Ceramiche per pavimenti

Nascita ed evoluzione delle ceramiche per pavimenti

L'esigenza di realizzare un pavimento bello e resistente è sempre stata uno dei fattori che talvolta rende difficile la scelta del materiale giusto. C'è da dire che l'evoluzione tecnologica ha fatto passi da gigante, specialmente negli ultimi cinquant'anni. Tradizionalmente si tendeva ad utilizzare materiali di derivazione naturale, molti dei quali ancor oggi presenti nella vasta scelta di prodotti; fra di essi il marmo, i graniti e le pietre calcaree. Quando però la distanza dal luogo di estrazione e di lavorazione del marmo comincia a farsi eccessiva, il suo prezzo può salire di molto e diventare poco conveniente.Le ceramiche per pavimenti nacquero come alternativa ai pavimenti lapidei; da qui le famose ceramiche a pasta rossa smaltate e decorate, ottenute mediante l'applicazione di smalto su biscotto in argilla già precedentemente cotto e sottoposto ad una seconda cottura dopo essere stato smaltato e decorato per fissare i pigmenti e garantire durezza e tenuta allo smalto. Poi si passò alla ceramica monocottura che, ai vantaggi della bicottura, aggiungeva quello della maggiore stabilità e calibratura. Il progresso ci permette di disporre oggi, del durissimo grès porcellanato.
Pavimento in ceramica smaltata e decorata

Zigette - Confezione di 3 panni in microfibra per rivestimenti e pavimenti in ceramica e marmo, formato grande

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,2€


Ruolo dell'Italia nel mercato delle ceramiche per pavimenti

Pavimento in ceramica monocottura Una fra le nazioni maggiori produttrici ed esportatrici di ceramiche per pavimenti nel mondo è sicuramente l'Italia. E' noto, infatti, il distretto della ceramiche di Sassuolo, Fiorano Modenese e Modena, in Emilia Romagna, dove sono concentrati gran parte degli stabilimenti italiani e dai quali partono giornalmente enormi quantità di piastrelle di ogni genere, destinate ad essere distribuite nei cinque continenti. Sicuramente l'ingegno, l'abilità artigiana ed industriale degli imprenditori italiani ha giocato un ruolo fondamentale sia nella creazione e messa a punto di prodotti di alto pregio e di indiscussa qualità, sia nella rivalutazione in campo internazionale del Made in Italy. Le importanti fiere di settore in tutto il mondo non mancano di presentare, ad ogni occasione, quanto di meglio l'industria ceramica possa presentare.

  • Pavimento palladiana I pavimenti palladiana sono rivestimenti di grande valore, che adottano una particolare tecnica basata sull'adozione di migliaia di schegge di pietre naturali, in particolare di marmo. Questi pezzi so...
  • Pavimento granito decorato Il granito è una roccia eruttiva a base quasi esclusivamente di quarzo: sono presenti anche piccole quantità di mica nera e ortoclasio, che spezzano l'uniformità della superficie. La grana è in genere...
  • Cotto toscano Il Cotto Toscano è lavorato a mano mediante tecniche artigianali, tramandate dai maestri toscani. Essi trattano l'argilla ad altissime temperature introducendo nella composizione silicio e alluminio, ...
  • Pavimento in pietra per interni I pavimenti in pietra per interni sono adatti per quegli ambienti a cui si vuole conferire un aspetto più rustico o anticato. Si tratta di un materiale che può essere utilizzato per qualsiasi tipo di ...

Picobello G61457 - Set per la riparazione di pavimentazioni in piastrelle, di pareti e pavimenti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 50,18€


I problemi di stabilità e calibratura

Ceramiche per pavimenti effetto pietra Le ceramiche per pavimenti oggi disponibili lasciano spazio alla creatività dei progettisti e dei loro clienti, offrendo una gamma pressochè infinita di formati, colori e finiture con i quali poter realizzare ambienti unici ed esclusivi, qualitativamente superiori per resistenza all'usura, alle macchie e agli acidi, molto più leggeri rispetto ai marmi, ai graniti e alle pietre.L'avvento delle piastrelle in monocottura determinò sicuramente l'inizio di una nuova era, ma la difficoltà di ottenere un prodotto regolare, perfettamente piano e calibrato, obbligò i produttori a limitare la produzione al massimo formato realizzabile, il 30 cm x 30 cm.Inutile dire che questo limite ha alimentato non poco il malcontento dei progettisti, senza considerare che le aziende produttrici venivano giornalmente sommerse da valanghe di reclami per piastrelle che era impossibile posare senza ricorrere all'utilizzo di una fuga di almeno 2-3 mm per compensare le irregolarità dimensionali. Il grès porcellanato di oggi, invece, consente di poter tranquillamente produrre piastre uniche fino a 100 cm x 300 cm, oltre ovviamente a forme e formati di qualsiasi genere.


Ceramiche per pavimenti: Il nuovo mercato

Pavimenti effetto legno L'evoluzione tecnologica del prodotto, grazie alla quale sono stati abbattuti i limiti accennati prima, ha suscitato il grande interesse dei progettisti che già amavano scegliere e consigliare ai propri clienti le ceramiche per pavimenti. Da questo rinato interesse, si è avviato un percorso di innovazione e di sperimentazione sempre crescente, sia sui formati e sulle dimensioni, sia sui colori e sulle finiture superficiali. Uno degli articoli su cui si è molto puntato nella fase di avvio, è stata la piastrella 33,3 cm x 33,3 cm ad effetto rustico o antichizzato, anche con bordo burattato, smaltata ad effetto cotto o pietra invecchiati, ovviamente con i suoi sottoformati. Il successo di questo articolo dura ancora oggi. Ovviamente l'effetto rustico o invecchiato poco si presta ad ambientazioni moderne. Ma ecco affacciarsi sul mercato il grès porcellanato lucido, levigato, lappato, spazzolato, bocciardato, con formati eccezionali oggi accessibili a costi inferiori rispetto al loro esordio, grazie alle nuove tecnologie che consentono di ottenere una produzione migliore ad un costo minore. Una fra le ultime notivà è l'effetto legno o parquet, da vedere.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO