Posa mosaico

Caratteristiche della posa del mosaico

Il rivestimento realizzato mediante la messa in posa del mosaico rappresenta una soluzione originale e innovativa che ben si adatta a qualsiasi tipo di ambiente. È particolarmente adatto alle cucine e ai bagni ma niente vieta di realizzare anche nell’ingresso o nella zona living delle ampie superfici a mosaico. È possibile realizzare mosaici utilizzando tasselli di pietra naturale, marmo oppure travertino per realizzare superfici rustiche oppure in ceramica smaltata, gres porcellanato, resine e vetro se si desidera ottenere una superficie più regolare e rifinita in maniera semplice da mantenere sempre perfettamente igienizzata. In commercio è possibile reperire fogli di mosaici già pronti per la posa, caratterizzati dalla presenza di tasselli preventivamente montati su reti da applicare alle pareti o al pavimento mediante l’utilizzo di specifici collanti.
Esempio di mosaico

ARDEX wa epoxik fegato 4 kg – ansetzen e posa di piastrelle in ceramica, piastre, klin, piastre e mosaico fiore nucleare Nei beanspruchungen, contro i zementäre Malte non sono sufficienti carico o inconsistente, chimiche o alta oneri meccanico.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 65,9€


La base del mosaico

tessere mosaico La posa del mosaico è un’arte molto antica e la sua tecnica è rimasta pressoché invariata nel corso degli anni anche se sono cambiati i prodotti da adoperare così come i materiali con i quali i mosaici vengono realizzati. Il mosaico consente di ripristinare rapidamente superfici che di primo acchito sembrano rovinate in maniera irreparabile e contribuiscono a rinnovare radicalmente l’aspetto delle pareti. La posa del mosaico deve essere eseguita da un professionista affinché il risultato finale sia impeccabile. Le tessere hanno supporti differenti in base al supporto sopra il quale andranno applicate. Ad esempio, nel supporto a rete, la parte retrostante delle tessere appoggia direttamente sopra il collante e permettono di eseguire una posa rapida. Invece il supporto su carta è il più adatto per i materiali artistici o per rivestire superfici movimentate. Il sottofondo ideale deve essere ben pulito e privo di fessure o tracce di polvere che eviterebbero al collante di avere un’eccellente presa. Se è necessario effettuare una rasatura correttiva, preferibilmente bianca, per non alterare la colorazione finale.

  • decori con piastrelle a mosaico Le piastrelle a mosaico sono gli elementi più diffusi per rivestire e decorare i vari ambienti di casa: infatti possono essere applicate a qualunque tipologia di supporto e si integrano alla perfezion...
  • Mosaico cucine Il mosaico è un tipo di rivestimento molto versatile che può essere applicato su qualsiasi superficie, in qualsiasi ambiente. Queste piccolissime piastrelle si trovano in commercio facilmente e ve ne ...
  • Bagno mosaico Il rivestimento con piastrelle bagno mosaico nonostante abbia origini molto antiche è ancora oggi di tendenza. La stanza da bagno è il luogo dove ci si rilassa e si ha bisogno di staccare la spina dal...
  • Decorazione tavolo Il mosaico rappresenta una tipologia di comunicazione che si serve dell'arte figurativa come mezzo di espressione. Le sue origini sono antichissime e rientra in una buona fetta della storia dell'arte....

Abito In Chiffon Con Scollo A V Senza Maniche Di Colore Puro Vestito Sexy Posa Perdita Anticlinale Nero XL

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,05€


Posa mosaico: La messa in posa

Prima di iniziare ad applicare le tessere sopra il sottofondo è necessario tracciare alcune linee che serviranno da riferimento per la messa in posa dei primi fogli di mosaico. In questo modo si avrà la certezza di applicare le tessere ben dritte. Successivamente si prepara il collante seguendo scrupolosamente le indicazioni riportate sulla scheda tecnica del prodotto. Dopo aver applicato il collante con una spatola si appoggia il lato provvisto di rete sullo spesso strato di colla avendo l’accortezza di distanziare i fogli l’uno dall’altro rispettando le distanze che ci sono fra una tessera e l’altra.

La battitura con un frattazzo dotato di gomma consente alla colla di aderire bene e di penetrare fra le singole tessere. Dopo aver verificato che la superficie sia completamente asciutta, si stende lo stucco eseguendo un movimento in diagonale per riempire le fughe.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO