Le scale a chiocciola

Caratteristiche delle scale a chiocciola

Nella realizzazione di una scala classica in muratura, la profondità di ciascun gradino, ossia la pedata, e la sua altezza, detta alzata, sono già definite. La pedata deve misurare 33 cm mentre l’alzata deve essere di circa 17 cm. L’unica misura ancora da definire è l’altezza della scala, detta quota. Il numero di gradini necessari a formare una scala normale in muratura è perciò dato dal rapporto tra la quota e l’alzata. Quando si tratta di una scala a chiocciola, però, il discorso cambia. Un’alzata di 17 cm imporrebbe a chi sale la scala di curvare la schiena. Per questo motivo, è necessario realizzare un’alzata un po’ più alta, tra i 20 e i 22 cm: un’alzata, cioè, che permetta di ricavare lo spazio necessario a lasciare due metri di altezza tra i vari giri della scala. Per mantenere la giusta proporzione tra pedata e alzata, ogni giro di 360 gradi deve essere formato da un massimo di 12 gradini, con un angolo di 30 gradi ciascuno. Lo spazio minimo per collocare una scala a chiocciola è di 130 centimetri di diametro, mentre non ce n'è uno massimo: quando gli spazi lo permettono, le scale a chiocciola possono raggiungere dimensioni notevoli.
Scala a chiocciola

Beautissu Tappeti Scale ProStair 65x24cm - Set da 15 passatoie Singole per gradini - Retro Adesivo Antiscivolo - Grigio Chiaro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 37,87€


I vantaggi di una scala a chiocciola

Un esempio di scala a chiocciola Di solito, il motivo principe che spinge una persona a preferire una scala a chiocciola a una scala tradizionale, risiede nel risparmio di spazio. Le scale a chiocciola occupano molto meno posto rispetto alle scale normali e permettono di organizzare in maniera funzionale e intelligente gli spazi abitativi. Alcune persone, però, scelgono le scale a chiocciola soprattutto per una questione di estetica. Sul mercato esistono centinaia di tipologie di scala a chiocciola, da scegliere in base a i propri gusti e alle proprie esigenze. I materiali utilizzati sono tantissimi: dal legno al calcestruzzo, fino al vetro temperato. Alcune soluzioni sono davvero accattivanti e di design! Un altro importante vantaggio risiede nell’economicità del prodotto. Certo, il costo dipende dalla tipologia e dai materiali scelti, ma di solito una scala a chiocciola è più economica di una scala normale. Un ultimo vantaggio è dato dalla facilità di installazione. Basta acquistare il kit di montaggio completo di tutti gli accessori indispensabili e seguire le istruzioni, e il gioco è fatto!

    TIDIAN Stuoia semirigida della scala, stuoia di Mat di scalino Stuoia di spirale di legno solido della scala a chiocciola La stuoia antisdrucciolevole può essere su misura, modello geometrico, 2 color

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,66€


    Come installare le scale a chiocciola: preparazione

    Installazione di una scala a chiocciola Montare le scale a chiocciola non è un’impresa semplicissima. Affidarsi al fai da te è possibile, ma non da soli. Basta chiedere aiuto a un amico o a un parente, non importa che sia esperto nel montare scale, basta che abbia un po’ di manualità: quelle che ci servono sono letteralmente due braccia in più. Per prima cosa, bisogna stabilire il punto esatto in cui andrà collocato l'asse centrale, che dovrà sfociare al centro del foro praticato sul solaio. Per calcolare il centro del foro, si può utilizzare come guida il pianerottolo di sbarco. Sistemare provvisoriamente l’asse centrale al centro del foro e inserirvi il pianerottolo, accostandolo alla zona scelta come punto di sbarco. Il passo successivo è accertarsi che l’asse centrale sia perfettamente verticale: ricordarsi che un filo a piombo o una livella sono più affidabili dell'occhio umano. Una volta certi che l’asse centrale sia perfettamente in posizione, spostare l’attenzione sui fori presenti nella piastra alla base dell’asse: bisogna segnarli con un pennarello. Adesso si può togliere tutto e forare il pavimento in corrispondenza dei punti segnati.


    Montare le scale a chiocciola: posizionare i componenti

    Scala a chiocciola in vetro Per sicurezza, ricontrollare che l’asse delle scale a chiocciola sia perfettamente verticale. Può capitare che un tassello più stretto degli altri tenda a tirare l’asse da un lato. All'occorrenza, allentare il tassello in questione, o stringere allo stesso modo gli altri. Ricollocare l’asse e fissarlo alla base, in corrispondenza dei fori, utilizzando dei tasselli ad espansione o dei perni. Una volta fissato l’asse, bisogna calare dall’alto gli altri componenti della scala. Il primo elemento da inserire è il copripiastra grande, seguito dal distanziale più corto in dotazione e dal primo gradino. Da adesso gradini e distanziali vanno alternati. La minore lunghezza del primo distanziale compensa lo spessore della piastra. È fondamentale che il primo distanziale penetri nel foro del copripiastra e poggi direttamente sulla piastra sottostante. Se l’appoggio ha luogo sul copripiastra, l’intera struttura delle scale a chiocciola poggerà su un elemento che non è di sostegno e finirà per rompersi. Se non si riesce a inserire il primo distanziale nel foro del copripiastra, significa che questo non è ben centrato.


    Montare le scale a chiocciola: fissare i gradini

    Nel collocare i gradini delle scale a chiocciola in posizione, bisogna tenere conto di alcuni fattori. Le facce dei gradini non sono identiche: una è liscia mentre l’altra è concava, per permettere l’inserimento di pedate in altri materiali. Naturalmente, il gradino andrà inserito con questa parte rivolta verso l’alto.

    È inoltre opportuno alternare la direzione in cui sono rivolti i gradini: è solo una disposizione provvisoria affinché l’asse, che per il momento è fissato solo alla base, rimanga in equilibrio.

    Si inserisce ciascun gradino, fino ad arrivare al pianerottolo, che andrà fissato al solaio per mezzo di due staffe. Fissare la balaustra sul pianerottolo e stringerla sull'asse con l'apposito bullone per fissare i gradini.

    Dopo aver fissato le staffe, bisogna inserire la prima colonnina, stando attenti a farla passare in tutti i fori. La colonnina dovrà perciò passare attraverso il pianerottolo, la staffa, il distanziale e il gradino. Si fissa il tutto con uno dei dadi in dotazione.

    Per fissare definitivamente i gradini bisogna portarli nella posizione corretta, infilare le colonnine in ciascun gradino e fissarle.

    Non resta che inserire il corrimano e le scale a chiocciola sono pronte!


    Le scale a chiocciola: Manutenzione delle scale a chiocciola

    scala a chiocciola Dopo circa due mesi dall'installazione delle scale a chiocciola, è consigliabile controllare i fissaggi tra le varie parti della scala, per accertarsi che non si siano allentati.

    Per quanto riguarda la pulizia quotidiana, si suggerisce l'utilizzo di un panno umido. Materiali e trattamenti particolari richiederanno l'impiego di detergenti specifici: per orientarsi, fare riferimento alle isitruzioni fornite dal produttore. Le scale a chiocciola in legno, ad esempio, dovranno essere trattate con cere specifiche. In ogni caso, evitare di utilizzare prodotti non consigliati dal produttore, che potrebbero rovinare il materiale o renderlo scivoloso.

    Se le scale a chiocciola risultano troppo buie, è opportuno illuminarle con l'aiuto di qualche led o lampada da muro: oltre a garantire una maggiore sicurezza della scala, aggiungerà all'ambiente un effetto estetico molto suggestivo.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO