La bioarchitettura

L'importanza dell'ecologia nella recente edilizia

Negli ultimi anni sono stati sempre di più gli edifici realizzati secondo tecniche progettuali attente all'ambiente e che seguono un approccio sostenibile. In questo modo gli impatti sull’ambiente derivanti dalla progettazione, dalla costruzione e dalla gestione dell'edificio sono minimizzati in tutti i suoi aspetti. Tra questi vi sono le basse emissioni di gas effetto serra e di Co2, la qualità dell’aria degli ambienti interni e la qualità sostenibile dell'edificio: tutti insieme vanno a realizzare la qualità globale dell'immobile. Ciò è stato determinato dal cambio di prospettiva dell'edilizia: gli edifici non vengono più realizzati in un luogo senza considerare i suoi effetti sull’ambiente circostante sia a breve che a lungo termine. Al contrario, si stanno privilegiando tecniche progettuali e costruttive incentrate sulla sostenibilità degli edifici: la bioarchitettura è una di queste tecniche e considera gli edifici come esseri vivi.
L'importanza delle case verdi

Manuale di bioarchitettura. Bioedilizia e fonti altrenativa di energia rinnovabile

Prezzo: in offerta su Amazon a: 40,8€
(Risparmi 7,2€)


Che cos'è la bioarchitettura e i suoi principi

Casa che segue le regole della bioarchitettura La bioarchitettura è una branca recente dell'architettura che si ispira alla disciplina Baubiologie, che significa letteralmente biologia del costruire. Nata in Germania nel 1976 e diffusasi negli anni seguenti, si basa sull'impatto che le costruzioni hanno sugli esseri viventi e sulla decisione di evitare materiali e sostanze artificiali nocive nell'architettura. In Italia la bioarchitettura si è diffusa a partire dalla metà degli anni Novanta. Settore multidisciplinare, dalla fine degli anni Ottanta ha cercato di riunire diversi approcci, privilegiando sempre la progettazione e la realizzazione di immobili basate sull'impiego di risorse naturali. Inoltre la progettazione e la scelta dei materiali tengono conto di tutti gli aspetti ecologici così da rispettare l'ambiente e al tempo stesso ottenere un buon risparmio energetico e salvaguardare il benessere psicofisico delle persone che vi abitano.

  • Mansarda legno Se si sente la necessità di ricavare ulteriore spazio all'interno della propria abitazione, un'ottima soluzione può essere quella di costruire una calda ed accogliente mansarda abitabile. Realizzare m...
  • Parete verde su un edificio Una rivoluzione verde si sta verificando tutto intorno a noi. Con la diffusione delle pareti verdi, veri e propri giardini verticali, non ci sarà più bisogno di limitare al suolo i nostri spazi verdi ...
  • Impianto eolico Oggi molte aziende, che lavorano nel settore degli impianti tecnologici e delle energie rinnovabili, hanno contribuito a dare una notevole efficienza sull'utilizzo dell'energia pulita e sul risparmio ...

Vasati. I segreti indiani della bioarchitettura

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,47€
(Risparmi 2,03€)


I metodi e gli obiettivi su cui si basa la bioarchitettura

Casa di legno in bioarchitettura La bioarchitettura si basa su di un sistema edilizio sostenibile ed ecologicamente corretto verso l'ecosistema: le risorse non devono essere sprecate o usate in maniera massiccia e i fenomeni naturali devono integrare le attività umane. L'ambiente e l'edificio devono avere un rapporto equilibrato, tenendo conto dello spirito e delle caratteristiche del luogo. La salvaguardia dell'ecosistema e l'impiego delle risorse naturali si determina attraverso un ampio uso delle fonti rinnovabili per alimentare l'edificio. Allo stesso tempo si abbassano decisamente non solo le emissioni dannose di gas e fumi, ma anche il volume dei rifiuti e delle acque di scarico. Infine gli edifici realizzati usano tecniche di progettazione e materiali (preferibilmente locali) ecocompatibili: in questo modo sono flessibili e riadattabili, potendo cambiare la destinazione d'uso o essere ampliati facilmente.


La bioarchitettura: Le tecniche progettuali con cui si realizza la bioarchitettura

Esempio di casa in bioarchitettura Il fine principale della bioarchitettura è fare in modo che l'edilizia rispetti le esigenze dell'ambiente. Per questo le abitazioni realizzate secondo queste tecniche vengono definite case passive: sono autosufficienti dal punto di vista energetico, cioè hanno un impatto ambientale zero perché non consumano energia per il riscaldamento. Infatti gli edifici si caratterizzano per un isolamento termico di alto livello (con la contemporanea eliminazione dei ponti termici) e per il fatto che non hanno un impianto di riscaldamento: infatti sfruttano l'energia solare e quella prodotta dalle persone che la abitano e dagli elettrodomestici. Ad esempio si utilizzano i pannelli fotovoltaici, i mini impianti eolici e le pompe di calore geotermiche. Queste soluzioni risultano convenienti dal punto di vista economico nei Paesi del Nord Europa, mentre in quelli del Sud Europa va considerato anche il sistema di raffreddamento dell'edificio durante i mesi estivi.



COMMENTI SULL' ARTICOLO