Caminetti moderni

I caminetti moderni sono l'evoluzione del focolare

Il caminetto da sempre rappresenta il cuore caldo della casa. Che si trattasse di una reggia o della casa di contadini, la vita quotidiana in inverno si svolgeva attorno al suo perimetro e la sera diveniva luogo magico d'aggregazione. Con i caminetti moderni è possibile ricreare atmosfere antiche ed essere al passo con le innovazioni tecnologiche. Che si tratti di un antico caminetto da ristrutturare o di una nuova costruzione, esistono ora in commercio diverse soluzioni adattabili a tutte le esigenze. L'innovazione dei materiali e della struttura stessa dei caminetti moderni rende questo strumento efficientissimo per fornire calore alla casa e ne scopre la sua veste ecocompatibile grazie ai moderni sistemi di controllo delle emissioni nell'ambiente e alla gestione dei consumi. Le scelte che si possono fare sono innumerevoli, dal classico caminetto a legna, al pellet o al bioetanolo. Possono essere inoltre collegati all'impianto idraulico per fungere da caldaia e produrre acqua calda per uso domestico e per il collegamento di termosifoni.
Soluzioni di grande design a bioetanolo

Klarstein Montreux - Camino Elettrico con Effetto Fiamma, Camino Elettrico, Riscaldamento da 1000 o 2000 Watt, Insta Fire, Dimmerabile, Timer Settimanale, Stile Country, Telecomando, Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 349,99€
(Risparmi 150€)


La struttura dei caminetti moderni

Il fascino antico della legna e il design moderno La struttura base dei caminetti moderni è del tutto simile a quella dei loro antenati. Si parla dunque del vero e proprio focolare, ovvero della camera di combustione, e della canna fumaria. Quest'ultima deve essere costruita a norma di legge e certificata. La sua altezza è vincolata dall'altezza dell'edificio in quanto deve raggiungere il tetto e superarlo in quota di almeno 50 cm., mentre il diametro è direttamente proporzionale all'ampiezza del focolare. Anche i materiali che compongono la camera di combustione non sono molto diversi da quelli antichi, almeno sul piano concettuale. Si tratta di materiali refrattari in grado di resistere al calore fino a 1200°, come ghisa, pietre naturali e mattoni refrattari. Ciò che fa veramente la differenza rispetto al passato è l'insieme delle tecnologie e dei combustibili oggi in commercio. Si parte dalla semplice legna per passare al pellet, combustibile ad alta resa ottenuto da segatura compressa e definito come biocombustibile dalla norma UNI EN 14588, fino a giungere al bioetanolo, etanolo prodotto da biomasse. In quest'ultimo caso i caminetti moderni che utilizzano questo combustibile non necessitano di canna fumaria.

  • Elegante caminetto Il camino è stato il primo sistema installato all'interno di un'abitazione, quale ne fosse la tipologia, per riscaldare l'ambiente e, spesso, anche per cucinare. Ancora oggi, specialmente nelle case d...
  • Caminetto d'arredo moderno I caminetti da arredo costituiscono una importante rivisitazione di quelli tradizionali che però venivano curati maggiormente più per la loro funzionalità che per il loro aspetto. Tuttavia esigenze pr...
  • Esempio di caminetto ad angolo Il camino angolare è una soluzione di riscaldamento e di arredo che risulta di particolare effetto scenografico. Al tempo stesso consente di ottimizzare gli spazi in quanto può essere adottato, appunt...
  • Camino moderno alimentato con bioetanolo Il camino senza canna fumaria permette di installare nella propria abitazione un sistema di riscaldamento che non ha limitazioni per la collocazione dell'impianto. Infatti grazie a questo genere di ap...

Klarstein Studio Light & Fire 2 - Caminetto, Camino Elettrico, Effetto Fiamma, 1000/2000 Watt, Funzione Timer, Termostato, Alloggiamento in MDF, Telecomando Incluso, Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 449,99€
(Risparmi 179,99€)


Cosa scegliere tra i vari tipi di caminetti moderni

Dividere gli ambienti con il caminetto Innanzitutto se si tratta di ristrutturare una casa già esistente la scelta tra i caminetti moderni sarà vincolata dalla posizione della canna fumaria preesistente. Tendenzialmente un tempo le canne fumarie venivano posizionate ad un estremo dell'abitazione in quanto la vita quotidiana si svolgeva principalmente nella zona giorno. Se invece si tratta di nuove costruzioni, è consigliabile costruire la canna fumaria in posizione centrale in modo da consentire l'installazione di caminetti moderni in grado di riscaldare facilmente tutta l'abitazione, in special modo quando questa si sviluppa su più piani. Per quanto riguarda la scelta del combustibile, il consiglio è di optare per il sistema misto. Si tratta di caminetti moderni alimentati a legna e pellets e dotati di sistemi elettronici programmabili in grado di regolarne l'accensione. Inoltre quando il combustibile primario, rappresentato dalla legna, si esaurisce la centralina immette nel sistema il pellet in modo da garantire il continuo funzionamento del caminetto. Le soluzioni a bioetanolo sono consigliate solo quando non si può installare la canna fumaria in quanto il loro potere calorico è nettamente inferiore.


Caminetti moderni: I prezzi

Termocamino Il costo dei caminetti moderni è molto variabile a seconda delle dimensioni e della funzione che devono ricoprire. Al di là delle spese d'installazione, di costruzione della canna fumaria e delle opere in muratura necessarie, i caminetti moderni più economici sono indubbiamente quelli a bioetanolo. A contrastare il loro minor rendimento calorico troviamo l'estrema facilità d'installazione. I loro prezzi variano da 60€, per soluzioni simili a stufette, fino ai 2.500€ circa per dimensioni importanti e di alto design. Un classico caminetto a legna invece si aggira tra i 1.000€ e i 1.500€. Per i termocamini si arriva invece a prezzi molto superiori, attestati tra i 2.500€ e i 4.000€. In questo caso bisogna però tener presente che si tratta di un investimento a medio termine ideale per case di grandi dimensioni, soprattutto se sviluppate su due piani. I termocamini infatti vengono utilizzati non solo per riscaldare l'ambiente circostante ma anche, collegandoli al sistema idraulico, per mettere in funzione termosifoni anche ai piani superiori e per generare acqua calda per uso domestico. Alla fine il risparmio energetico andrà a compensarne il costo iniziale.



COMMENTI SULL' ARTICOLO