Concimi chimici

Materiali per giandinaggio: i concimi chimici

Il concime è un elemento fondamentale per la crescita rigogliosa delle piante, siano esse in vaso, in piena terra, ornamentali o da frutto. Infatti tutti i vegetali per svilupparsi necessitano di sostanze chimiche chiamate nutrienti: i nutrienti più importanti per le piante sono azoto (N), potassio (K) e fosforo (P), chiamati macronutrienti, insieme a Calcio (Ca), Magnesio (Mg), Rame (Cu) e altri elementi presenti in quantità minori ma comunque essenziali (i micronutrienti). La concimazione garantisce alle piante il corretto apporto di queste sostanze durante le varie fasi del loro sviluppo e impedisce l'eccessivo impoverimento del terreno. I concimi chimici disponibili in commercio hanno differenti formulazioni a seconda della tipologia di piante per le quali sono pensati e si dividono i semplici o composti a seconda che contengano un solo o più nutrienti. I nutrienti stessi possono essere presenti sotto forma di elemento chimico semplice o di molecole più complesse più facilmente assorbibili da alcuni tipi di piante.
Concime chimico

Come concimare l’orto. Uso dei concimi organici e chimici: Con la ricetta per ogni ortaggio , anche in vaso. Fertilizzare il terreno con il compost

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,4€


Quando e come concimare

Pianta ornamentale I concimi chimici generalmente sono venduti concentrati e prima di poter essere somministrati necessitano di essere diluiti in acqua: è molto importante seguire le istruzioni sulle etichette di questi prodotti e rispettare le percentuali indicate, infatti un eccesso di concime rischia di "bruciare" le vostre piante. Il periodo di somministrazione del concime varia a seconda della tipologia di pianta che state trattando: come regola generale, però, si consiglia di evitare di concimare la pianta all'inizio del suo periodo di riposo vegetativo. Si tratta infatti di una fase durante la quale la pianta è "a riposo" e tutte le sue funzioni vitali sono ridotte, per cui ha meno necessità di nutrienti. È bene invece somministrare concime alle piante giovani in fase di crescita e alle piante da frutto o da fiore verso la fine del riposo vegetativo. Solitamente è necessario concimare 1-2 volte l'anno. Un discorso a parte meritano i fertilizzanti chimici a lenta cessione: il loro scopo è quello di rilasciare in maniera continuativa i nutrienti e in questo caso basta interrare i granuli alla base della pianta.

  • Roseto in piena terra La concimazione rose è obbligatoria per le piante in vaso ed in piena terra. In genere, non è necessaria negli esemplari giovani se, durante l'impianto, il terreno è stato adeguatamente preparato con ...
  • concime biologico animale I concimi naturali nutrono la pianta senza che la struttura del terreno venga depauperata dal continuo prelievo di sostanze. Le esigenze nutritive dei vegetali sono piuttosto semplici. Le piante sinte...
  • Orto I concimi si distinguono in organici e minerali. Nell'ambito dei due gruppi, si classificano in funzione dell'elemento presente in maggiore percentuale: azoto, fosforo, potassio. La concimazione dell'...
  • Curare vigneto La concimazione vigneto riveste particolare interesse perché incide, in modo spesso determinante, sugli aspetti qualitativi e quantitativi della produzione. L’attuale legge italiana sulla tutela delle...

ITALPOLLINA CONCIME ORGANICO IN CONF. DA 25 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,5€


Concimi chimici: Attenzioni, vantaggi e svantaggi

Piantine terreno Quando si utilizza un concime chimico è importante non superare mai il dosaggio consigliato per la tipologia di pianta trattata. Inoltre va ricordato che anche se i singoli nutrienti possono non essere dannosi per l'uomo o gli animali la loro ingestione in quantità concentrare è pericolosa: per questo i concimi vanno conservati in luoghi sicuri, così come eventuali contenitori utilizzati per diluirli. I fertilizzanti chimici hanno il grande vantaggio di essere estremamente semplici da utilizzare: sono facilmente reperibili, riportano istruzioni dettagliate e sono facili da diluire e somministrare. Va ricordato però che i concimi chimici sono fra le principali cause di inquinamento delle falde acquifere per via della formazione di nitrati (composti dell'azoto) che sono molto solubili e vengono facilmente dilavati dalle piogge. Per questo motivo si consiglia di non abusare dei concimi chimici e di preferire frequenti somministrazioni di piccole quantità di concime piuttosto che poche e massicce concimazioni.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO