Agave

Coltivazione dell'Agave

L'Agave è una pianta che ama molto una copiosa esposizione al sole, sia in estate che in inverno. La temperatura ideale per questa pianta si aggira attorno ai 20-30°C. Qualora l'Agave venisse coltivata in casa, è bene spostarla in uno spazio aperto durante i mesi più caldi a partire dalla primavera in maniera tale che possa ampiamente godere della luce solare. Per quanto concerne la fioritura, questa pianta riesce a fiorire solamente una volta nella vita per poi morire. Questo processo avviene di solito quando l'Agave ha raggiunto la maturità, quindi verso i 10-30 anni di età. Il processo di fioritura avviene verso la fine della primavera o verso l'inizio dell'estate. Non è necessario potare questa pianta, ma è bene solamente rimuovere le foglie che si trovano a livello basale per evitare che diventino una causa di malattie.
Tipologia di Agave

Equilibra Sciroppo d'Agave 100% - 350 gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 4,5€


Irrigazione dell'Agave

Agave Per quanto concerne l'irrigazione dell'Agave, è necessario procedere in maniera costante ma parsimoniosa. La quantità di acqua utilizzata tenderà a variare a seconda delle stagioni. In inverno, specialmente se la pianta viene allevata in esterno, sarà necessario irrigare poco solamente per inumidire il terreno. A partire dalla primavera e per tutta la durata dei mesi caldi la quantità di acqua fornita all'Agave potrà essere aumentata in maniera graduale. Verso la fine di settembre si potrà ritornare ad una progressiva diminuzione delle bagnature. E' molto importante fare attenzione alla quantità d'acqua fornita alla pianta in quanto l'Agave non sopporta assolutamente i ristagni idrici. Un eccesso nelle bagnature potrebbe causare il marciume radicale e portare la pianta alla morte in breve tempo.

  • Coltivazione di agave sisalana L'agave sisalana è una varietà originaria del Messico, a crescita veloce. E' molto conosciuta perché fornisce il "sisal", ovvero una fibra tessile molto usata, da sola o unita a lana e sintetici, per ...
  • Mammillarie Le bellissime piante grasse provengono soltanto dal continente americano e trovano la loro classificazione nel vastissimo raggruppamento familiare delle Cactaceae. Questi sempreverdi si caratterizzano...
  • Cactus I cactus sono piante succulente che ben si adattano a molti climi e situazioni. Le varietà sono tante e diverse per cui si può sempre trovare un cactus che trova un'ottima collocazione in casa, in bal...
  • Larve di mosca della cipolla La mosca della cipolla, il cui nome scientifico è Delia Antiqua, è un parassita le cui larve si nutrono dei bulbi di cipolle, ma anche di altri bulbi. La loro azione distrugge gli strati prima estern...

Fior di Loto Dolce Agave in Polvere - 350 gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,26€
(Risparmi 0,69€)


Concimazione e rinvaso dell'Agave

Esemplare di Agave Per quanto riguarda le concimazioni dell'Agave è necessario procedere durante i mesi più caldi, quindi a partire dalla primavera proseguendo sino all'inizio dell'autunno. Queste fertilizzazioni andranno interrotte con l'arrivo dell'inverno. Il concime da utilizzare sarà uno specifico per delle piante cactaceae e andrà applicato in forma liquida diluendolo con l'acqua di irrigazione. Per il processo di rinvaso è necessario distinguere a seconda della grandezza della pianta. Se l'Agave è di grandi dimensioni è bene rinvasare una volta all'anno verso l'inizio della primavera, mentre per piante più piccole sarà possibile procedere anche una volta ogni 2-3 anni circa. Il terriccio da utilizzare è una tipologia specifica per cactaceae e può essere facilmente trovato in commercio già pronto all'uso.


Malattie dell'Agave

Tipologia di Agave Una delle cause principali di malessere dell'Agave può essere generato da irrigazioni eccessive che tenderanno a causare dei ristagni idrici. In questo caso la pianta si mostrerà sofferente e il rimedio più efficace consiste nell'asciugare la pianta ed attendere che il terriccio si asciughi completamente prima di procedere con delle ulteriori bagnature. E' bene fermarsi con le irrigazioni quando si notano dei sintomi di ristagni idrici in quanto potrebbero facilmente portare alla pianta al marciume radicale e quindi alla morte. L'Agave può essere inoltre attaccata da parassiti come la cocciniglia. Essa si manifesta sotto forma di macchie brune sulla superficie e può essere rimossa effettuando un lavaggio della pianta con sapone neutro. Inoltre, specialmente in estate, la pianta può essere infestata dal ragnetto rosso che andrà combattuto con degli appositi antiparassitari.


Curiosità dell'Agave

L'Agave è una pianta che viene sfruttata anche per scopi esterni alla sola decorazione del giardino. Ad esempio vengono spesso tagliate le sue foglie longitudinalmente per produrre delle corde, delle reti o anche la canapa. E' possibile produrre diverse bevande tramite questa pianta come ad esempio la tequila, il pulque e il mezcal. L'Agave viene sfruttata per produrre la tequila in quanto una volta rimosso lo stelo fiorale essa tende a riprendere la sua crescita ma attraverso un rigonfiamento nel fusto. In questa zona si concentrano molti zuccheri e verrà poi rimossa per sfruttarne il contenuto. Questi zuccheri vengono poi lavorati all'interno di un semplice forno a vapore. Per quanto concerne la produzione del mezcal, questi zuccheri vengono cotti con del carbone di legna per conferire un certo aroma fumoso.


Varietà

Piante agave Una delle specie di Agave più diffusa al mondo è quella americana. Questa pianta è caratterizzata da foglie dall'aspetto appuntito e ha una dimensione medio grande. È ampiamente coltivata nelle zone a clima temperato caldo in quanto molto resistente ai vari tipi di temperatura, sia calda che fredda. È in grado di crescere sia in terra che in vaso. Un altro tipo di Agave è la victoriae reginae caratterizzata da foglie verde chiaro e molto sottili. Queste foglie presentano anche delle caratteristiche striature bianche. Questa tipologia di pianta proviene dal Messico e cresce particolarmente bene in terreni calcarei. Infine troviamo una tipologia di Agave denominata stricta. Le foglie di questa pianta sono particolarmente sottili e sono raggruppate in mazzi. Le infiorescenze compaiono verso la fine di uno stelo e possono essere alte fino a 2 m.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO