Ristrutturazione completa

Programmare il budget in una ristrutturazione completa

La decisione di preferire un intervento di ristrutturazione completa nasce dall'esigenza o dalla preferenza di recuperare o migliorare estetica e funzionalità in una casa, o comunque in qualsiasi edificio, che abbia, oggettivamente o soggettivamente, un valore, sia esso storico, architettonico, culturale o anche semplicemente affettivo, tale da escludere completamente l'ipotesi di procedere con una demolizione e ricostruzione e da porre in secondo piano l'aspetto della convenienza dal punto di vista economico. In ogni caso, bisogna fare bene i conti per evitare di sforare sul budget, cercando di fissare bene il programma degli interventi per un importo non superiore al 70-80% del budget vero e proprio. In una ristrutturazione completa, è noto a tutti, esiste un'alta probabilità di imprevisti, legata alla non conoscenza iniziale delle reali condizioni in cui versi una casa, edificata molti anni prima, magari non da noi se è un recente acquisto, ed utilizzata più o meno bene. Sarà sin dall'inizio dell'intervento, e fino all'ultimo giorno, che sarà possibile rinvenire qualche tubo ossidato da cambiare o altre sorprese. Si chiamano imprevisti, ma possiamo prevenirli. Ecco alcuni consigli.
Lavori ristrutturazione

CREMA ANTI ETÀ COMPLETO : RISTRUTTURAZIONE, IDRATANTE À L'OLIO D'ARGAN 100% NATURALE ,BARATTOLO 100ML

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,6€


Indagare per progettare, progettare per realizzare

Ristrutturazione completa Il primo consiglio da seguire per evitare che il sogno della ristrutturazione completa della nostra casa si trasformi nell'incubo della nostra vita, è quello di indagare prima di progettare. Si tratta di essere quanto più pignoli possibile in questa fase. Avvaliamoci dell'esperienza di tutte le persone che possano fornirci pareri e valutazioni, invitandoli ad effettuare un sopralluogo, e non consideriamo sprecati i loro onorari. Probabilmente la consulenza di un artigiano (idraulico, elettricista, falegname, muratore, etc.) ci sarà costata cento euro, ma senza dubbio servirà a rassicurarci o a farci prendere coscienza di un problema che, ai nostri occhi, sarebbe passato inosservato all'inizio, ma che sicuramente sarebbe poi venuto alla luce in fase avanzata dei lavori, stravolgendo tutte le previsioni di spesa e bloccando il cantiere; quindi: prevenire! Dopo l'indagine preventiva saremo in grado da soli, se ne siamo capaci, o con il nostro progettista, di elaborare il miglior progetto possibile in cui creatività, gusto e fattibilità potranno affiancare un concetto di base importante: sicurezza e niente sorprese.

  • Mobile bisognoso di restauro Non sempre i mobili e gli oggetti in legno vengono tenuti nelle condizioni ideali per mantenersi sani e belli. Spesso l'abbandono, la polvere, l'umidità, il sole rovinano in modo decisamente visibile ...
  • restauro mobile Il primo passo da intraprendere per poter restaurare un qualunque mobile è il rimuovere la parte di superficie che risulta danneggiata o deteriorata. Per questo ci corre in aiuto la carta vetrata, che...
  • Mobile prima e dopo il restauro La lucidatura è quasi l'ultima fase del ripristino di un mobile, quella che dopo il restauro riporta l'oggetto allo splendore originario. La lucidatura a tampone, stoppino o alla francese è un tipo di...

Impianto completo di riscaldamento a pavimento, ristrutturazione per impianti civili da 100 mq

Prezzo: in offerta su Amazon a: 2938€


Ristrutturazione completa: Gli interventi essenziali

Costi ristrutturazione Una ristrutturazione completa dovrà risolvere innanzitutto i problemi strutturali e funzionali. Alcune parti dell'edificio, se trascurate, potrebbero in futuro compromettere le altre parti ristrutturate, rendendo inutile e sprecato l'intervento. Ci sono poi alcuni componenti che, se ne fosse rinviata la manutenzione o la sostituzione, non sarebbe più possibile intervenirvi senza coinvolgere o intaccare ciò che si trova a contatto o nelle adiacenze. Le fondazioni, la struttura portante e la copertura (tetto o solaio) dovranno essere prive di lesioni o di punti di possibile infiltrazione. Le tubature andranno sostituite, installando dei collettori facilmente accessibili dai quali partiranno i nuovi tubi i quali, senza giunzioni, arriveranno fino al punto di utenza, il tutto con delle valvole di sezionamento a monte. Gli intonaci non dovranno presentare crepe, distacchi o segni di umidità. Gli infissi dovranno essere restaurati o sostituiti onde garantire solidità e tenuta. L'impianto elettrico andrà adeguato alle norme di legge e al fabbisogno, con l'adozione di dispositivi a marchio CE e a basso consumo. Poi si potrà finalmente pensare agli aspetti estetici, secondo il proprio gusto.



COMMENTI SULL' ARTICOLO