Alberi italiani

Gli alberi italiani

Il clima generalmente mite della penisola italiana ha fatto sì che molti alberi non originari del bacino del Mediterraneo si siano perfettamente adattati ai luoghi e ci siano diventati familiari come quelli che invece sono tipici della zona. Quali sono quindi gli alberi italiani autoctoni? Assecondando la diversità dei paesaggi italiani, che vanno dalle montagne del nord alle zone aride del sud, le specie di alberi sono differenti, ciascuna adattata al suo ambiente. Impariamo a conoscere gli alberi italiani, ricordandoli nei luoghi dove vivono. Cominciamo dalle aree del sud, dove tutti ammirano maestosi e produttivi alberi di ulivo, di carrube e querce. Tipico anche il pino marittimo, il corbezzolo, il cipresso e il pino domestico. Nei boschi di collina troviamo il castagno, buono oltre che bello, il cerro, il carpino nero, il tiglio selvatico e la roverella. Sono tutti alberi latifoglie e cioè 'dalle foglie larghe', contrapposti agli aghifoglie, più tipici delle zone fredde.
Olivo tipico della flora italiana

Alberi infiniti. Per le Scuole superiori. Con e-book. Con espansione online

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,7€


Alberi italiani di pianura, montagna e zone fluviali

Abete rosso tipico delle zone alpine Nelle pianure dell'Italia prosperano e regalano la loro ombra, oppure fungono da frangivento, alberi italiani come l'acero, il frassino, il carpino bianco, l'olmo campestre e il tiglio nostrale e la farnia, ovvero una quercia molto diffusa in ambienti pianeggianti. In montagna gli alberi hanno adattato il loro aspetto al clima rigido, modificando le loro foglie in sottili aghi. A queste specie appartengono l'abete rosso, l'abete bianco, il larice, il pino silvestre e il pino cembro, il tasso. Vegetano bene nei climi montani anche l'acero di monte, l'olmo montano e il faggio. Le zone fluviali sono quelle vicine agli alvei dei fiumi, ai torrenti o a luoghi particolarmente umidi. Qui trovano il clima ideale pioppi, salici e ontani. Tra i salici spicca il salice bianco, che può raggiungere grandi dimensioni, mentre il salice da vimini o il rosso sono più piccoli. Le varietà di pioppi, come quelle di ontani, si distinguono in bianco e nero. Alberi italiani: un patrimonio da rivalutare.

  • Ramo di un albero resinoso I più comuni alberi resinosi appartengono alla specie delle conifere e sono anche detti aghiformi. Sono i vari tipi di pini, abeti, larici e cipressi. Il larice si differenzia dagli altri poiché perde...
  • Alberi caducifoglie in autunno Opposti ai sempreverdi, gli alberi caducifoglie con l'arrivo della stagione avversa cominciano a cambiare il colore delle foglie. La linfa non arriva più ad alimentare le foglie che lentamente ingiall...
  • Alberi di baobab Fra gli alberi giganti più noti c'è sicuramente un cipresso secolare, noto anche con il nome di Árbol del Tule o cipresso di Montezuma. Secondo le misurazioni effettuate dal comitato Unesco, questa pi...
  • Sequoie Fra gli alberi longevi più antichi ed importanti, in Libano, esistono i The Sisters, degli alberi di ulivo che hanno raggiunto ormai l'età di 5000 anni, diventando un patrimonio mondiale da tutelare. ...

Alberi: le colonne del cielo. Come riconoscere 100 + 1 alberi e arbusti delle montagne italiane

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,8€
(Risparmi 2,2€)



  • alberi italiani Quando si parla di alberi italiani occorre essere abbastanza esaurienti in quanto la nostra penisola ha al suo interno u
    visita : alberi italiani

COMMENTI SULL' ARTICOLO