Anthurium

Le necessità idriche dell'Anthurium

L'Anthurium è una pianta di origine tropicale e questo influenza moltissimo le sue necessità idriche. E' indispensabile sapere che la pianta ha necessariamente bisogno di un ambiente e di un terreno sempre umidi. Le annaffiature devono risultare abbastanza abbondanti ma bisogna ricordare che le esagerazioni non sono assolutamente gradite dall'Anthurium. Il terreno che ospita la pianta deve essere sempre umido ma non si devono creare ristagni idrici che possono portare danni irrimediabili alla pianta. Alla stessa maniera il terreno non deve mai rimanere asciutto. Per quanto concerne le condizioni di umidità indispensabili all'Anthurium, è consigliabile utilizzare un sottovaso riempito di argilla espansa. In questa maniera, inoltre, le radici non entreranno direttamente in contatto con l'acqua.
Fiore di Anthurium rosso

Treplas 0,50x2 m, Verde, Traliccio Estensibile in PVC per Sostegno a Muro di Fiori e Piante Rampicanti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 3,99€
(Risparmi 2€)


Come coltivare l'Anthurium

Fiori di Anthurium rosa L'Anthurium è una pianta la cui coltivazione non è assolutamente complicata. Per ottenere ottimi risultati, infatti, è sufficiente ricordare quelle che sono le principali caratteristiche della pianta: l'origine tropicale predilige l'umidità, le temperature alte, i terreni contraddistinti da grossolanità, ricchi di sostanze organiche e con ph compreso tra 5 e 6. L'Anthurium non ha necessità di potature. Semplicemente man mano sarà sufficiente eliminare le foglie secche che cadranno, per evitare che le stesse possano essere veicolo di malattie. Il rinvaso deve avvenire mediamente ogni biennio, all'inizio della primavera, in terreni acidi e in vasi di medie dimensioni. Superficialmente va collocato uno strato di muschio per mantenere i corretti livelli di umidità. Le foglie, infine, si puliscono con uno straccio morbido bagnato.

  • Orchidee Vanda Le Orchidee Vanda sono piante da fiore originarie del continente asiatico e in particolare dell'India, della Cina, della Malesia e dell'Indonesia; alcune varietà sono coltivate anche in Australia. A q...
  • Varietà di calancola La calancola è una piccola pianta succulenta che solitamente non oltrepassa i 35 cm di altezza. Le foglie carnose triangolari formano una fitta rosetta eretta e sono caratterizzate da un margine ondul...
  • Varietà di clematide rampicante La clematide rampicante appartiene alla famiglia delle Ranuncolaceae. Presenta fusti sottili semi legnosi e può avere foglie caduche oppure sempreverdi. I viticci prodotti si attaccano tenacemente all...
  • Calle colorate La coltivazione della calla può essere effettuata a terra o in vaso. La messa a dimora in giardino deve avvenire fra settembre e dicembre. Prima si interrano i bulbi in piena terra in una zona di mezz...

Estratto di salvia 1900 mg (estratto di foglie, salvia officinalis, 2% oli essenziali) - 90 capsule di verdura

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,99€


Come concimare correttamente l'Anthurium

Fiore di Anthurium bianco Per mantenersi in salute e garantire una bellissima fioritura, l'Anthurium ha assolutamente bisogno di una corretta operazione di concimazione. Questa si effettua esclusivamente nel periodo compreso tra aprile e settembre, utilizzando un fertilizzante liquido da mescolare con l'acqua utilizzata per le annaffiature. Queste procedure vanno eseguite ogni due settimane circa. Indispensabile rispettare le dosi indicate sull'etichetta della confezione. Quantità eccessive, infatti, potrebbero anche uccidere l'Anthurium mentre dosi insufficienti non avrebbero gli effetti sperati. Durante la stagione autunnale e quella invernale, invece, le concimazioni vanno sospese. Azoto, fosforo e potassio sono i tre elementi di cui la pianta non può assolutamente fare a meno. Indispensabili, però, anche i microelementi.


L'esposizione ideale e le possibili malattie

Pianta anthurium Essendo una pianta di origine tropicale, l'Anthurium ha assolutamente bisogno di crescere nelle giuste condizioni di umidità. Le temperature ideali, in estate, si aggirano attorno ai 25°C. In inverno, invece, è meglio che non scendano mai al di sotto dei 15°C. Gli sbalzi termici sono assolutamente sgraditi dall'Anthurium. L'esposizione ideale è sicuramente in condizione di penombra luminosa. Il sole diretto è da evitare così come lo sono anche le correnti d'aria, pericolosissime. Svariate sono le problematiche che possono minacciare la salute della pianta. Ad esempio, annaffiature errate (eccessive o scarse) ed esposizione alle correnti d'aria possono causare l'ingiallimento delle foglie. La concimazione insufficiente è causa di mancata fioritura mentre la presenza di macchie bianche indica la "Cocciniglia farinosa" da trattare specificatamente.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO