Piante grasse succulente

Piante grasse succulente

Le piante cosiddette grasse nel linguaggio corrente, scientificamente più corretto definirle succulente poiché è un termine che meglio identifica un gruppo di piante con caratteristiche simili, sono quelle piante che hanno la capacità di accumulare l'acqua per lunghi periodi all'interno dei propri tessuti. Questa specie botanica non è originaria delle nostre zone poiché il clima europeo è chiaramente inadeguato alle sue caratteristiche, ma proviene invece dall'Asia, Sud America e Africa, cioè da quei luoghi caratterizzati da un'estrema siccità e scarsa piovosità. Il nostro clima invece, troppo umido e piovoso non è certamente l'ideale per queste piante, tuttavia, con dei piccoli accorgimenti è possibile prendersene cura in maniera ottimale. La cosa più importante da ricordare è che le piante grasse succulente non necessitano di grandi quantità d'acqua: in estate, quando il caldo è molto intenso possono essere annaffiate anche una volta ogni 4 o 5 giorni, mentre nel periodo invernale si possono annaffiare addirittura una volta al mese se riposte all'interno, o, non annaffiarle affatto se poste all'esterno.
composizione piante grasse

PIANTE GRASSE VERE RARE 20 PIANTE PICCOLE 5,5 VASO COLTIVAZIONE SENZA SPINE SUCCULENTE MINI SET PRODUZIONE VIGGIANO CACTUS

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,9€
(Risparmi 3€)


Come prendersi cura delle piante grasse

Piante grasse colorate Solitamente, la natura delle nostre piante grasse ci induce a credere che non necessitino di particolari cure per sopravvivere, ma non è così. Le succulente sono piante che necessitano di concime (preferibilmente liquido), in particolare fosforo e potassio, che deve essere somministrato preferibilmente durante il periodo invernale o comunque prima dell'inizio della primavera. La rinvasatura non deve essere fatta di frequente dato che crescono molto lentamente, è sufficiente cambiarne il contenitore una volta ogni due anni o anche di più a seconda di come si è sviluppata la pianta. Il periodo per effettuare il rinvaso di queste piante, è quello che va da Febbraio a Marzo, quando la pianta non si è ancora risvegliata; questo processo è comunque necessario perché con il passare del tempo il terreno (che ne serve comunque poco) si impoverisce e si compatta provocando un ristagno d'acqua. Per quanto riguarda la scelta del vaso, esso è da prediligere basso e largo per mettere al terreno di asciugare più rapidamente e con dei fori grandi al fondo per permettere un corretto deflusso dell'acqua.

  • Cactus del deserto in Messico I cactus o Cactacee sono una famiglia botanica di piante originarie dalle Americhe e appartenenti al più ampio gruppo delle succulente, comunemente note come piante grasse. Essendosi dovute adattare a...
  • Piante grasse in appartamento Le esigenze delle piante grasse sono soprattutto quelle di avere una buona luminosità, col sole diretto, ma anche a mezz'ombra, e di avere annaffiature moderate ma non del tutto assenti, soprattutto n...
  • Rinvaso di pianta grassa Le succulente spesso crescono lentamente e non richiedono un rinvaso annuale, ma anch'esse si sviluppano ed hanno bisogno di spazio per le radici e per i fusti. Alcune varietà producono piccole piante...
  • Esempio di piante grasse succulente Il concime per piante grasse non è universale, ma andrà scelto in base alla provenienza delle piante stesse. Per le varietà cosiddette succulente, ad esempio, esso deve essere in grado di favorire il ...

PIANTE GRASSE VERE RARE 20 PIANTE PICCOLE VASO 5,5 Produzione Viggiano Cactus SET CON SPINE CACTUS SUCCULENTE MINI SET

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,9€
(Risparmi 3€)


Cura piante grasse

Cura piante grasse Come già detto, le piante grasse riescono ad adattarsi molto bene ai vari climi, tuttavia, prediligendo un clima cado e arido, bisogna fare attenzione al freddo invernale: durante i mesi più freddi è bene riporre le nostre piante grasse al riparo dal gelo e da temperature troppo basse. Mantenere una temperatura costante intorno ai 10 gradi sarebbe l'ideale, ma la cosa più importante da considerare quando spostiamo le succulente all'interno, è quella di assicurarsi che abbiano molta luce e un riciclo d'aria a disposizione.

Fare morire una pianta di questo genere, è davvero difficile, ma non impossibile: il principale motivo del deperimento di una succulenta, è quasi sempre dovuto ad un eccesso di acqua, mentre la seconda causa più frequente sono gli insetti e i parassiti. Tra quelli più temibili troviamo gli afidi, le cocciniglie e soprattutto il cosiddetto "ragnetto rosso" il quale lascia delle macchie gialle sulla pianta. Se la pianta ha una grossa infestazione in corso è meglio ricorrere subito a degli antiparassitari specifici.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO