Frutti di bosco coltivazione

Perchè coltivare i frutti di bosco

Ribes, mirtilli, lamponi, more e gelsi sono piccoli frutti apprezzati da tutti per il loro gusto e le loro proprietà antiossidanti. Sono infatti ricchi di vitamine e fibre, vengono impiegati nel settore alimentare ma anche in quello chimico e cosmetico. Si tratta infatti di frutti preziosi che possono essere coltivati in grandi appezzamenti o in piccoli orti, in serra o in vaso sul balcone. Un altro vantaggio dei frutti di bosco è che raramente subiscono attacchi da parte di parassiti, questo consente di ottenere frutti completamente naturali e sani perché non sarà necessario correre ai ripari con insetticidi chimici. La frutti di bosco coltivazione richiede piccoli semplici accorgimenti per ottenere buoni risultati a livello di gusto e produttività. Appena saranno maturi dovranno essere rigorosamente colti a mano perché si tratta di bacche delicate che si rompono e rovinano con facilità.
Frutti di bosco

Come avviare una coltivazione di frutti di bosco. Con CD-ROM

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39€


Frutti di bosco coltivazione: come scegliere il terreno

More rampicanti Con frutti di bosco intendiamo una vasta varietà di piccoli frutti. Tutti sono accomunati da buona adattabilità a diversi terreni. Le piante devono essere posizionate al sole, ma ben riparate dal vento poiché questo potrebbe danneggiare le bacche che sono molto delicate. È sconsigliabile un terreno troppo sabbioso, ma serve un terreno asciutto e compatto ricco di letame e nutrienti. Dopo aver creato un'adeguata struttura di sostegno, dove far rampicare le piante, è possibile posizionare le piantine in file ben distanziate. Una volta che le piante sono state posizionate, vanno circondate alla base di uno strato di pacciamatura composto da corteccia, trucioli e foglie per proteggere le radici dal freddo. Infine va creato l'impianto di irrigazione. A questo punto è consigliabile provvedere ad una copertura per riparare i frutti dal freddo e dal vento.

  • Lamponi Con l'arrivo dell'estate iniziano ad apparire sugli scaffali i primi frutti di bosco, tra cui anche i lamponi. Il consumo di questo frutto durerà fino a tardo autunno e sarà ricco di sapore, oltre ad ...
  • Mirtilli I mirtilli appartengono alle Ericacee e si presentano sottoforma di bacche. In natura esistono più di 100 specie di mirtilli e le varietà presenti in Europa non superano i 50 centimetri di altezza. La...
  • Fragole Tipici frutti primaverili, le fragole sono ricche di vitamina C, oltre che di sali minerali e flavonoidi, dalle note capacità antinfiammatorie. La coltivazione delle fragole è adatta anche per princi...
  • Coltivazione fragole La riproduzione delle fragole rampicanti può essere fatta per semina o per propagazione delle piantine che si sviluppano a livello del terreno. Nel primo caso è necessario preparare un semenzaio, in c...

Il Caffè Italiano, 50 capsule tisana frutti di bosco compatibili macchina caffè Nespresso

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,99€


Le zone più adatte

Pianta more I piccoli frutti si adattano a qualsiasi tipo di clima, purché ad un'altitudine massima di 1000 metri. Ad altitudini più elevate, infatti, il rischio è quello di una cattiva maturazione a causa dei maggiori sbalzi termici. Questo tipo di piante da frutto trovano quindi il loro miglior sviluppo ad un'altitudine collinare, in particolare nel nord Italia che risulta più piovoso del sud. Le forti piogge sono infatti desiderabili perché la frutti di bosco coltivazione richiede abbondante acqua per crescere al meglio. La manutenzione annuale comprende solo la potatura in inverno e la sfoltitura dei rami in eccesso durante l'estate. Questi due interventi permetteranno una fruttificazione ricca e abbondante, concentrata nei rami selezionati. Seguendo questi semplici passaggi saprà possibile, dopo circa tre anni, avere un buon raccolto a partire da giugno fino a settembre.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO