Sega a nastro

Caratteristiche peculiari della sega a nastro

La sega a nastro viene essenzialmente adoperata nella maggior parte dei lavori manuali e permette di sezionare, dividere, circoscrivere, tramite movimento di rotazione di lame di varia consistenza, materiali di varia natura. Si va dall'intagliatura del legno e del metallo fino alla modellazione di materiali più leggeri, adoperati soprattutto negli interventi di ristrutturazione edilizia. L'oggetto è composto da diversi elementi, ritenuti responsabili del corretto funzionamento dell'intero apparato. Il piano dove principalmente viene adagiato il materiale da sezionare è generalmente realizzato in metallo resistente ed è prettamente indicato per il sostentamento di pesi importanti, talvolta superiori al quintale. Esso è inoltre distribuito in modo del tutto orizzontale, al fine di consentire alla lama equipaggiata all'interno di muoversi e oscillare in totale libertà.
Sega a nastro in azione

Einhell 4308018 TC-SB 200/1 Sega a Nastro, 250 W

Prezzo: in offerta su Amazon a: 106,89€
(Risparmi 28,06€)


La particolare utilità della sega a nastro

Sega a nastro adoperata nel fai da te Soprattutto negli ultimi decenni, sebbene considerata dagli esperti del settore come un oggetto passato di moda, la sega a nastro ha avuto un'evoluzione importante, tanto da indurre i professionisti a progettare nuove varianti dell'apparecchiatura, arricchendola di funzioni e caratteristiche meccaniche in grado di poter soddisfare ogni esigenza. Fin dai tempi della sua progettazione è stato l'oggetto di utensileria più desiderato dai falegnami, dai restauratori di mobili antichi, ma anche dagli operai delle imprese edili, i quali, la adoperano per realizzare una perfetta quadrettatura degli infissi o per rendere operative travi di legno e di ferro indispensabili per la messa in sicurezza dei cantieri edili. Altro utilizzo stimato di recente è quello della "modellazione" della plastica, grazie alla rotazione di lame diverse rispetto a quelle tradizionali.

  • Seghetto per potare Il seghetto per potatura è un attrezzo da giardinaggio, utilizzato per tagliare i rami delle piante. Il vantaggio che un buon seghetto per potatura garantisce rispetto alle forbici ed alle cesoie, gli...
  • Impiego di un seghetto alternativo La sega è quell’utensile formato da una lama dentata di diverse dimensioni e un'impugnatura, ideato per tagliare materiali quali legno, plastica e altri, al fine di dividere il pezzo in più parti, in ...
  • Artigiano al lavoro con una sega circolare La sega circolare è un attrezzo usato soprattutto dai falegnami per lavorare su superfici quasi indeformabili come pannelli di compensato, di truciolato, di legno o di laminato melaminico, al fine di ...
  • Pialla a spessore La pialla a spessore è un genere di pialla a motore che consente di rifinire sia lo spessore dei listelli che le superfici. Si presenta con una struttura analoga alla pialla a filo con la sola differe...

Festnight Sega a Nastro Elettrica per Legno in Acciaio Profondità di Taglio 200 mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 142,99€


L'importanza delle lame e del piano d'appoggio

Lame sega in movimento Viene ribadita l'importanza delle lame per il corretto funzionamento dell'attrezzo. Specialmente nei modelli di sega a nastro più sofisticati, le lame sono progettate tramite l'impiego di tecnologie all'avanguardia, capaci di rendere sicura e funzionale l'apparecchiatura sotto tutti i punti di vista. Inoltre la maggior parte delle lame equipaggiate al suo interno sono piuttosto affilate e resistenti, capaci di tranciare anche superfici composte da materiale più ostico. La velocità di oscillazione della sega appoggiata al banco composito si avvicina, nei terminali più costosi, ai 15 metri al secondo. Importante, infine, è la presenza del "nastro" il quale grazie alla versatilità del materiale costituente, riesce a rendere perfetta ogni operazione di intaglio ed a realizzare intarsi eccezionalmente precisi e perpendicolari rispetto al piano d'appoggio.


Dinamiche di funzionamento: il volano e il volantino

Livellatura ferro in esecuzione Il "nastro", materiale polifunzionale per eccellenza installato in questo genere di macchina, non è il solo componente responsabile del funzionamento della stessa. Esistono altri due elementi posti in subordinazione rispetto al movimento roteante della lama della sega presente all'interno del banco di lavoro. Si distingue il volantino, elemento indispensabile della messa in movimento della lama centrale, la quale, agendo per effetto di una pressione verso il basso, è capace di azionare il meccanismo di taglio preciso e affidabile, in maniera semplice ed efficace. Il volano, come da definizione pratica, può contrariamente assumere caratteristiche e funzioni differenti, a seconda della particolare tipologia di macchina all'interno del quale viene distribuito. Solitamente, volani e voltantini si rendono utili per un movimento consapevole del nastro, unico, preciso e costante.


La sega a nastro nel bricolage

La stragrande maggioranza degli appassionati del bricolage e dei lavori fai da te opta per l'acquisto di una sega a nastro per soddisfare le più svariate esigenze. La versatilità dei materiali di fabbricazione, connessa ad una formidabile esperienza d'uso, rende funzionale l'utensile anche a quei lavori non necessariamente avviati da persone esperte del settore. La sega a nastro può essere infatti adoperata anche per piccoli interventi di modellazione di superfici, per realizzare bordature a oggetti in plastica e/o in alluminio in modo preciso e soprattutto per portare a termine un lavoro precedentemente inizializzato tramite utilizzo di arnesi di analoga categoria. Per quanto riguarda l'utilizzo dell'utensile nei lavori fai da te, esistono diverse varianti economiche dell'attrezzo che sanno svolgere discretamente la propria funzione, a patto che questo venga adoperato con almeno un minimo di professionalità e di senso pratico.


Sega a nastro: La lavorazione del legno

Lavorazione legno La sega a nastro viene attualmente utilizzata nelle falegnamerie e nelle botteghe di artigiani che si occupano della restaurazione di mobili di antiquariato. Le potenti e robuste lame sono capaci di sezionare parti di tronco particolarmente spesse, oltre a rendersi funzionali alla "livellatura" di cornici, spigoli e bordature di mobili realizzati in arte povera. Ovviamente, le specifiche tecniche degli utensili utilizzati in falegnameria si arricchiscono ulteriormente, rendendo il dispositivo un vero e proprio arnese top della sua categoria. La potenza (espressa in Watt), può ad esempio essere di gran lunga maggiore a quella stimata nell'elenco delle caratteristiche dei macchinari brevettati per interventi minori e meno invasivi. Vistosamente aumentate saranno anche le dimensioni della lama da taglio e la capacità di portata del cosiddetto piano d'appoggio, prettamente ideato per contenere carichi più elevati.



COMMENTI SULL' ARTICOLO