Inquinamento indoor

Cosa è l'inquinamento indoor

Per inquinamento indoor è da intendersi la contaminazione che interessi l'aria degli ambienti confinati, ovvero di quei luoghi ove si svolgono abitualmente le attività umane di lavoro, ricreazione e riposo. Risultano coinvolti in tale fenomeno, pertanto, gli edifici adibiti ad abitazione, ma anche le scuole, gli uffici, gli edifici pubblici e i mezzi di trasporto. Ambienti nei quali, nonostante la sottovalutazione della problematica, l'esposizione ai fattori inquinanti può essere anche maggiore rispetto a quanto si verifichi all'esterno. Secondo recentissime ricerche, le sostanze tossiche presenti negli ambienti interni collocano l'inquinamento indoor al terzo posto tra i fattori di rischio della salute, preceduto solamente dalle complicazioni connesse alla pressione sanguigna ed al fumo.
Inquinamento dell'aria in casa

Monitoraggio della qualità dell'aria, misuratore di inquinamento, sensore, tester, rilevatore di formaldeide, rilevamento e test dell'inquinamento indoor, gas organico composto da composti organici vo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,76€
(Risparmi 13,23€)


I fattori che determinano l'inquinamento indoor

Allergia per inquinamento indoor I fattori di inquinamento degli ambienti interni risultano di vario genere e tipologia. Sono sicuramente da annoverare, a tal proposito, i materiali da costruzione, i mobili, gli arredi, gli animali domestici, nonché gli odori dei saponi, dei profumi e quelli generati dalla cottura dei cibi. Giocano, inoltre, un ruolo rilevante il fumo di tabacco, i processi di combustione, l'utilizzo degli strumenti di lavoro e la polvere con i suoi agenti biologici. L'unione di questi fattori contribuisce a determinare la poca salubrità dell'aria respirata negli spazi confinati. Infine, la scarsa o difficoltosa ventilazione degli ambienti indoor, magari per erroneo posizionamento delle prese d'aria, ha l'effetto di determinare un'importante penetrazione di concentrazioni inquinanti dall'ambiente esterno.

  • Bellissima vetrata per interni Oltre alla luce che potrebbe rendere più vivace e luminosa una casa, le vetrate per interni servono anche per dividere una stanza o magari per separare un angolo adibito a studio. Gli interni di una a...
  • Loft moderno I loft moderni hanno alle loro spalle un'interessante storia. Oggi sono da considerarsi un vero e proprio lusso architettonico ricco di comfort, di praticità ed ampia funzionalità. Queste strutture co...
  • Strada verde impianto eolico Il programma delle strade verdi nasce dall'esigenza, oggigiorno molto sentita, di limitare l'inquinamento urbano, assicurando maggiore qualità della vita a tutti i cittadini. In questa ottica, la rete...
  • Il pellet come mezzo di riscaldamento Per riscaldamento a pellet si intende l'utilizzo come fonte di riscaldamento di un combustibile naturale ovvero il pellet che si ricava dal legno essiccato o meglio dalla segatura essiccata. Questo me...

Inquinamento indoor outdoor. Diagnosi e bonifica di edifici e ambienti esterni. Con CD-ROM

Prezzo: in offerta su Amazon a: 45,98€
(Risparmi 3,02€)


Inquinamento indoor: Misure per contenere l'inquinamento interno

ridurre inquinamento interno Per arginare il fenomeno dell'inquinamento indoor è necessario prendere qualche accorgimento.

Ad esempio, risulta consigliabile:

- far prendere aria per almeno 72 ore ai mobili, sia nuovi che appena verniciati;

- usare, per la profumazione degli armadi, sacchetti di lavanda o trucioli di cedro, che non rilasciano sostanze chimiche nell'ambiente;

- mettere negli ambienti interni piante ornamentali, come la dracena, il filodendro o l'edera, che assorbono ed eliminano parte dei gas inquinanti presenti;

- preferire mobili in legno, non trattati con sostanze chimiche e fabbricati con legname certificato;

- collocare negli ambienti lavorativi stampanti e fotocopiatrici lontano dalle scrivanie ed in un ambiente ventilato, al fine di limitare gli effetti delle sostanze contenute nei toner.



COMMENTI SULL' ARTICOLO