Guerrilla gardening

Che cos'è la guerrilla gardening e come nasce?

La guerrilla gardening è una forma di protesta civile e non violenta che promuove la filosofia del giardinaggio politico e forzato: un gruppo di ambientalisti di sua spontanea volontà converte un'area urbanizzata in un parco seminando fiori e piante su suolo pubblico senza autorizzazione. Sono veri attacchi sotto forma di sit-in ma senza degenerare in scontri: l'ultima frontiera della guerrilla gardening, tuttavia, prevede la collaborazione con le istituzioni e le associazioni del territorio coinvolto. La prima guerrilla gardening fu negli Usa nel 1973 a Houston, nello stato di New York, un gruppo di attivisti trasformò un terreno incolto privato in un fantastico giardino senza ottenere il consenso dei proprietari: ancora oggi il parco verde è fruibile da cittadini e sportivi. In Italia esiste un apposito portale che organizza manifestazioni di giardinaggio libero nelle maggiori città, dipingendo di verde i comuni grigi e realizzando lezioni di giardinaggio e ambientalismo.
fiori guerrilla gardening

Guerrilla Gardening is My Jam: Funny Guerrilla Gardening Journal (Diary, Notebook) Christmas & Birthday Gift for Guerrilla Gardening Enthusiasts

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,59€


La guerrilla gardening nel mondo

guerrilla gardening in Olanda L'espressione guerriglia gardening si deve allo scrittore John F. Adams che nel 1983 pubblicò un libro per esortare i coltivatori a evitare gli ibridi. Qualche anno dopo, nel 1996 a Londra, 500 giardinieri misero in atto un'azione di guerrilla gardening su un terreno della Guinness nel Wandsworth, zona sud della City: l'azienda leader mondiale nella produzione di birra non utilizzava quel campo e gli attivisti lo riqualificarono riportandolo all'antico verde. Nello stesso anno a Copenaghen un movimento di giovani costruì in appena 10 ore un parco verde sulle ceneri di una discarica: mille persone lavorarono al progetto, inaugurato venti anni fa e ancora oggi in corso. Sempre a Londra nel 2000 nel giorno dedicato alla festa dei lavoratori il primo maggio l'associazione Reclaim the Streets svolse un sit-in di guerrilla gardening addirittura al Parlamento: a ritmo di samba e accompagna da ciclisti in arrivo da Hyde Park, i giardinieri picchettarono la piazza con fiori, semi e ortaggi.

  • arredo per il giardino Alcune abitazioni hanno la fortuna di offrire, oltre agli ambienti interni più o meno estesi, un gradevole spazio esterno.Lo spazio esterno di una casa può essere rappresentato da un semplice balcon...
  • Una casetta per gli attrezzi Cosa sono le casette in legno e a cosa servono? Bisogna, innanzitutto, precisare che ne esistono di diverse tipologie, anche se quelle più comuni sono le casette in legno prefabbricate che vengono uti...
  • agrifoglio foglie e bacche L'agrifoglio (Ilex aquifolium) appartiene alla famiglia delle Aquifoliacee ed è un arbusto rustico e resistente, presente in Italia come specie endemica e coltivato come pianta ornamentale. Nella clas...
  • Serra giardino in vetro Le serre rappresentano la soluzione ottimale per chi vuole coltivare nel proprio giardino ortaggi, verdure, ma anche fiori e piante in generale, con qualsiasi clima esterno. Le serre possono essere mo...

On Guerrilla Gardening: A Handbook for Gardening Without Boundaries

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,26€


Guerrilla gardening: La guerrilla gardening in Italia

giardino realizzato con la guerrilla gardening In Italia esistono centinaia di gruppi di guerrilla gardening. L'obiettivo dei giardinieri d'assalto è quello di convertire il cemento e l'asfalto in giardini in fiore: i guerrilla gardener italiani agiscono per abbellire i monumenti pubblici delle città con piante, alberi e fiori, dove prima c'era l'asfalto ora ci sono aiuole. Per citarne alcuni in Sardegna ci sono gli Gnomi Giardinieri, in Sicilia il gruppo Guerrilla Gardening Palermo- Palermo, la Guerrilla Gardening Mazara e il Movimento dei Conigli a Castelvetrano; in Puglia troviamo gli Ammazza che piazza, gli Effetto Terra a Bari, seguiti dalla Guerrilla Gardening Casamassima e il movimento Puliamo Terlizzi. In Campania sono famosi i Friarielli Ribelli di Napoli, i Nonanovola Guerrilla Gardening di Salerno, la Penisola Sorrentina Guerrilla Gardening e gli Spacca Nocelle Guerrilla Gardening di Avellino. Gli ecologisti del movimento guerrilla gardening italiano organizzano anche corsi e lezioni di giardinaggio sociale e spesso agiscono sotto l'egida della pubblica autorità.



COMMENTI SULL' ARTICOLO