funzione crepuscolare, per evitare l'accensione sistematica in presenza di luce e un consumo troppo rapido della batteria qualora rilevatori e sensori non siano collegati alla corrente. La fotoresistenza, componente indispensabile, ha una resistenza variabile in funzione della luce, raggiungendo 1 Mega Ohm al buio e solo 1 o 2 K Ohm in piena luce. Questo componente è chiamato LDR, che è l'abbreviazione di Light Dependant Resistor. Al LDR è associato a un numero che indica il suo diametro. Se un LDR è incluso in un complesso potenziometrico, la tensione varierà a seconda della luce.

  • Come illuminare un ufficio Perché l'ambiente di lavoro sia sempre confortevole e il rendimento sia sempre massimo è importante tener conto di numerosi fattori, tra cui uno dei più importanti è l’illuminazione. Infatti l'illumin...
  • Lanterna da esterno Le lanterne da esterno sono un affascinante complemento d'arredo da predisporre in giardino o in terrazza. Dotata di una porticina che si apre per introdurre una candela profumata, la lanterna diffond...
  • Luci casa Per garantire una luce soffusa o intensa, ma comunque costante ed efficiente, al giorno d'oggi si può scegliere tra varie soluzioni, sia per la casa che per uffici, giardini e così via. Quindi non più...
  • Esempio di striscia led Le strisce led sono chiamate anche strip led e sono state introdotte sul mercato molto recentemente. Sono componenti per l'illuminazione che hanno avuto un enorme successo grazie ai vantaggi che offro...

Electraline 92283 Interruttore Crepuscolare per Uso Esterno IP44, 2 Pezzi, Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,44€


Come installare un interruttore crepuscolare

Interruttore crepuscolare Possiamo installare un interruttore crepuscolare in un quadro elettrico, collegandolo da un lato al disgiuntore che protegge il circuito e dall'altro alla fotocellula. Non bisogna posizionare la fotocellula in prossimità di un'illuminazione stradale o di una finestra, per evitare disturbi al suo funzionamento. Occorre identificare, nel quadro elettrico, il disgiuntore che protegge il circuito di illuminazione. Quindi si aggancerà l'interruttore crepuscolare al supporto, realizzando dei ponti dal disgiuntore, per alimentare questo modulo. Con un cavo di colore blu si farà un ponte tra il morsetto neutro del disgiuntore e la terminazione posta superiormente all'interruttore crepuscolare. Si collegherà un terminale di fase del disgiuntore con quello del crepuscolare, con un cavo rosso, facendo attenzione a non utilizzare più di due cavi per ogni morsetto. Lo stesso terminale andrà collegato anche all'altro morsetto del crepuscolare. Poi si tireranno due cavi dal quadro elettrico alla fotocellula. Se posta all'esterno, si posizionerà la fotocellula ad almeno un metro di altezza. I cavi di comando, che fuoriescono dall'interruttore crepuscolare, andranno, infine, collegati alla fotocellula.


Interruttore crepuscolare: Consigli sull'utilizzo

Componenti interruttore crepuscolare La fotoresistenza deve sempre essere posizionata in modo che veda la luce del giorno, ma non quella dell'illuminazione elettrica. In caso contrario, il sistema produrrà dei continui lampeggiamenti. Questi si spiegano facilmente, considerando che al calar della notte, diminuendo l'illuminazione, viene provocata l'accensione della lampadina. Una volta che questa si è accesa, il foto sensore riscontrerebbe un eccesso di illuminazione e ne determinerebbe lo spegnimento. Il buio causerebbe una nuova accensione e così via. La fotocellula va pulita, periodicamente, in superficie, con un panno asciutto o inumidito da un detergente delicato. Non bisogna utilizzare acetone o trielina. In ogni caso, qualora si adoperino prodotti di pulizia specifici, è necessario un test preventivo. Consultate sempre le indicazioni del fornitore.



COMMENTI SULL' ARTICOLO