Orto biologico

Il terreno giusto per l'orto biologico

Per avere un orto biologico che produca buone quantità di verdure e ortaggi prelibati, è necessario scegliere il terreno giusto. Prima di tutto bisognerà progettare l'orto cercando di capire quale sia la migliore collocazione delle varie specie di ortaggi. Inoltre andrà verificato che negli anni precedenti non siano state coltivate piante della stessa famiglia nel posto dove si andrà a mettere una determinata verdura. La terrà dovrà essere preparata in anticipo, con un'energica operazione di vangatura e di zappatura, ad una profondità di oltre 30 cm. Dopodiché si potrà procedere con la fertilizzazione del terreno, aggiungendo letame maturo e compost casalingo ben decomposto. Il terreno dovrà assorbire le sostanze nutrienti per almeno un paio di settimane prima di poter effettuare la semina o il trapianto delle giovanissime piantine. Il substrato dovrà essere leggero e drenante.
Insalate biologiche

10pcs Garden Pea Seeds biologica vegetale facile coltivazione radicchio rosso frutti in vaso Per Garden Farm Cortile

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,05€


L'irrigazione dell'orto biologico

Orto curato L'orto biologico ha bisogno di un apporto idrico costante, anche durante la stagione estiva. In primavera le normali precipitazioni atmosferiche potrebbero essere anche più che sufficienti per garantire la crescita e lo sviluppo delle piantine. La miglior cosa sarebbe poter disporre di un canale naturale di irrigazione, dopo esserci accertati che le acque non siano contaminate con inquinanti. Nell'orto biologico si potrà prevedere un sistema artigianale di contenitori per la raccolta delle acque piovane. Occorrerà, poi, munirsi dell'attrezzatura per l'irrigazione, potendo usare l'annaffiatoio a mano o l'impianto vero e proprio. Le ore in cui si potrà intervenire con l'annaffiatura sono quelle serali e del mattino, quando non c'è luce diretta sulla parte aerea delle piante. Bisognerà comunque fare attenzione a bagnare la base e non l'apparato fogliare.

  • cavi elettrici I cavi o fili elettrici, in termini tecnici detti cablaggi, sono dei collegamenti deputati a trasportare l'energia attraverso l'impianto elettrico, per alimentare le prese e dunque i vari punti luce o...
  • Piccolo orto sul balcone Basta poco spazio, un po' d'inventiva e tanta passione per poter coltivare erbe, piante e fiori anche se non si dispone di un giardino. Per coltivare con successo un orto sul balcone occorrono i vasi ...
  • Cicoria La cicoria è un pianta erbacea, di cui esistono diverse varietà, tra cui quella catalogna, che si presta ad essere coltivata in orto, senza richiedere molte attenzioni. È una pianta rustica e molto re...
  • esempio di materasso ortopedico Un ottimo relax notturno è garantito solo da un materasso ortopedico, morbido ed elastico, che accolga dolcemente il corpo e si adegui alle sue caratteristiche. In particolare, la scelta di questo imp...

65 C.ca Semi Carciofo Violetto Pugliese sel. Francesino - cynara cardunculus - In Confezione Originale - Prodotto in Italia - Carciofi - CC003

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,4€


Verdure da coltivare nell'orto biologico

Consociazione verdure Nell'orto biologico si possono coltivare tutti i tipi di verdure. Sarebbe preferibile seguire la stagionalità, evitando di voler far crescere varietà poco adatte alla zona dove si trova l'orto. Per la coltivazione zucca e coltivazione melone sarà necessaria un'esposizione a tutto sole e una temperatura media abbastanza elevata. Per la coltivazione cipolle le esigenze climatiche sono meno rigorose, potendo peraltro scegliere varianti di cipolle da poter coltivare a tutte le latitudini. Ogni ortaggio e ogni verdura, comunque, ha precise necessità da rispettare. Nell'orto biologico vanno evitati sia i concimi che i prodotti antiparassitari e antifungini chimici. Esistono metodi naturali per combattere le avversità. Ad esempio si può aggiungere un decotto di erbe all'acqua dell'irrigazione. In alternativa si può ricorrere alla consociazione, ovvero alla tecnica che sfrutta le caratteristiche naturali delle piante. Ad esempio un'aromatica vicino a una pianta di verdura può tenere lontani alcuni insetti.


Orto biologico: L'attrezzatura necessaria

Orto biologico Per coltivare un orto biologico non serve un'attrezzatura professionale. Con una vanga, una zappa e un rastrello si può già cominciare a coltivare con successo, purché si metta un po' di buona volontà e lavoro. Nell'orto biologico andrebbe scelta sempre un'attrezzatura naturale. Per molte specie vegetali occorre disporre alla base delle piante uno strato di pacciamatura che impedisca l'evaporazione dell'acqua mantenendo il terreno sempre leggermente umido. Questa tecnica serve anche per evitare di sarchiare continuamente, cioè di rimuovere le erbacce infestanti. Invece di utilizzare il telo in nylon, in un orto biologico è meglio ricorrere alla pacciamatura con cortecce o sfalci di potature, che peraltro sono naturali e rilasciano nel terreno sostanze nutrienti. L'orto biologico è una pratica che regala grandi soddisfazioni perché le verdure che vengono raccolte sono genuine e c'è la garanzia che non siano stati utilizzati elementi come diserbanti o altri prodotti chimici. Per cui le verdure e gli ortaggi possono essere consumati dopo un breve lavaggio sotto acqua corrente.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO