Legge 626 sicurezza

L'importanza della legge 626 sicurezza

La legge 626 sicurezza è stata la prima in Italia ad affrontare in modo organico la sicurezza sul lavoro, la valutazione dei rischi nelle varie tipologie di impresa e i dispositivi atti a proteggere i lavoratori da possibili infortuni. Oggi la legge 626 del 1994 è stata abrogata, ma il suo spirito è sopravvissuto nella legge 81 del 2008, nota anche come Testo Unico della sicurezza sul lavoro, che ne ha preso il posto. Quest'ultima è la normativa oggi vigente per quanto riguarda la sicurezza e prevede che il responsabile sia il datore di lavoro. Questi ha il preciso dovere di mettere in sicurezza gli ambienti e i lavoratori, permettendo loro di operare nel modo più possibile sicuro. In questo modo viene salvaguardata la salute dei dipendenti e di chiunque, a qualsiasi titolo, si trovi sul luogo di lavoro.
Dispositivi di sicurezza da cantiere

Testo unico per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,75€
(Risparmi 2,25€)


I principali responsabili identificati dalla legge

Una lavoratrice in sicurezza La legge 626 sicurezza e la seguente 81/2008 prevedono alcune figure, in azienda, con precisi compiti e responsabilità. Il responsabile della sicurezza, protezione e prevenzione (RSPP) è il datore di lavoro o un suo delegato ed è responsabile dell'indivuazione dei fattori di rischio e di elaborare le misure preventive atte a proteggere i lavoratori. Il responsabile dei lavoratori per la sicurezza (RLS) è invece eletto direttamente dai lavoratori ed ha il compito di fare da tramite fra le istanze di questi ultimi e il RSPP. Il suo compito è complementare a quello del datore di lavoro, perchè anche lui, lavorando in azienda insieme ai colleghi, ha il compito di identificare e riportare le criticità e i rischi presenti per la salute. Il preposto poi è uno dei lavoratori che ha il compito di vigilare che i dispositivi di sicurezza siano utilizzati da tutti.

  • Operai caschetto La legge 626 sicurezza non è stata la prima del suo genere. Precedenti atti normativi riguardanti la sicurezza sul lavoro furono introdotti nella Costituzione Italiana già dai primi anni Trenta. Succe...
  • Elmetto di protezione da cantiere La legge 626 sicurezza sul lavoro è stata approvata nel 1994 ed è stata la prima legge in Italia a regolare in modo organico e completo la tematica della sicurezza, comprese la prevenzione e la tutela...

Serratura Elettronica Bluetooth Intelligente App Remote Unlock Carta Magnetica Password Lingua Elettronica Intelligente Singola Serratura della Porta (Colore : Nero, Dimensione : Taglia Unica)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 229,9€


Legge 626 sicurezza: Il documento di valutazione rischi

Protezioni lavoro Il compito principale del RSPP e del RLS è quello di stendere il Documento di valutazione dei rischi (DVR), previsto dalla legge 626 sicurezza e dalla seguente 81/2008. Quest'ultimo deve comprendere una completa descrizione dell'azienda, dei macchinari utilizzati e i tipi di lavorazione svolti. Dalla descrizione si passa quindi all'identficazione dei vari fattori di rischio per i lavoratori presenti in ogni reparto dell'azienda e i diversi dispositivi di protezione utilizzati per evitare quanto possibile gli infortuni. Il datore di lavoro ha quindi il dovere di acquistare e mettere a disposizione questi dispositivi, siano semplici guanti, scarpe antinfortunistiche o l'installazione di climatizzatori, prese d'aria o impianti di depurazione. Compito dell'RLS e dei preposti è verificare che tutti questi dispositivi siano forniti e funzionanti e che i lavoratori, per la loro stessa incolumità, indossino e utilizzino tali dispositivi.



COMMENTI SULL' ARTICOLO