Guerrilla gardening

Che cos'è la guerrilla gardening e come nasce?

La guerrilla gardening è una forma di protesta civile e non violenta che promuove la filosofia del giardinaggio politico e forzato: un gruppo di ambientalisti di sua spontanea volontà converte un'area urbanizzata in un parco seminando fiori e piante su suolo pubblico senza autorizzazione. Sono veri attacchi sotto forma di sit-in ma senza degenerare in scontri: l'ultima frontiera della guerrilla gardening, tuttavia, prevede la collaborazione con le istituzioni e le associazioni del territorio coinvolto. La prima guerrilla gardening fu negli Usa nel 1973 a Houston, nello stato di New York, un gruppo di attivisti trasformò un terreno incolto privato in un fantastico giardino senza ottenere il consenso dei proprietari: ancora oggi il parco verde è fruibile da cittadini e sportivi. In Italia esiste un apposito portale che organizza manifestazioni di giardinaggio libero nelle maggiori città, dipingendo di verde i comuni grigi e realizzando lezioni di giardinaggio e ambientalismo.
fiori guerrilla gardening

Piante da frutto e vite. La propagazione. Semina. Pollone. Margotta. Propaggine. Talea. Innesti a gemma. Innesti a marza. Quali metodi utilizzare

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,51€
(Risparmi 1,39€)


La guerrilla gardening nel mondo

guerrilla gardening in Olanda L'espressione guerriglia gardening si deve allo scrittore John F. Adams che nel 1983 pubblicò un libro per esortare i coltivatori a evitare gli ibridi. Qualche anno dopo, nel 1996 a Londra, 500 giardinieri misero in atto un'azione di guerrilla gardening su un terreno della Guinness nel Wandsworth, zona sud della City: l'azienda leader mondiale nella produzione di birra non utilizzava quel campo e gli attivisti lo riqualificarono riportandolo all'antico verde. Nello stesso anno a Copenaghen un movimento di giovani costruì in appena 10 ore un parco verde sulle ceneri di una discarica: mille persone lavorarono al progetto, inaugurato venti anni fa e ancora oggi in corso. Sempre a Londra nel 2000 nel giorno dedicato alla festa dei lavoratori il primo maggio l'associazione Reclaim the Streets svolse un sit-in di guerrilla gardening addirittura al Parlamento: a ritmo di samba e accompagna da ciclisti in arrivo da Hyde Park, i giardinieri picchettarono la piazza con fiori, semi e ortaggi.

  • arredo per il giardino Alcune abitazioni hanno la fortuna di offrire, oltre agli ambienti interni più o meno estesi, un gradevole spazio esterno.Lo spazio esterno di una casa può essere rappresentato da un semplice balcon...
  • Una casetta per gli attrezzi Cosa sono le casette in legno e a cosa servono? Bisogna, innanzitutto, precisare che ne esistono di diverse tipologie, anche se quelle più comuni sono le casette in legno prefabbricate che vengono uti...
  • agrifoglio foglie e bacche L'agrifoglio (Ilex aquifolium) appartiene alla famiglia delle Aquifoliacee ed è un arbusto rustico e resistente, presente in Italia come specie endemica e coltivato come pianta ornamentale. Nella clas...
  • Serra giardino in vetro Le serre rappresentano la soluzione ottimale per chi vuole coltivare nel proprio giardino ortaggi, verdure, ma anche fiori e piante in generale, con qualsiasi clima esterno. Le serre possono essere mo...

Coseyil Resina Glowing Stone, colorato incandescente Garden ciottoli, Glow in The Dark Pietra Decorativa per vialetti, Decorazioni Giardino Sentiero Vaso per Piante, Fish Tank 100/200 pz Dark Blue

Prezzo: in offerta su Amazon a: 38,16€


Guerrilla gardening: La guerrilla gardening in Italia

giardino realizzato con la guerrilla gardening In Italia esistono centinaia di gruppi di guerrilla gardening. L'obiettivo dei giardinieri d'assalto è quello di convertire il cemento e l'asfalto in giardini in fiore: i guerrilla gardener italiani agiscono per abbellire i monumenti pubblici delle città con piante, alberi e fiori, dove prima c'era l'asfalto ora ci sono aiuole. Per citarne alcuni in Sardegna ci sono gli Gnomi Giardinieri, in Sicilia il gruppo Guerrilla Gardening Palermo- Palermo, la Guerrilla Gardening Mazara e il Movimento dei Conigli a Castelvetrano; in Puglia troviamo gli Ammazza che piazza, gli Effetto Terra a Bari, seguiti dalla Guerrilla Gardening Casamassima e il movimento Puliamo Terlizzi. In Campania sono famosi i Friarielli Ribelli di Napoli, i Nonanovola Guerrilla Gardening di Salerno, la Penisola Sorrentina Guerrilla Gardening e gli Spacca Nocelle Guerrilla Gardening di Avellino. Gli ecologisti del movimento guerrilla gardening italiano organizzano anche corsi e lezioni di giardinaggio sociale e spesso agiscono sotto l'egida della pubblica autorità.



COMMENTI SULL' ARTICOLO