Lampadine basso consumo

Le lampadine basso consumo

Le lampadine basso consumo, conosciute anche come "lampadine a fluorescenza" sono entrate nelle abitudini quotidiane di tutti da svariati anni ormai. Era, infatti, il settembre 2009 quando una Direttiva dell'Unione Europea stabiliva che non si potevano più produrre lampadine ad incandescenza e che quelle che si trovavano in vendita dovevano essere vendute entro qualche anno. La decisione di eliminare definitivamente queste lampadine derivava dall'eccessiva dispersione di calore che le contraddistingueva, ovvero dalla poca efficienza. Si considera, infatti, che la resa era solamente del 5%. Le lampadine a risparmio energetico, a dispetto di una luce più fredda e meno intensa, garantiscono un grandissimo risparmio sui consumi elettrici (mediamente 20 euro annui) oltre che un minore impatto ambientale per il ridotto contenuto di emissioni di CO2 (40 milioni di tonnellate in meno).
Lampadina a basso consumo

AmazonBasics Lampadina LED E27, 10.5W (equivalenti a 75W), Luce Bianca Calda - Pacco da 6

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,97€
(Risparmi 0,02€)


La potenza delle lampadine basso consumo

Lampadine a fluorescenza accese La potenza delle lampadine basso consumo, come quella di qualunque altra fonte luminosa elettrica, si misura in "Watt". Quotidianamente, però, non si è abituati a pensare ai Watt come a degli indicatori di potenza ma si tende per lo più ad associare tale termine alla luminosità offerta da ogni singola lampadina. Contrariamente a quanto avveniva in passato (quando sulle confezioni era specificato solamente un wattaggio), le lampadine odierne prevedono l'indicazione di due valori, sempre espressi in Watt. Ad esempio, si può trovare la dicitura "20 Watt (100 Watt)". Significa che si sta acquistando una lampadina che consuma per 20 Watt ma che illumina come una da 100 Watt. Moltissime lampadine a risparmio energetico necessitano, comunque, di almeno 60 secondi per offrire il massimo della loro luminosità e a temperature più basse le intensità luminose scendono. Sono questi i limiti delle lampadine a fluorescenza.

  • Le lampade a basso consumo Le lampade a basso consumo rappresentano da sempre un’ottima soluzione per dare una sferzata di energia alla casa di ogni persona. Costituiscono un elemento essenziale nel design e nell’arredamento di...
  • termografia per consumo energetico edificio Oltre il 40% dell'energia totale circolante è legata ai nostri edifici, dalla fase di costruzione a quella, successiva, di gestione. Di questo valore percentuale, il posto più in alto nella scala rela...
  • Classe energetica edifici La prestazione energetica degli edifici è un calcolo di tutti i consumi energetici all'interno di un immobile: climatizzazione invernale ed estiva, produzione di acqua calda, illuminazione artificiale...
  • Lampadina basso consumo Quando si pensa al risparmio energetico, e di conseguenza al risparmio bolletta elettrica, inizialmente il tutto sembra un'operazione più che complicata. In realtà il risparmio bolletta elettrica è mo...

Osram LED Base Classic A Lampadina E27, 8.5W, luce bianco caldo, 3 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€


Lo smaltimento delle lampadine a risparmio energetico

L'importanza dello smaltimento per l'ambiente Può sembrare un argomento quasi scontato ma non lo è affatto. E' importantissimo, infatti, effettuare correttamente lo smaltimento delle lampadine basso consumo. Se da un lato esse sono utilissime per l'ambiente (perché le emissioni di CO2 che ne derivano sono ridotte), dall'altro lato non si può inquinare trattando le lampadine stesse come se fossero un rifiuto qualsiasi. Le lampade a fluorescenza, infatti, hanno un minimo contenuto di mercurio e, proprio per questa motivazione, non vanno assolutamente gettate insieme al vetro (come si potrebbe pensare) ma smaltite come "rifiuto pericoloso". Il mercurio contenuto nelle lampadine può arrivare al massimo al 5%. Tale rispetto normativo è garantito dalla dicitura sulla confezione "direttiva RoHS". Nonostante questo, si è dimostrato come, qualora una lampada fluorescente dovesse rompersi, non esiste pericolo per la salute.


Lampadine basso consumo: Quanto costano i modelli fluorescenti

Lampadina risparmio energetico Il costo delle lampadine basso consumo presenti oggi sul mercato è realmente molto variabile e dipendenti da diversi fattori. Innanzitutto bisogna considerare il tipo di attacco di cui si necessita (nelle abitazioni si utilizzano per lo più l'E27 e l'E14), poi bisogna tenere conto della forma della lampadina, della sua potenza, della marca e del numero di pezzi che si trovano in una singola confezione. Quest'ultima regola vale maggiormente per gli acquisti su internet. Rispetto a qualche anni fa, comunque, i prezzi sono scesi moltissimo e già solo con 3€-4€ si può acquistare una lampadina di media qualità. Si superano, poi, i 40€ per i modelli dedicati ad un utilizzo professionale. Comunque, la lunga durata delle lampadine a fluorescenza garantisce il rapido ammortamento del costo iniziale.



COMMENTI SULL' ARTICOLO