Bioedilizia

Bioedilizia

La prima volta che si è parlato di bioedilizia è accaduto in Germania negli anni Settanta. E' proprio in questa terra, infatti, che si è iniziato a discutere di baubiologie (termine che tradotto in italiano significa appunto bioedilizia) e sulla possibilità di dare vita ad un'architettura sostenibile in grado di rispettare l'ambiente contrastando fortemente l'inquinamento. Alla base della bioedilizia vi è la necessità di utilizzare nella costruzione di case, materiali naturali o di scarto, completamente atossici. Al bando, dunque, la plastica sempre più in voga, questa nuova metodologia sfrutta, invece, soprattutto il legno certificato Forest Stewardship Council (Fsc), che si rivela uno strumento dai molteplici vantaggi. Oltre, infatti, ad essere un materiale solido e resistente, è anche un ottimo isolante non solo termico, ma anche acustico. La bioedilizia è andata in questo modo di pari passo con un'interessante campagna di sensibilizzazione per difendere e migliorare nello stesso tempo il benessere del nostro ecosistema.
Casa prefabbricata in legno

Manuale della bioedilizia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,97€
(Risparmi 1,93€)


Corsi di bioedilizia

Esempio di costruzione bioedilizia Per promuovere e sviluppare sempre più la bioedilizia sono sorti negli ultimi dieci anni un po' in tutto il nostro Paese, non solo interessanti dibattiti sulla necessità di affidarsi completamente a questa metodologia di costruzione, ma anche veri e propri corsi per dare vita alle case del futuro. Lo scopo principale di queste incontri di formazione è quello di riuscire ad offrire in modo concreto tutte le informazioni utili per realizzare un progetto edilizio eco-sostenibile. Questi corsi non sono rivolti unicamente agli operatori del settore, ma anche a tutte quelle persone che intendono avvicinarsi a questa specifica materia per vivere in modo ecologico e, di conseguenza, rispettare l'ambiente. Sempre più persone, infatti, prendono coscienza dell'importanza dei materiali naturali e dei loro vantaggi pure da un punto di vista di efficienza energetica ed iniziano a trasformare, laddove è ovviamente possibile, le loro case tradizionali.

  • Casa Naturale immersa nel verde La costruzione di una casa naturale mette in atto la volontà di effettuare una struttura ad impatto ambientale zero.Gli edifici di questo tipo permettono, quindi, di salvaguardare il nostro pianeta, c...
  • casa ecologica Casa ecologica prezzi: i costi dipendono da numerosi fattori. Non solo dalle dimensioni della soluzione che viene acquistata, ma anche dai materiali con i quali si costruisce una struttura e dalla sce...
  • Esempio di casa in bioedilizia Si chiama "sick building syndrome" e si legge "sindrome dell'edificio malato"; un'espressione che suggerisce come i nostri edifici siano portatori di diverse malattie. Sono quasi 30 anni che si studia...
  • Pietra naturale La pietra naturale è un materiale molto sfruttato per realizzare muri per ambienti interni o esterni, ma anche pavimentazioni ed oggetti d'arredo. Sul web esistono innumerevoli esempi di edifici pubbl...

Bioedilizia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,75€
(Risparmi 2,25€)


Caratteristiche di una casa sostenibile

Edificio realizzato seguendo la bioedilizia Seguire la bioedilizia vuole dire riuscire a realizzare edifici pubblici e privati con caratteristiche ecologiche ben precise. Le sperimentazioni in questo campo continuano da anni ed ogni volta si arriva a sviluppi positivi. Queste strutture sostenibili si differenziano notevolmente dalle case tradizionali costruite con il cemento per molteplici fattori. Tra questi figurano: i materiali impiegati, che devono essere naturali e di qualità, la scelta di ottimi infissi, l'uso della coibentazione. Costruire una casa seguendo le regole della bioedilizia vuole dire realizzare un'abitazione sana, ben isolata sia da un punto di vista termico, che acustico. L'edificio deve essere sottoposto ad una serie di controlli di geopatologia, ed è fondamentale evitare la presenza di campi elettromagnetici. Nella bioedilizia non verranno mai adoperate vernici tossiche, plastica oppure metalli inquinanti e non smaltibili.


Case di paglia e bioedilizia

Casa con tetto di paglia La bioedilizia adopera per costruire le case materiali naturali anche come la paglia. Per molto tempo l'idea di questo elemento è stato scartato in quanto si è sempre ritenuto facilmente infiammabile. Ed invece la realtà della bioedilizia ci dimostra che è possibile sfruttare la paglia attraverso particolari tecniche per dare vita ad edifici saldi e vantaggiosi da un punto di vista sostenibile. Si tratta, infatti, di un valido isolante termico ed acustico, che porta ad un interessante risparmio energetico, riducendo i consumi fino al 70% rispetto ad un'abitazione classica. Non mancano numerosi corsi in Italia che insegnano a costruire case con la paglia. Una struttura realizzata con la paglia è antisismica ed in più, ricoperta da buon intonaco, ha un minimo rischio d'incendio. Essendo poi un materiale traspirante crea un perfetto ricambio d'aria tra interno ed esterno.


Bioedilizia e bioarchitettura

La bioedilizia è ovviamente strettamente congiunta con la bioarchitettura. E' importante, infatti, che un bravo designer nel progettare una casa sostenibile, segua nel suo disegno tutti i principi basilari che rientrano appunto nella bioedilizia. Costruire, ad esempio, un edificio ecologico comporterà di riuscire a fare in modo che si rispetti innanzitutto l'ambiente in cui verrà edificato. Nel contempo l'architetto dovrà suggerire i materiali eco-compatibili e gli impianti sostenibili da utilizzare per far sì che l'abitazione raggiunga la massima efficienza energetica. E', in questo senso, fondamentale che uno specialista di bioarchitettura proponga soluzioni precise come, ad esempio, l'esposizione della casa, che dovrà essere sempre posta verso Sud così da accogliere tutta l'illuminazione naturale diurna.


Originale esempio di bioedilizia

Proponiamo un originale esempio di bioedilizia molto singolare. Stiamo parlando della soluzione a forma di vera e propria bolla. Si tratta di una struttura eco-sostenibile trasparente, creata con l'intento di fare immergere completamente le persone nella natura. A progettare le Bubbles è stata la società francese Attrap reves. Nell'anno 2010, l'azienda ha dato vita vicino Marsiglia, precisamente ad Allauch, nel mezzo di una bellissima pineta, al primo esperimento con il desiderio di ideare una sorta di condivisione romantica oltre che sensoriale, rispettando l'ambiente. Per realizzare le Bubbles sono stati adoperati materiali naturali e di scarto mediante i quali si ottiene un perfetto microclima che contrasta l'umidità. La forma della bolla è data anche dall'inserimento di un ventilatore che fa penetrare in modo continuativo l'aria nella struttura.




COMMENTI SULL' ARTICOLO