Lavori ristrutturazione

Diversi tipi di ristrutturazioni

Con lavori di ristrutturazione si intende in genere la manutenzione straordinaria di un edificio con l'intento di rimetterlo a nuovo e migliorarlo. Questi in genere comprendono lavori più o meno estesi di muratura, che possono essere semplice manutenzione o rimessa a nuovo, l'adeguamento o il rifacimento degli impianti (luce, acqua, gas, telefono, antenna tv) e lavori più o meno estesi per la manutenzione di tetti, bagni, pavimenti, infissi e porte ed altre pertinenze della casa, come ad esempio il rifacimento o l'adeguamento dei box e delle cantine. I lavori ristrutturazione possono essere stressanti ed onerosi per il possessore di un immobile, ma è sufficiente organizzarsi bene e tenere a mente che le spese possono in parte essere recuperate nell'arco di 10 anni dalla loro dichiarazione grazie a diversi tipi di bonus fiscali.
Pianificare la ristrutturazione

Baoblaze 20 Set Moschettoni in Acciaio Inox Bottoni Automatici Durevole per Barche in Tela Nautica Tende Cucito Lavori di Ristrutturazione - Argento, 15 millimetri

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€
(Risparmi 4€)


Calcolare i costi della ristrutturazione

Posatura parquet Fare un calcolo di quanto possano costare i lavori ristrutturazione non è semplice, perché sono molti i fatti che vanno ad incidere sul totale finale. I fattori più importanti sono l'estensione dell'appartamento o dell'edificio da ristrutturare, il suo stato prima dell'intervento, la qualità dei materiali utilizzati e la portata delle modifiche che si intendono eseguire. Per farsi un'idea del costo dei lavori prima di cominciare è importante stendere un progetto, almeno sommario, con un elenco degli interventi che si vogliono eseguire e una stima de costo di ognuno, basato sui preventivi dei professionisti e dei tecnici che saranno coinvolti nei lavori. Un sopralluogo preliminare permetterà di individuare i lavori più necessari e di constatare lo stato dell'edificio prima dei lavori, in modo da non avere brutte sorprese in corso d'opera.

  • Le detrazioni per la ristrutturazione edilizia La legge di stabilità emanata a fine dicembre 2015 ha prorogato fino al 31 dicembre 2016 la detrazione del 50% sull'IRPEF per la ristrutturazione edilizia e quella del 65% per gli interventi di adegua...
  • Bagno da ristrutturare Ristrutturare il proprio bagno significa, in un certo senso, aumentare il valore della casa. In effetti è proprio il bagno la stanza più importante, che andrà rifinita e arredata nel migliore dei modi...
  • Le fasi di ristrutturazione di un appartamento I costi di ristrutturazione appartamento variano molto in base alla tipologia di lavori da sostenere. Ad esempio, se nella ristrutturazione è compreso il completo rifacimento sia dell'impianto elettri...
  • Un bagno ristrutturato Il preventivo di rifacimento del bagno ha una serie di vantaggi e per questo è un documento estremamente importante che ogni cliente non deve mai dimenticare di farsi consegnare - e sempre in forma sc...

Il Cliente

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Detrazioni fiscali sui lavori ristrutturazione

Ristrutturazione fai da te La spesa per lavori di manutenzione straordinaria può essere in parte detratta dalle tasse e recuperata. Per alcuni tipi di lavori ristrutturazione si può recuperare fino al 50% della spesa fatturata. In caso di adeguamento antisismico e per lavori che migliorano la classe energetica dell'edificio il rimborso può arrivare anche al 65%. Queste spese vanno inserite nella dichiarazione dei redditi, allegando fatture e tutti i documenti giustificativi delle spese: lo Stato provvederà a rimborsarle in 10 rate annuali. Oltre ai lavori di ristrutturazione ed adeguamento, lo Stato rimborsa anche l'acquisto di mobili ed elettrodomestici, se avvengono contestualmente con la ristrutturazione. Ovviamente per essere rimborsata tutta la spesa dovrà essere regolarmente fatturata o giustificabile in altro modo.


Come calcolare le detrazioni

Progettare la nuova casa Le detrazioni fiscali per i lavori ristrutturazione e per l'acquisto mobili contestuale variano a seconda dell'anno in cui sono stati eseguiti i lavori. In caso di lavori durati più anni, o fatturati e pagati in anni diversi, il rimborso dev'essere richiesto nella dichiarazione dei redditi dell'anno in cui è avvenuto il pagamento, indipendentemente da quello in cui sono avvenuti i lavori o in cui sono state emesse le fatture. Fino al 2016 il rimborso poteva arrivare al 50% per un massimo di spesa di 96.000 euro, ma questa cifra è stata ora abbassata. Dal 2017 infatti il rimborso spettante è solo del 35% per una spesa massima di 48.000 euro. Per tutto il 2017 rimane la detrazione del 50% invece per i mobili e i grandi elettrodomestici, per una spesa massima di 10.000. I rimborsi avvengono sempre a rate nell'arco di 100 anni.


Lavori ristrutturazione fai da te

Sembra scontato, ma il modo migliore per risparmiare soldi durante una ristrutturazione è fare da sé tutto il possibile. Alcuni lavori, come le piccole demolizioni, non richiedono particolari abilità ma solo tanta voglia di sporcarsi le mani. In ogni caso, anche per lavori più specializzati, sarà possibile risparmiare qualcosa sulla manodopera fornendo personalmente assistenza al personale al lavoro, curando bene di dare veramente una mano e non stare in cantiere solo per interrompere e disturbare continuamente gli uomini al lavoro. Gli amanti del fai da te avranno la possibilità sia di mettersi alla prova sia di vedere al lavoro dei professionisti durante i lavori di muratura e di rifacimento degli impianti, mettendo in campo le proprie conoscenze ed imparando anche qualcosa di nuovo dalle maestranze al lavoro.


Materiali ed attrezzature

Progettazione lavori La spesa per i lavori di ristrutturazione non dipende solo dalla mano d'opera impiegata, ma anche dai materiali utilizzati e dalle attrezzature. Queste ultime in genere sono fornite dai professionisti all'opera, ma sono a carico di chi voglia mettersi alla prova con il fai da te. I materiali sono invece una spesa viva e in caso la ristrutturazione riguardi un ambiente o un appartamento di lusso possono anche di gran lunga superare la spesa relativa alla mano d'opera. Ancora prima di iniziare i lavori, in fase di progettazione, è importante scegliere attentamente i materiali giusti e verificarne i costi, prima di scoprire brutte sorprese al momento della consegna e della posa. Una volta ordinati i materiali, siano piastrelle, sanitari, lattoneria o altro, sarà poi difficile poter cambiare idea e riconsegnare il tutto per fare un nuovo ordine.




COMMENTI SULL' ARTICOLO