Tie and dye

Cos'è il tie and dye

Colorate, pazze, psichedeliche, batik, le fantasie ottenute con la tecnica del tie and dye fanno pensare all'estate, alla libertà, all'evasione e comunicano buonumore e spensieratezza. Il tie and dye, letteralmente "annoda e tingi", è una tecnica di stampa dei tessuti lanciata dalla moda hippie e anticonformista degli anni '70 e poi ripresa dal grunge degli anni '90. In realtà però essa ha un' origine molto più antica, poiché è attestata addirittura nell'antico Egitto e in Mesopotamia e diffusa anche in India e Giappone. In ogni regione la tecnica conosce delle varianti, tutte però accomunate dal fatto che il tessuto viene tinto dopo essere stato annodato. E' una tecnica semplice e divertente per chi ama il fai da te, adatta ad essere praticata anche dai bambini, ma con la quale si possono ottenere prodotti raffinatissimi e soprattutto assolutamente personali. Ma vediamo insieme alcune tecniche di tie and dye e qualche di idea da realizzare.
tessuto tinto con tecnica tie and dye

Carta marrone da imballo e da riempimento - cm. 48x68 - Pacco da Kg. 10

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,99€


Impariamo la tecnica del tie and dye

spirale tie and dye Tingeremo una t-shirt di cotone bianco. Procuriamoci dei colori per tessuti, dello spago o degli elastici, una bacinella di plastica, dei recipienti per il colore, dei guanti in lattice monouso. Per prima cosa mettiamo a bagno nella bacinella la nostra T-shirt in una soluzione di acqua e aceto: questo favorirà la tintura successiva. Trascorsi 30 minuti tiriamo fuori il tessuto e strizziamolo. Ora abbiamo a disposizione diversi metodi per annodare il tessuto e per ottenere effetti e fantasie diverse. Per ottenere una fantasia a strisce arrotoliamo la T-shirt formando un salsicciotto, quindi annodiamo intorno ad esso tre o quattro elastici oppure lo spago, lasciando tanto spazio tra una legatura e l'altra quanto vogliamo che siano distanti le strisce. Per creare un motivo a spirale, stendiamo la nostra T-shirt su un tavolo, prendiamo tra pollice e indice la stoffa al centro della maglietta e ruotiamola, finché tutta la maglietta non sarà arrotolata intorno al punto centrale, formando un disco circolare. Quindi, avvolgiamo lo spago attorno alla maglietta, in modo da passare attorno al centro del disco almeno tre volte, creando sei sezioni, come fette di una torta.

  • Complesso di condomini La ripartizione delle spese condominiali trova la sua disciplina nel codice civile, in particolare nel VII titolo del III libro intitolato "Il condominio degli edifici". Regola principalmente i rappor...
  • Bracciali con elementi in argento I bracciali possono essere acquistati e creati a seconda del look e delle stagioni dell'anno: per occasioni più classiche ed eleganti si può optare per le intramontabili perle, disponibili anche in ve...
  • Calze colorate antiscivolo Le calze antiscivolo non sono soltanto incantevoli e colorate, ma aiutano bambini e adulti a mantenere il corretto equilibrio. La funzione di queste calze è di tenere il piede assicurato sul pavimento...
  • Cucina italiana classica Partiamo con le cucine italiane classiche. Queste non passano mai di moda e sono principalmente delle cucine in legno, sia esso chiaro, sia scuro. Sono più adatte per una casa che presenta di per sé u...

Cristallo, Ti Amo | Cuore in Vetro Laser 3D da 58 mm con Incisione | Il Regalo per Coloro Che amate o per l' Anniversario

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,99€


Sbizzarriamoci con i colori

magliette in diverse fantasie tie dye Per realizzare un effetto batik, invece, senza piegare il tessuto lo annoderemo in più punti e strettamente, mentre, per ottenere una fantasia marmorizzata stropicceremo il tessuto, lo piegheremo a fisarmonica e lo legheremo con lo spago in più punti. Una volta annodato il nostro tessuto, possiamo indossare i guanti e procedere alla tintura. Diluiamo i colori con l'acqua nelle dosi indicate dalla confezione e riempiamo degli spruzzini o delle bottigline di plastica con le soluzioni ottenute. A questo punto, spruzziamo il colore su un lato della nostra maglietta annodata, giriamola e spruzziamo l'altro lato. Ripetiamo l'operazione con gli altri colori, poi mescoliamo insieme tutti i colori in un altro recipiente e bagnamo col colore ottenuto, di volta in volta, una nuova zona della maglietta. Quando ci saremo divertiti a spruzzare i colori, mettiamo la maglietta annodata in una busta di plastica e lasciamola tutta la notte. Il giorno dopo tiriamo fuori la maglietta e laviamola, ancora annodata, finché l'acqua non si tingerà più. Quindi passiamo alla parte finale, la grande rivelazione: snodiamo la nostra maglietta, apriamola e lasciamoci soprendere dal risultato!


Tie and dye: Cosa decorare con questa tecnica

Cuscino decorato Oltre le t-shirt, cos'altro possiamo trattare con la tecnica del tie and dye ? Praticamente tutto quello che ci venga in mente e che desideriamo rinnovare o tingere d'arcobaleno. Lasciamo libera la nostra creatività e utilizziamo il tie and dye, oltre che per magliette, top e canottiere anche per dare un nuovo look a vecchi shorts o a felpe che non mettiamo più da tempo. Se poi abbiamo foulards, sciarpe o parei, in cotone o seta, il tie and dye darà loro nuova vita e ci preparerà all'estate. Pensiamo anche a realizzare una simpatica borsa per lo shopping o per il mare, utilizzando come base una semplice borsa di tela bianca, dal costo irrisorio, e trattandola con la tecnica del tie and dye: il successo è garantito. Chi ha detto poi che il tie and dye va bene solo per i vestiti o gli accessori ? Possiamo dare un tocco anche alle nostre case, annodando e tingendo cuscini, lenzuola, copriletti, tendaggi.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO