Conformità urbanistica

Cosa è la conformità urbanistica

Secondo la normativa vigente, la costruzione di ogni nuovo fabbricato obbliga alla deposizione, nel comune in cui verrà aperto il cantiere edile, di un progetto tecnico-descrittivo preparato da un professionista abilitato, al quale dovrà accompagnarsi la dichiarazione di legittimità della richiesta e di conformità del nuovo edificio alle norme urbanistico-edilizie, igienico-sanitarie e di sicurezza. A seguito di questo, se non sussistono ragioni per un veto, il comune rilascerà l'idoneo titolo abilitativo, ossia il permesso di costruire. Questo in realtà non vale soltanto per le nuove costruzioni, ma anche per le ristrutturazioni e il cambio d'uso dell'immobile. La conformità urbanistica è l'attestazione della corrispondenza fra il fabbricato costruito (o modificato) e il relativo progetto depositato in comune, per il quale è stato rilasciato il titolo abilitativo che ha autorizzato i lavori.
conformità abitazione urbanistica

LOGICA MEDIC3 KIT CASSETTA PRIMO SOCCORSO FERITE LIEVI DPI ANTINFORTUNISTICA LEGGE DM 388 SICUREZZA 626 AZIENDA LAVORO UFFICIO BAR GARAGE AUTO CANTIERE EDILIZIA FURGONE CAMPER

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,68€


Quando serve

documenti per casa La conformità urbanistica di un edificio è un requisito fondamentale in caso si intenda effettuare una ristrutturazione, per l'ovvia ragione che la relativa domanda deve riguardare un fabbricato già censito e in regola. Se non lo è, occorrerà far precedere alla ristrutturazione gli interventi necessari, quando possibile, previo ottenimento dei relativi permessi e del pagamento di una sanzione. La compravendita di un immobile è l'altro caso in cui bisogna accertarsi della regolarità urbanistica del fabbricato. Nel caso mancasse, difatti, il venditore potrebbe vedere deprezzato il valore dell'immobile, annullata la vendita o addirittura, se questa si conclude, rischiare in seguito una denuncia, mentre l'acquirente si troverebbe ad affrontare tutti i problemi successivi derivanti dalla situazione irregolare. A maggior ragione è importante effettuare la verifica se l'intenzione è quella di accendere un mutuo: in mancanza della conformità urbanistica, solitamente le banche non concedono il credito. Nella realtà dei fatti alcuni istituti bancari adottano una politica più flessibile, ma si tratta di eccezioni applicate a casi selezionati (clienti di robusta e chiara solvibilità).

  • Edificio da sanare Secondo la legge introdotta il primo luglio 2010 dal governo Monti la compravendita di un immobile è valida solo se lo stato di fatto della costruzione edile corrisponde alla planimetria catastale: in...
  • Acquisto casa Lo chiamano il male del mattone ed è il malessere in senso figurato che ogni anno spinge migliaia di italiani a comprare casa. Che siano famiglie, giovani coppie o singoli individui, il mercato immobi...
  • Timbro atto notarile Le visure catastali sono certificati che vengono rilasciati dal catasto del comune in cui si trova l'immobile o il terreno e hanno lo scopo di identificare correttamente il bene, sotto il profilo sia ...
  • Esempio della dichiarazione di conformità in inglese La dichiarazione di conformità è un documento ufficiale che serve per attestare gli impianti di luce, acqua e gas, confermando che sono realizzati nel rispetto delle attuali normative legislative. Qua...

Corso di formazione per l'amministratore del proprio condominio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 61€


Conformità urbanistica: Come effettuare la verifica di conformità

comprare casa La regolarità urbanistica di un fabbricato si accerta appurando l'esistenza, nell'archivio municipale, del relativo progetto di costruzione, nonché degli eventuali successivi di ristrutturazione o cambio d'uso. Se il primo è assente siamo in presenza di abusivismo totale, che, previa domanda di regolarizzazione, potrà risolversi con il suo ottenimento o meno, a seconda dei casi.

Se il progetto esiste, occorre verificare se le caratteristiche dell'edificio dichiarate al suo interno coincidono nella realtà con quelle della costruzione.

Un esempio classico nel quale si effettua l'accertamento di conformità è quello della compravendita. A tale proposito è bene ricordare che, allo stato attuale, il rogito può basarsi su una mera dichiarazione di regolarità da parte del venditore, se la costruzione dell'edificio è antecedente al 1967. Per le epoche successive, una non completa regolarità non vieta la compravendita, per cui è buona norma che l'acquirente effettui in ogni caso la verifica, avvalendosi di un professionista abilitato.

Da rammentare che immobiliaristi e notai non detengono questo obbligo, e non sarebbero quindi imputabili se in seguito si riscontrassero problemi.



COMMENTI SULL' ARTICOLO