I pavimenti in resina

Cosa sono i pavimenti in resina e quali sono le loro caratteristiche

I pavimenti in resina sono poco adottati nelle nostre case perché pochi ne conoscono l'esistenza o sanno quali sono le loro caratteristiche e i vantaggi che comportano. Non sono un rivestimento predefinito per pavimenti, di conseguenza la messa in posa non avviene come per il parquet e le piastrelle, assemblando i pezzi fino a coprire l'intera superficie. Al contrario, si tratta dell'applicazione in vari strati di una miscela di silicati naturali inorganici (resine, appunto) e di speciali inerti caratterizzati da una granulometria e da un grado di durezza diversi. Inoltre, a seconda del tipo di applicazione, vengono aggiunti altri componenti, ogni volta differenti in base alla destinazione d'uso e dell'effetto estetico e della colorazione che si vogliono ottenere. Alle numerose soluzioni per interni si sono aggiunte di recente anche quelle pensate per gli ambienti esterni, come i viali carrabili e pedonali.
Pavimento in resina lucido

Piastra di appoggio, regolabile in altezza 170-270 mm, piedistallo, Supporto d'appoggio per pavimenti sopraelevati, piede di supporto, supporto per pavimento esterno terrazza, piedino di livellamento, piede di supporto per pavimenti galleggianti, traverse del pavimento, fondazione per piastre, piastrelle, WPC, legno, ceramica, cemento armato, pietra, sottostruttura, balcone, tetto piano, terrazzo, MADE IN GERMANIA, giardino del mondo Riegelsberger

Prezzo: in offerta su Amazon a: 3,99€


Le particolarità della messa in posa dei pavimenti in resina

Esempio di pavimento in resina La messa in posa dei pavimenti in resina è molto particolare e va progettata tenendo in conto sia le esigenze del committente e il risultato estetico da ottenere che le caratteristiche dell'ambiente dove verranno applicati i rivestimenti. Infatti, per ottenere una soluzione a regola d'arte si devono valutare sia il tipo di supporto su cui sarà stesa la resina che le prestazioni da raggiungere dal punto di vista delle resistenze fisico-chimiche. Tra l'altro, la messa in posa è particolare in quanto consente di realizzare una superficie monolitica e uniforme, senza giunti o fughe che spezzino la continuità del pavimento e che ne rendano più difficile la manutenzione e la pulizia. Una volta terminata la messa in posa, il pavimento in resina sarà composto da strati sottili per uno spessore totale di 3-4 mm; questo fatto consente di evitare rettifiche e interventi di raccordo intensivi in caso di usura oppure se si vuole cambiare il pavimento.

  • Pavimento in resina I pavimenti decorativi in resina sono formati da differenti miscele di silicati naturali e da inerti aventi differenti granulometrie. A seconda del campo d'applicazione della pavimentazione possono es...
  • Pavimento in resina Le resine per pavimenti interni sono ancora poco utilizzate nel settore dell'edilizia, tuttavia si stanno diffondendo sempre più grazie alle loro alte prestazioni e ai vantaggi che offrono. La materia...
  • Tipo di resine per pavimento Le resine per pavimento rappresentano la nuova frontiera nella realizzazione di pavimentazioni moderne e resistenti. Le resine sono, infatti, facili e veloci da stendere sulle superfici piane e garant...
  • Esempio di pavimenti in resina Negli ultimi anni si sono diffuse soluzioni innovative per il settore edilizio e l'interior design: tra queste si ricordano i pavimenti in resina, che uniscono perfettamente funzionalità ed estetica. ...

CLEANER PRO, Detergente per Pavimenti Concentrato a pH Neutro Ideale per tutti i tipi di pavimenti e rivestimenti, anche quelli più delicati, Ottimo per pavimenti in marmo, gres, resina, vinile, legno

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,35€


Quali sono i vantaggi dei pavimenti in resina: la praticità

Pavimento in resina spatolato Anche se si tratta di rivestimenti interni pratici, facili da seguire e da mantenere (oltre che molto economici), i pavimenti in resina sono ancora poco diffusi nell'uso quotidiano. Innanzitutto possono essere sovrapposti senza difficoltà ai pavimenti già esistenti; di conseguenza, sono un'ottima soluzione progettuale nelle ristrutturazioni, anche perché il fatto che i rivestimenti preesistenti non debbano essere eliminati consente notevoli risparmi di tempo e di denaro. Allo stesso tempo, se i pavimenti in resina vengono danneggiati, si può semplicemente rinnovarli con una semplice procedura. Ciò permette di saltare buona parte dei passaggi dell'applicazione e di evitare interventi invasivi di svellimento del pavimento. Ricordatevi inoltre che i pavimenti in resina sono molto resistenti sia agli agenti chimici che agli urti: di conseguenza durano a lungo nel tempo e allungano la vita del supporto sottostante. Infine, hanno una gamma di destinazioni d'uso quasi infinita.


La facilità della pulizia e del riscaldamento del pavimento in resina

Effetti decorativi sul pavimento I pavimenti in resina sono in assoluto quelli che garantiscono l'igiene maggiore. Questo fatto è collegato alla facilità con cui possono essere puliti, diretta conseguenza delle loro caratteristiche basilari. L'assenza di fughe e fessure crea una superficie omogenea dove polvere e sporco non possono penetrare; ugualmente, nè le muffe nè i batteri e l'umidità trovano luoghi adatti dove svilupparsi. La rapidità della pulizia è anche data dallo stesso materiale che forma il rivestimento: le resine, infatti, sono atossiche, inodori e impermeabili. Di conseguenza non assorbono alcuna sostanza esterna e non necessitano di prodotti specifici per la manutenzione e la pulizia. Il basso spessore dei pavimenti in resina consente notevoli vantaggi durante la ristrutturazione (non si deve intervenire sulle porte come accade con altri rivestimenti) e per quanto riguarda il riscaldamento. Sono dotati, infatti, di una conducibilità termica molto alta e di una grande elasticità che li protegge dagli effetti degli sbalzi termici. Infine sono perfetti per essere abbinati ai sistemi di riscaldamento a pavimento.


Non esistono mai due pavimenti in resina uguali

Un pavimento in resina è sempre unico, a prescindere dal livello di personalizzazione della soluzione. Infatti, a differenza degli altri rivestimenti, non si possono mai realizzare due pavimenti in resina uguali, anche se a farlo è lo stesso operatore, utilizzando lo stesso applicatore. In più, in base alle esigenze del cliente e delle sostanze aggiunte alla miscela si possono ottenere numerosi effetti decorativi: ad esempio, il pavimento può essere monocromatico, lucido, opaco, nuvolato, spatolato, liscio o ruvido. In particolare i diversi effetti riguardanti la brillantezza del pavimento in resina si ottengono attraverso l'aggiunta di vernici protettive trasparenti che coprono quasi l'intera scala Gloss, andando dal 2 al 98%. Il ciclo d'uso prescelto dipende anche dalle esigenze di pulizia dell'ambiente e quindi dalla destinazione d'uso del pavimento. Infine è bene sapere che le miscele impiegate sono facilmente colorabili, perciò la personalizzazione del rivestimento è totale.


I pavimenti in resina: Quali sono gli svantaggi causati dai pavimenti in resina

Come tutte le soluzioni progettuali anche i pavimenti in resina possono presentare alcuni svantaggi. Il primo, che più che uno svantaggio è una conseguenza della sua fruibilità, è l'usura; infatti, questi pavimenti hanno una media resistenza, ma non sono indistruttibili. Tuttavia, i segni del tempo e dei passaggi ripetuti sono più evidenti sui pavimenti di resina lucida e monocromatici, mentre sono mascherati maggiormente su quelli opachi e con effetto spatolato. Di conseguenza la loro vita è molto più lunga. Si consiglia inoltre di adottare zone di filtro, come gli zerbini, prima di un pavimento in resina, soprattutto se questo si trova in una zona molto trafficata o all'ingresso dell'abitazione. Infatti i problemi più grossi derivano dal supporto non idoneo (che può causare fessure, imperfezioni e crepe nel pavimento in resina soprastante) e dalla bassa resistenza delle resine ai raggi solari, che portano nel tempo al loro ingiallimento. Possibili soluzioni sono evitare i colori molto chiari o utilizzare resine cementizie, poliuretaniche e acriliche.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO