Fragole rampicanti

Come moltiplicare le fragole rampicanti

La riproduzione delle fragole rampicanti può essere fatta per semina o per propagazione delle piantine che si sviluppano a livello del terreno. Nel primo caso è necessario preparare un semenzaio, in cui inserire una miscela di torba e sabbia in parti uguali. I semi vanno appoggiati sul livello del terreno ad una distanza di 1 cm. È necessario coprire con un velo sottilissimo di torba. Le annaffiature almeno per i primi tempi vanno fatte con il nebulizzatore per evitare di rovinare i semi. La semina va fatta all'inizio della primavera, le piantine saranno sviluppate verso la fine di giugno. A questo punto è possibile trapiantare le piantine in vasi più capienti, dopo aver preparato il terreno con torba, stallatico maturo, sabbia e ghiaia. Il terreno deve essere ben drenato per evitare ristagni dannosi per le radici e per la pianta.
Coltivazione fragole

Hortus 60SDFF014 Fiorevivo Fragole Rampicanti, 13x0.2x20 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1,1€


Come prendersi cura delle fragole rampicanti

Varietà mount everest Le fragole rampicanti hanno bisogno di poche cure, ma devono essere date in maniera costante. Le annaffiature ad esempio devono essere periodiche ma non eccessive. Il terreno non deve essere grondante di acqua, né tanto meno secco. La superficie deve restare asciutta, ma il substrato appena umido. In estate e durante la maturazione dei frutti è necessario effettuare due annaffiature al giorno, dopo il raccolto si possono diradare le irrigazioni fino ad una volta a settimana nel periodo invernale. La concimazione deve essere assolutamente effettuata al momento del trapianto della pianta: è in questa fase che l'azoto presente nello stallatico permetterà alle radici di svilupparsi per far crescere una pianta sana e robusta. Durante il periodo vegetativo è necessario prevedere delle altre concimazioni con una miscela di torba e concime per evitare di rovinare sia i fiori che i frutti.

  • Fragole Tipici frutti primaverili, le fragole sono ricche di vitamina C, oltre che di sali minerali e flavonoidi, dalle note capacità antinfiammatorie. La coltivazione delle fragole è adatta anche per princi...
  • Frutti di bosco Ribes, mirtilli, lamponi, more e gelsi sono piccoli frutti apprezzati da tutti per il loro gusto e le loro proprietà antiossidanti. Sono infatti ricchi di vitamine e fibre, vengono impiegati nel setto...
  • Fragole La fragola è una pianta della famiglia delle Rosaceae molto comune e apprezzata per il suo "falso frutto", per l'appunto la colorata e succosa fragola, amata da grandi e bambini. È una piantina di fac...

Inception Pro Infinite Semi Fragola rampicante - Fragaria ananassa - In Confezione Originale - Prodotto in Italia - C.ca

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,4€


Fragole rampicanti: Le malattie più frequenti

Vaso fragole Le fragole rampicanti in vaso hanno il vantaggio di non soffrire dell'attacco di parassiti come quelle coltivate in giardino. Tuttavia possono essere colpite da malattie fungine come il mal bianco o le muffe. La soluzione in questi casi è rimuovere la parte malata dalla pianta e ridurre sensibilmente le innaffiature. Possono esser colpite anche dall'attacco di parassiti come gli afidi e il ragnetto rosso, nel primo caso si vedranno comparire dei piccoli puntini lungo le foglie e i frutti acerbi, nel secondo si noteranno dei piccoli filamenti intorno alle foglie. Questi parassiti possono essere debellati solo con un intervento naturale ed estremamente biologico, poiché le fragole rampicanti non possono esser trattate con sostanze chimiche. In questi casi l'unico sistema naturale che può essere adottato per contenere e debellare la malattia è utilizzare una soluzione filtrata di acqua e cenere da usare nell'irrigazione e nel nebulizzatore.



COMMENTI SULL' ARTICOLO