Cassaforte in casa

La sicurezza domestica

Per proteggere la propria abitazione da rapine o furti si possono mettere in atto diverse strategie. Dai sistemi di allarme alle inferriate alle finestre. Purtroppo, però, il furto in casa è un evento che può capitare nonostante tutto. Avere una cassaforte in casa, dove riporre gli oggetti di più alto valore monetario o affettivo, i contanti e i gioielli può essere un'ulteriore attenzione. Si avrà così una maggiore garanzia che, nella peggiore delle ipotesi, saranno in salvo quantomeno quelle cose che potrebbero creare un forte danno emotivo oltre che economico, in caso di sottrazione indebita. Le cassaforti domestiche sono dispositivi di piccole dimensioni, facilmente integrabili anche in spazi stretti, discrete e pratiche da usare. Una protezione in più senza impegnare eccessivamente l'ambiente.
Cassaforte a combinazione

relaxdays Bacchette per Sushi, bambù

Prezzo: in offerta su Amazon a: 3,99€


La cassaforte semplice

Piccola cassaforte con chiave Esistono diversi modelli di cassaforti da appartamento, a partire anche da prezzi molto economici. Il mercato offre varie opzioni per poter scegliere secondo le proprie esigenze specifiche. La variante più basica è una cassetta di sicurezza mobile e portatile, ossia posizionabile ovunque si voglia senza bisogno di installarla in pianta stabile, di acciaio o ferro o altro metallo indistruttibile. Sono dotate di serrature antiforzatura e, quasi sempre, di chiave a doppia mappa, per una sicurezza ancora maggiore. Solitamente nella cassaforte in casa si mettono oggetti di piccole dimensioni quindi non è necessario acquistarne una molto grande, cosicchè risulterà anche più semplice metterla in un armadio, un mobile o un cassettone. La cassaforte in casa, ovviamente, deve essere posizionata in un luogo nascosto e non visibile.

  • Cristallo swarovski I cristalli Swarovski sono comunemente utilizzati per la realizzazione di gioielli luminosi e brillanti. Il loro uso si è diffuso anche in altri ambiti come ad esempio quello sartoriale, dove i piccol...
  • posate bacchette cinesi Le bacchette cinesi sono una coppia di bastoncini che si usano insieme con una mano, e sono i classici utensili per mangiare nei paesi dell'Asia come la Cina, il Giappone, la Corea, Taiwan, e così via...
  • Tappeto in legno moderno I tappeti sono accessori fondamentali per rendere una casa accogliente e dare immediatamente un'impressione di calore e familiarità. Tuttavia a causa delle incessanti cure che richiedono per essere ma...
  • Tenda a rullo per interni Immaginiamo una fresca serata in autunno, un bel soggiorno con vista in cui trascorrere una piacevole cena in famiglia o con amici, ma la vicina pettegola lancia sguardi indiscreti. Cosa fare, è dunqu...

Jollin - strass da incollare con base piatta, in vetro con taglio a diamante, Hotfix Crystal AB, SS20 1440pcs

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,9€


Cassaforte in casa a muro o incassata

Cassaforte da incasso Volendo invece scegliere un modello più grande e capiente si deve considerare l'opzione di applicarla o incassarla nel muro. La scelta è tra renderla a vista oppure no. Se si dispone di una zona già discretamente protetta, come un ripostiglio a scomparsa, una soffitta, una cantina, un garage o un'ansa riparata, la soluzione della semplice applicazione a muro con asta o braccio può essere tranquillamente applicata. La cassaforte non è un componente d'arredo esteticamente piacevole e quindi, se a vista, può diventare impegnativa. Se invece la si installa in un ambiente riparato e che non si vive giornalmente, l'estetica può anche essere messa in secondo piano. In caso mancasse lo spazio, invece, e si debba necessariamente posizionare la cassaforte in casa in zone adibite alla vita quotidiana, la soluzione è incassarla all'interno del muro e coprirla con un quadro, un mobile, la testiera del letto o qualsiasi altro componente dell'arredamento.


Cassaforte in casa con chiave, combinazione o digitale

Cassaforte con codice digitale touch screen La metodologia di sicurezza della cassaforte in casa è studiata e verificata per risultare inaccessibile. Ci sono tre tipi di chiusura: a chiave, a combinazione e digitale. La prima è la più immediata e classica, si utilizzano chiavi a doppia mappa che necessitano di una serratura particolare, antiscasso e antimanomissione. La seconda utilizza un sistema di apertura a combinazione, da selezionare girando l'apposita manopola che servirà a far scorrere i binari della serratura e ad allinearli per lo scatto d'apertura. La terza è la più moderna e tecnologica e si avvale di un tastierino numerico digitale sul quale si digiterà il codice che permetterà l'apertura dello sportello. Esistono poi sofisticati modelli che prevedono il riconoscimento dell'impronta digitale e che possono essere collegati telefonicamente allo smartphone del proprietario per avvisare con una notifica l'eventuale tentativo di manomissione in corso. I livelli di sicurezza sono molto alti per tutte le versioni disponibili, la scelta va fatta esclusivamente in base ai gusti, alle esigenze e alle preferenze personali.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO