Coltivazione del tartufo

Coltivazione del tartufo, il fungo prelibato

I tartufi sono corpi fruttiferi come i funghi ma crescono sottoterra e vivono in simbiosi con gli alberi. Il micelio si combina con le radici più sottili del suo ospite e forma la cosiddetta micorriza. L'albero si avvantaggia della connessione con il fungo per assorbire i nutrienti dalle acque e dal terreno, mentre il fungo approfitta dei composti di zuccheri di ritorno di cui ha bisogno per crescere. Esistono circa 140 specie del genere Tuber a cui i veri tartufi appartengono, tuttavia solo alcuni hanno un valore economico per il loro pregio gastronomico. Tra questi i principali sono il Tuber Magnatum - Pico (1788) o tartufo d'Alba, il Tuber melanosporum- Vittadini (1831) o tartufo nero o Perigord, il Tuber Uncinatum - Chatin (1892) o tartufo di Borgogna e le sue varianti, il Tuber aestivum - Vittadini (1831) o tartufo nero estivo o Scorzone e il Tuber brumale - Vittadini (1831) o tartufo nero pregiato.
tartufo nero

Il Business dei Tartufi: I segreti per la coltivazione dei tartufi che gli esperti di settore non vogliono farti conoscere

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,47€


Come coltivare il tartufo

raccolta tartufi La difficoltà della coltivazione del tartufo sta nel dover creare il rapporto di simbiosi con la pianta ospite. Questo fattore, in passato ha privato la coltivazione del tartufo di una vera e propria tecnica colturale a cui oggi si è potuti arrivare tramite la micorrizzazione artificiale delle piantine, ossia l' innesto di spore del micelio (il fungo) nella massa radicale dell'ospite. In fase di germinazione la piantina viene messa a contatto con radici già micorrizzate e poi interrata in terreno compatibile. Nel caso del Tartufo nero, si facilita la cattura delle spore immergendo le radici in una soluzione che procura loro piccole incisioni prima di metterle a contatto con una miscela di tartufi neri maturi. Nel caso del tartufo bianco invece, le radici devono essere messe in contatto con altre radici già micorrizzate. Le specie arboree che si prestano alla micorrizzazione e se ne avvantaggiano appartengono alla macchia mediterranea. Sono il pioppo, il nocciolo, le querce, e i salici.

  • Piccolo orto sul balcone Basta poco spazio, un po' d'inventiva e tanta passione per poter coltivare erbe, piante e fiori anche se non si dispone di un giardino. Per coltivare con successo un orto sul balcone occorrono i vasi ...
  • Cicoria La cicoria è un pianta erbacea, di cui esistono diverse varietà, tra cui quella catalogna, che si presta ad essere coltivata in orto, senza richiedere molte attenzioni. È una pianta rustica e molto re...
  • esempio di materasso ortopedico Un ottimo relax notturno è garantito solo da un materasso ortopedico, morbido ed elastico, che accolga dolcemente il corpo e si adegui alle sue caratteristiche. In particolare, la scelta di questo imp...
  • Larve di mosca della cipolla La mosca della cipolla, il cui nome scientifico è Delia Antiqua, è un parassita le cui larve si nutrono dei bulbi di cipolle, ma anche di altri bulbi. La loro azione distrugge gli strati prima estern...

Manuale per la coltivazione del tartufo bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,33€
(Risparmi 0,67€)



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO