Scalpello

Tipologie di scalpello

Lo scalpello è uno strumento composto di una lunga lama affilata, fissata ad un manico realizzato solitamente in legno o in plastica. Il primo consiglio utile per la scelta dello scalpello è considerare il tipo di codolo di cui si necessita. Il codolo è la parte che unisce la lama dello scalpello al manico. Dal tipo di codolo dipende la differente impugnatura dello scalpello. Vediamo le diverse tipologie di scalpello : > a codolo appuntito, che è la più comune, caratterizzata dal codolo a forma piramidale incastrato nel manico; > a codolo a bicchiere, caratterizzata da un codolo incavato in cui viene incollato un manico; > scalpelli giapponesi, nei quali spesso troviamo le caratteristiche di entrambe le precedenti tipologie. Il materiale più comunemente utilizzato per realizzare la lama è una lega di acciaio e cromo. Per gli scalpelli giapponesi viene invece utilizzato acciaio laminato con alta percentuale di carbonio.
Lo scalpello

S&R Scalpello Piatto da Muratore con paracolpo 75 x 275mm. Per pavimenti, pietre e giunti metallici.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,98€
(Risparmi 8€)


Differenti usi dello scalpello in base alla lama

Tipologie differenti di lama dello scalpello A seconda della forma della lama è possibile distinguere il tipo di utilizzo dello scalpello, i più comuni sono:

- scalpello ordinario, ha la lama rettangolare di dimensioni comprese tra i 3 e i 50mm, ha impieghi generali;

- scalpello a lama smussa, ha la lama smussata ai lati di dimensioni dai 4 ai 50mm, viene utilizzato per lavori leggeri e di precisione;

- bedano, ha una lama rettangolare dai lati squadrati e di spessore elevato le cui dimensioni sono comprese tra i 4 e i 30mm, viene utilizzato per scavare le cave;

- scalpello corto, versione ridotta dello scalpello a lama smussa, viene utilizzato per rifinire scanalature ed incastri;

- scalpello a uncino, la parte finale della lama è ricurva, essa è di spessore elevato e senzione rettangolare, ha lo scopo di ripulire e rifinire incastri ciechi;

- scalpello a lama inclinata, ha la lama simile a quello ad angoli smussati, ma la parte finale della lama ha un'inclinazione variabile di circa 45°, viene utilizzato per rifinire incastri complessi;

- scalpello ad angolo, la lama ha una sezione ad angolo retto, viene utilizzato per squadrare incastri.

  • Un modello di lima elettrica La lima elettrica viene adoperata dagli artigiani del legno e del ferro per levigare superfici che, successivamente, subiranno altri trattamenti. Si tratta di uno strumento professionale che viene sol...
  • Esempio di fai da te falegnameria in atto Il fai da te falegnameria consente di mettere a punto un gran numero di soluzioni diversi. Servono solo poche doti manuali, un po' di attenzione e alcuni semplici attrezzi: fondamentali sono una sega ...
  • lavorare il legno Per lavorare il legno, sia a livello professionale che a livello amatoriale, è necessario servirsi di una strumentazione ad alta precisione, che consenta un buon grado di sicurezza e bontà del lavoro ...
  • Letto soppalco Soluzione salva-spazio, comoda e secondo l'opinione di tanti, molto gradevole alla vista, il letto a soppalco è un'idea particolarmente apprezzata nelle case di piccole dimensioni e/o con un soffitto ...

S&R Scalpelli per Meccanico e Muratore. Set 3 scalpelli a freddo piatti a mano 16 X 170, 12 X 150, 10 X 140 mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,9€
(Risparmi 4,05€)


Lo scalpello elettrico

utilizzo scalpello elettrico Utile per facilitare il lavoro a chi è dedito ai lavori manuali, lo scalpello elettrico assicura un'ottima riuscita eliminando l'utilizzo del martello. Ha un'impugnatura comoda ed è maneggiabile anche da chi è alle prime armi. Anche in questo caso varia la forma della lama a seconda dell'esigenza di utilizzo, essa può essere ad U, a V, tonda, rettangolare, a rasoio o piatta. Non è un attrezzo costoso, proprio per questo è sempre più diffuso tra gli appassionati di bricolage. I modelli più affidabili sono quelli Proxxon, il cui prezzo si aggira intorno ai 150 euro. Come per gli scalpelli tradizionali, anche per quelli elettrici è necessario affilare la lama per garantirne le prestazioni. In alternativa si possono acquistare set completi per la sostituzione delle parti usurate, al costo di circa 40 euro.


Scalpello: Come utilizzare lo scalpello

Utilizzo dello scalpello Per effettuare una sbucciatura e sfoltitura del materiale si utilizza un metodo detto presa a due mani, per cui una mano guida il lavoro mentre l'altra fornisce forza. Con questo metodo è possibile anche realizzare piccoli fori e scanalature. Se si necessita di una maggiore forza di taglio, è consigliabile impugnare con una mano il manico e usare un martello o una mazzuola per guidare lo scalpello. Fare attenzione quando si adopera questo metodo, perchè se il manico dello scalpello non è resistente potrebbe spezzarsi, inoltre potrebbero volare pericolose schegge. La forza impiegata nell'utilizzo del martello determinerà la profondità dell'incisione. Un altro metodo per lavorare con lo scalpello è di usarlo come una lima. Esso consiste nel tagliare il legno dalla parte opposta al senso delle venature ed inclinando lo scalpello di circa 30°. Per definire la profondità dell'incisione, in questo caso, basterà cambiare l'angolo di inclinazione dello scalpello. I movimenti vanno ripetuti fino a che non si ottiene il risultato desiderato. Per un'ottima riuscita del lavoro e per una più semplice manegevolezza dello scalpello è utile ogni tanto affilarne la lama.



COMMENTI SULL' ARTICOLO